MINISTERO DELLE ATTIVITA' PRODUTTIVE - DECRETO 27 ottobre 2004: Agevolazioni ai sensi della misura 3 «Formazione per il P.I.A.» prevista dal P.O.N. «Sviluppo imprenditoriale locale» 2000-2006 | Edilone.it

MINISTERO DELLE ATTIVITA’ PRODUTTIVE – DECRETO 27 ottobre 2004: Agevolazioni ai sensi della misura 3 «Formazione per il P.I.A.» prevista dal P.O.N. «Sviluppo imprenditoriale locale» 2000-2006

MINISTERO DELLE ATTIVITA' PRODUTTIVE - DECRETO 27 ottobre 2004: Agevolazioni ai sensi della misura 3 «Formazione per il P.I.A.» prevista dal P.O.N. «Sviluppo imprenditoriale locale» 2000-2006 (riapertura dei termini relativa alla prima applicazione) - Elenco delle domande inserite nelle graduatorie ordinarie, speciali e grandi progetti del 4°, dell'8° e dell'11° bando della legge 19 dicembre 1992, n. 488, nelle regioni dell'obiettivo 1 da agevolare ai sensi della circolare n. 946189 dell'11 giugno 2004 del Ministero delle attivita' produttive. (GU n. 257 del 2-11-2004)

MINISTERO DELLE ATTIVITA’ PRODUTTIVE

DECRETO 27 ottobre 2004

Agevolazioni ai sensi della misura 3 «Formazione per il P.I.A.»
prevista dal P.O.N. «Sviluppo imprenditoriale locale» 2000-2006
(riapertura dei termini relativa alla prima applicazione) – Elenco
delle domande inserite nelle graduatorie ordinarie, speciali e grandi
progetti del 4°, dell’8° e dell’11° bando della legge 19 dicembre
1992, n. 488, nelle regioni dell’obiettivo 1 da agevolare ai sensi
della circolare n. 946189 dell’11 giugno 2004 del Ministero delle
attivita’ produttive.

