MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI | Edilone.it

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI - DECRETO 16 marzo 2004: Rettifica all'art. 4 del decreto 20 febbraio 2003, recante la «Normativa tecnica ed amministrativa relativa agli autoveicoli per uso speciale destinati ad uso esclusivo dei corpi o servizi di polizia locale». (GU n. 71 del 25-3-2004)

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI

DECRETO 16 marzo 2004

Rettifica all’art. 4 del decreto 20 febbraio 2003, recante la
«Normativa tecnica ed amministrativa relativa agli autoveicoli per
uso speciale destinati ad uso esclusivo dei corpi o servizi di
polizia locale».

IL CAPO DEL DIPARTIMENTO
dei trasporti terrestri e per i sistemi informativi e statistici

Visto il decreto dirigenziale 20 febbraio 2003, recante la
«Normativa tecnica ed amministrativa relativa agli autoveicoli per
uso speciale destinati ad uso esclusivo dei corpi o servizi di
polizia locale»;
Visto il decreto dirigenziale 11 aprile 2003, il quale ha
introdotto modifiche al citato decreto dirigenziale 20 febbraio 2003;
Ritenuta l’esigenza di consentire l’immatricolazione degli
autoveicoli per uso speciale, destinati ad uso esclusivo dai corpi o
servizi di polizia locale, con le modalita’ e i criteri previsti
dagli articoli 84, 91 e 93 del decreto legislativo 30 aprile 1992, n.
285 e successive modifiche ed integrazioni;

Decreta:

Art. 1.
1. L’art. 4 del decreto dirigenziale 20 febbraio 2003, come
modificato dal decreto dirigenziale 11 aprile 2003, e’ sostituito dal
seguente:
«Art. 4 (Destinazione degli autoveicoli per uso speciale della
polizia locale). – Gli autoveicoli per uso speciale della polizia
locale, immatricolati secondo i criteri e le modalita’ previste dagli
articoli 84, 91 e 93 del decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285 e
successive modifiche ed integrazioni, sono utilizzati esclusivamente
dal corpo o servizio di polizia locale al quale sono in dotazione.
Gli stessi autoveicoli, qualora dimessi dal servizio, possono
essere reimmatricolati subordinatamente:
al ripristino della loro conformita’ al tipo di veicolo dal quale
derivano, se sono stati realizzati per allestimento di veicoli
omologati;
ovvero, alla rispondenza alle pertinenti norme di omologazione
applicabili ai veicoli dette categorie M od N, in vigore alla data di
prima immatricolazione degli stessi veicoli.».
Roma, 16 marzo 2004
Il capo Dipartimento: Fumero

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI

Edilone.it