MINISTERO DELLE ATTIVITA' PRODUTTIVE - DECRETO 3 luglio 2003: Utilizzo delle economie relative agli interventi di agevolazione alle imprese di cui alle leggi n. 64/1986 | Edilone.it

MINISTERO DELLE ATTIVITA’ PRODUTTIVE – DECRETO 3 luglio 2003: Utilizzo delle economie relative agli interventi di agevolazione alle imprese di cui alle leggi n. 64/1986

MINISTERO DELLE ATTIVITA' PRODUTTIVE - DECRETO 3 luglio 2003: Utilizzo delle economie relative agli interventi di agevolazione alle imprese di cui alle leggi n. 64/1986 e n. 488/1992 e ripartizione delle risorse finanziarie assegnate ai bandi della legge n. 488/1992 per il 2003 tra i settori industria, turismo e commercio. (GU n. 163 del 16-7-2003)

MINISTERO DELLE ATTIVITA’ PRODUTTIVE

DECRETO 3 luglio 2003

Utilizzo delle economie relative agli interventi di agevolazione alle
imprese di cui alle leggi n. 64/1986 e n. 488/1992 e ripartizione
delle risorse finanziarie assegnate ai bandi della legge n. 488/1992
per il 2003 tra i settori industria, turismo e commercio.

IL MINISTRO DELLE ATTIVITA’ PRODUTTIVE

Visto il decreto-legge 22 ottobre 1992, n. 415, convertito, con
modificazioni, dalla legge 19 dicembre 1992, n. 488;
Visto l’art. 60, comma 3 della legge 27 dicembre 2002, n. 289 che
prevede l’istituzione, presso il Ministero delle attivita’
produttive, di un apposito Fondo in cui confluiscono, tra l’altro, le
economie degli interventi citati nello stesso comma (legge n.
488/1992, programmazione negoziata, nonche’ legge n. 64/1986) e che
per l’utilizzo di tali economie provveda il Ministro delle attivita’
produttive con proprio decreto;
Accertate, alla data del presente decreto, economie pari a 1.276,0
milioni di euro, con riferimento alla legge n. 488/1992, e 664,0
milioni di euro con riferimento alla legge n. 64/1986;
Considerato che l’art. 61, comma 10 della predetta legge n.
289/2002 prevede, in particolare, che le dette economie relative alla
legge n. 488/1992 siano utilizzate, oltre che per gli interventi
previsti dalla medesima legge n. 488/1992, anche, nel limite del 30%
delle economie stesse, per il finanziamento di nuovi contratti di
programma;
Visto il proprio decreto del 30 maggio 2003 relativo alla
ripartizione del Fondo per gli interventi agevolativi alle imprese,
di cui all’art. 52 della legge 23 dicembre 1998, n. 448, che, in
aggiunta ai precedenti stanziamenti, assegna alla legge n. 488/1992,
per il triennio 2003-2005, 538,00 milioni di euro, comprensivi i
3,6 milioni di euro per gli oneri relativi al funzionamento
dell’Istituto per la promozione e industriale, ai sensi dell’art. 60,
comma 3 della predetta legge n. 289/ 2002;
Ritenuto di dover utilizzare le dette risorse per i bandi del 2003
della legge n. 488/1992 relativi ai settori «industria», «turismo» e
«commercio» e di doverle al contempo integrare utilizzando parte
delle predette economie, al netto di quelle destinate al
finanziamento dei contratti di programma, al fine di garantire
un’adeguata copertura finanziaria al fabbisogno delle domande
presentate dalle imprese ed al fine di assicurare il pieno utilizzo
delle risorse comunitarie;
Ritenuto di dover utilizzare la restante parte delle dette economie
per integrare le risorse gia’ destinate con proprio decreto del 17
luglio 2002 ai bandi della legge n. 488/1992 del 2002 dei settori
«turismo» e «commercio», al fine di tenere conto del fabbisogno
effettivo derivante dalle domande nel frattempo presentate, nonche’
per il finanziamento di un secondo bando, di prossima apertura ai
sensi della misura 2.1.a – P.I.A. innovazione del programma operativo
nazionale «Sviluppo imprenditoriale locale»;
Ritenuto, altresi, al fine di consentire la completa attuazione dei
bandi della legge n. 488/1992 per il 2003, di definire il riparto
delle risorse finanziarie assegnate alla legge per lo stesso anno tra
i settori «industria», «turismo» e «commercio:

Decreta:

Articolo unico

1. Le economie relative alle leggi n. 64/1986 e n. 488/1992
accertate alla data del presente decreto, pari, rispettivamente,
664,0 e 1.276,0 milioni di euro, allocate nel Fondo istituito, presso
il Ministero delle attivita’ produttive i sensi dell’art. 60, comma 3
della legge 27 dicembre 2002, n. 289, sono utilizzate come di seguito
specificato:
383,0 milioni di euro, pari al 30% delle suddette economie della
legge n. 488/1992, per i contratti di programma;
1.230,0 milioni di euro per i bandi del 2003 della legge n.
488/1992, ad integrazione delle risorse gia’ destinate con decreto
ministeriale del 30 maggio 2003, da ripartire tra i settori
«industria» «turismo» e «commercio»;
180 milioni di euro per i bandi del 2002 della legge n. 488/1992,
di cui 155,0 milioni di euro al settore «turismo» e 25 milioni di
euro al settore «commercio», ad integrazione delle rispettive risorse
gia’ assegnate con decreto ministeriale del 17 luglio 2002;
147 milioni di euro per l’attuazione di un nuovo bando relativo
alla misura 2.l.a – P.I.A. Innovazione del programma operativo
nazionale «Sviluppo imprenditoriale locale».
2. Le risorse complessivamente assegnate ai bandi della legge n.
488/1992 per il 2003, pari a 1.764,4 milioni di euro, sono ripartite
tra i settori «industria», «turismo e «commercio» come segue:
il 70% al settore «industria», pari a 1.235,1 milioni di euro;
il 25% al settore «turismo», pari a 441,1 milioni di euro;
il 5% al settore «commercio», pari a 88,2 milioni di euro.
Il presente decreto sara’ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana.
Roma, 3 luglio 2003
Il Ministro: Marzano

MINISTERO DELLE ATTIVITA’ PRODUTTIVE – DECRETO 3 luglio 2003: Utilizzo delle economie relative agli interventi di agevolazione alle imprese di cui alle leggi n. 64/1986

Edilone.it