IL DIRETTORE GENERALE
per il coordinamento degli incentivi alle imprese
Visto l’articolo 1, comma 2 del decreto-legge 22 ottobre 1992, n.
415, convertito, con modificazioni, dalla legge 19 dicembre 1992, n.
488, concernente i criteri per la concessione delle agevolazioni alle
attivita’ produttive nelle aree depresse del Paese;
Visto l’articolo 5, comma 1 del decreto legislativo 3 aprile
1993, n. 96;
Visto il decreto ministeriale 3 luglio 2000 e successive
modifiche e integrazioni, concernente il testo unico delle direttive
per la concessione e l’erogazione delle agevolazioni alle attivita’
produttive nelle aree depresse ai sensi della predetta legge n.
488/1992;
Visto il decreto ministeriale 20 ottobre 1995, n. 527, e
successive modifiche e integrazioni, concernente le modalita’ e le
procedure per la concessione e l’erogazione delle agevolazioni alle
attivita’ produttive nelle aree depresse del Paese;
Vista la circolare esplicativa del Ministero delle attivita’
produttive n. 900315 del 14 luglio 2000 sulle modalita’ e procedure
per la concessione ed erogazione delle agevolazioni previste dalla
citata legge n. 488/1992 e successive modifiche e integrazioni;
Visto il Programma operativo nazionale (P.O.N.) «Sviluppo
imprenditoriale locale» 2000-2006, approvato dalla Commissione della
Unione europea con decisione C (2000) 2342 dell’8 agosto 2000, ed il
relativo complemento di programmazione, approvato dal comitato di
sorveglianza il 10 luglio 2001 ed in particolare la misura 3
«Formazione per il P.I.A.»;
Vista la circolare esplicativa del Ministero delle attivita’
produttive n. 1167510 del 28 novembre 2001 relativa all’attuazione
della misura 2.1.b «P.I.A. Formazione» che, in particolare, al punto
12, prevede particolari modalita’ per le domande i cui programmi di
investimento sono stati agevolati attraverso l’8° e l’11° bando della
legge n. 488/1992;
Vista la circolare del Ministero delle attivita’ produttive n.
946189 dell’11 giugno 2004 che, introducendo alcune modifiche alla
circolare n. 1167510 del 28 novembre 2001, ha previsto una terza
applicazione della misura 3, fissando dal 30 giugno al 9 agosto 2004
i termini per la presentazione delle nuove domande;
Visti i propri decreti del 18 febbraio 1999, del 9 aprile 2001 e
del 12 febbraio 2002, concernenti, rispettivamente, la formazione
delle graduatorie speciale e ordinaria del 4° bando e speciale,
ordinaria e grandi progetti dell’8° e dell’11° bando della legge n.
488/1992;
Visti gli esiti delle risultanze istruttorie delle banche
concessionarie, di cui all’articolo 6, comma 1 del citato decreto n.
527/1995 e successive modifiche e integrazioni, relative alle domande
regolarmente presentate entro il predetto termine del 9 agosto 2004 a
valere sulla terza applicazione della misura 3 «Formazione per il
P.I.A.»;
Visto che con la citata circolare dell’11 giugno 2004 le risorse
finanziarie disponibili per la predetta terza applicazione erano
stati individuate in 20 milioni di euro;
Considerato che, successivamente, sulla misura 3 si sono rese
disponibili ulteriori risorse e che pertanto, anche tenuto conto del
numero di domande presentate, e’ possibile assegnare alla terza
applicazione risorse aggiuntive, che portano l’importo complessivo
delle risorse disponibili a 22 milioni di euro da utilizzare per la
formazione delle relative graduatorie secondo i criteri stabiliti dai
punti 1.3, 7.1 e 12.3 della circolare n. 1167510 del 27 novembre 2001
e successive modifiche;
Visto l’articolo 16 del decreto legislativo 30 marzo 2001, n.
165, recante le norme generali sull’ordinamento del lavoro alle
dipendenze delle amministrazioni pubbliche;
Decreta:
Articolo 1.
1. Le iniziative inserite nelle graduatorie ordinarie e speciali
del 4° bando e ordinarie, speciali e grandi progetti dell’8° e
dell’11° bando della legge n. 488/1992 delle regioni Campania,
Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia e Sardegna, agevolate in esito
alle graduatorie formate con decreto ministeriale del 18 febbraio
1999 (4° bando), del 9 aprile 2001 (8° bando) e del 12 febbraio 2002
(11° bando), in relazione alle quali e’ stata avanzata richiesta di
agevolazioni a valere sulla nuova applicazione della misura 3
«Formazione per il P.I.A.» prevista dal P.O.N. «Sviluppo
imprenditoriale locale» 2000-2006 per i costi dei correlati programmi
di formazione e che sono state istruite dalle banche concessionarie
con esito positivo, sono quelle indicate negli elenchi riportati
nell’allegato al presente decreto, formati secondo l’ordine delle
rispettive citate graduatorie.
2. I decreti di concessione provvisoria delle agevolazioni
relativi ai programmi di formazione di cui al comma 1 vengono
adottati in favore delle domande inserite in ciascun elenco, in
ordine decrescente dalla prima fino all’esaurimento delle risorse
disponibili di cui alle premesse, tenendo conto della riserva dei
fondi a favore delle piccole e medie imprese.

Articolo 2.
1. Per le iniziative escluse dalle agevolazioni di cui
all’articolo 1, con successivi provvedimenti sono individualmente
comunicati alle imprese interessate gli specifici motivi
dell’esclusione totale o parziale dalle agevolazioni e dalla data di
ricezione del provvedimento decorrera’ il termine per l’impugnazione
dello stesso. Si precisa che tali provvedimenti individuali non
saranno inviati a quelle iniziative escluse dalle agevolazioni con le
note di rigetto inviate dalle banche concessionarie alle imprese
interessate e, per conoscenza, al Ministero, per i casi di
invalidita’ o decadenza della domanda previsti dall’articolo 5,
comma 4 del decreto ministeriale 20 ottobre 1995, n. 527, in quanto
tali note contengono gia’ specifici motivi di esclusione.
Il presente decreto sara’ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale
della Repubblica italiana.
Roma, 27 ottobre 2004
Il direttore generale: Pasca di Magliano

Allegato
ELENCHI DELLE INIZIATIVE AMMISSIBILI ALLA RIAPERTURA
DEI TERMINI 2004 RELATIVA ALLA PRIMA APPLICAZIONE
DELLA MISURA 3 FORMAZIONE PER IL P.I.A. DEL P.O.N.
«SVILUPPO IMPRENDITORIALE LOCALE» 2000-2006

—-> Vedere allegato da pag. 24 a pag. 31 in formato zip/pdf

MINISTERO DELLE ATTIVITA’ PRODUTTIVE – DECRETO 27 ottobre 2004: Agevolazioni ai sensi della misura 3 «Formazione per il P.I.A.» prevista dal P.O.N. «Sviluppo imprenditoriale locale» 2000-2006

Edilone.it