MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI | Edilone.it

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI - DECRETO 30 aprile 2003: Individuazione dei soggetti legittimati a sostituire, in caso di assenza od impedimento, i responsabili tecnici delle operazioni di revisione periodica dei veicoli a motore, ai sensi dell'art. 240, comma 2, del decreto del Presidente della Repubblica 16 dicembre 1992, n. 495. (GU n. 139 del 18-6-2003)

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI

DECRETO 30 aprile 2003

Individuazione dei soggetti legittimati a sostituire, in caso di
assenza od impedimento, i responsabili tecnici delle operazioni di
revisione periodica dei veicoli a motore, ai sensi dell’art. 240,
comma 2, del decreto del Presidente della Repubblica 16 dicembre
1992, n. 495.

IL MINISTRO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI
Visto l’art. 80, comma 8, del decreto legislativo 30 aprile 1992,
n. 285 e successive modificazioni, recante «Nuovo codice della
strada»;
Visto l’art. 240 del decreto del Presidente della Repubblica
16 dicembre 1992, n. 495, e successive modificazioni, recante
«Regolamento di esecuzione e di attuazione del nuovo codice della
strada»;
Visti il C.C.N.L. 1° luglio 1996 relativo ai lavoratori dipendenti
del settore artigiano, metalmeccanico e installazione di impianti e
il C.C.N.L. 1° gennaio 1999 relativo ai dipendenti del settore
commercio;
Attesa la necessita’ di individuare i soggetti legittimati a
sostituire i responsabili tecnici delle operazioni di revisione
periodica dei veicoli a motore in caso di temporanea assenza od
impedimento di questi, nonche’ le modalita’ per effettuare la
predetta sostituzione;
Acquisito il parere favorevole della Conferenza unificata espresso
nella seduta del 27 marzo 2003;
Decreta:
Art. 1.
1. Ai sensi dell’art. 240, comma 2, del decreto del Presidente
della Repubblica 16 dicembre 1992, n. 495, in caso di temporanea
assenza od impedimento del responsabile tecnico delle operazioni di
revisione periodica dei veicoli a motore, il responsabile stesso puo’
essere sostituito, per un periodo non superiore a trenta giorni
l’anno, da:
a) persona che abbia superato il corso di formazione di cui
all’art. 240, comma 1, lettera h), del decreto del Presidente della
Repubblica n. 495 del 1992; ovvero
b) persona dipendente dal titolare dell’autorizzazione
provinciale all’esercizio dell’attivita’ di revisione che sia in
possesso, da almeno tre anni, di una delle seguenti qualifiche
professionali:
i) operaio specializzato (contratto metalmeccanici imprese
artigiane);
ii) operaio specializzato provetto (contratto terzo livello
commercio).
2. Al fine della nomina di uno o piu’ sostituti, il titolare
dell’autorizzazione all’esercizio dell’attivita’ di revisione propone
istanza alla Provincia, indicando il requisito, fra quelli previsti
al comma 1, posseduto dal sostituto. Le generalita’ del sostituto
sono comunicate all’ufficio provinciale del Dipartimento dei
trasporti terrestri, di seguito denominato Ufficio della
motorizzazione.
3. Le date in cui il sostituto viene effettivamente adibito alle
attivita’ di revisione sono tempestivamente comunicate alla Provincia
ed all’Ufficio della motorizzazione.
Roma, 30 aprile 2003
Il Ministro: Lunardi

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI

Edilone.it