MINISTERO DELLE ATTIVITA' PRODUTTIVE - DECRETO 17 Giugno 2004: Modificazioni al decreto ministeriale 24 maggio 2000 | Edilone.it

MINISTERO DELLE ATTIVITA’ PRODUTTIVE – DECRETO 17 Giugno 2004: Modificazioni al decreto ministeriale 24 maggio 2000

MINISTERO DELLE ATTIVITA' PRODUTTIVE - DECRETO 17 Giugno 2004: Modificazioni al decreto ministeriale 24 maggio 2000 recante la fissazione dei criteri per la determinazione dell'ammontare della cauzione prevista dall'art. 5, comma 4-bis, del decreto ministeriale 20 ottobre 1995, n. 527, e successive modifiche e integrazioni, concernente le modalita' e le procedure per la concessione ed erogazione delle agevolazioni in favore delle attivita' produttive nelle aree depresse del Paese. (GU n. 148 del 26-6-2004 )

MINISTERO DELLE ATTIVITA’ PRODUTTIVE

DECRETO 17 Giugno 2004

Modificazioni al decreto ministeriale 24 maggio 2000 recante la
fissazione dei criteri per la determinazione dell’ammontare della
cauzione prevista dall’art. 5, comma 4-bis, del decreto ministeriale
20 ottobre 1995, n. 527, e successive modifiche e integrazioni,
concernente le modalita’ e le procedure per la concessione ed
erogazione delle agevolazioni in favore delle attivita’ produttive
nelle aree depresse del Paese.

IL MINISTRO
DELLE ATTIVITA’ PRODUTTIVE
Visto il decreto-legge 22 ottobre 1992, n. 415, convertito, con
modificazioni, dalla legge 19 dicembre 1992, n. 488, in materia di
disciplina organica dell’intervento straordinario del Mezzogiorno;
Visto il proprio decreto 20 ottobre 1995, n. 527 e successive
modifiche ed integrazioni con il quale sono state determinate le
modalita’, le procedure e i termini per la concessione e l’erogazione
delle agevolazioni in favore delle attivita’ produttive nelle aree
depresse del Paese;
Visto, in particolare, l’art. 5, comma 4-bis del suddetto decreto
n. 527/95 che, tra la documentazione da allegare alla domanda di
agevolazione, prevede che vi sia la ricevuta del versamento di una
cauzione da parte dell’impresa istante, ovvero una fideiussione
bancaria o un polizza assicurativa di importo pari alla cauzione
medesima, a garanzia della volonta’ dell’impresa di realizzare il
programma agevolato;
Considerato che il predetto art. 5, comma 4-bis prevede che
l’ammontare relativo alla citata cauzione, nonche’ gli interessi
sullo stesso riconosciuti, ovvero alla fideiussione bancaria o alla
polizza assicurativa sia determinato sulla base di criteri fissati
con decreto del Ministro dell’industria, del commercio e
dell’artigianato, ora Ministro delle attivita’ produttive, tenuto
anche conto dell’entita’ degli investimenti indicati dall’impresa nel
modulo di domanda;
Visto il proprio decreto del 24 maggio 2000, con il quale sono
stati fissati i criteri per la determinazione dell’ammontare della
suddetta cauzione;
Ravvisata l’opportunita’ di provvedere ad un adeguamento
dell’ammontare della cauzione mediante la ridefinizione dei criteri
di calcolo, al fine di assicurare piena efficacia a tale meccanismo
in relazione alla sua specifica finalita’ di garantire, attraverso il
versamento di un importo adeguatamente commisurato all’entita’ degli
investimenti, l’effettiva volonta’ dell’impresa di portare a termine
il programma;
Considerato altresi’ che detta garanzia e’ finalizzata anche a
ristorare parzialmente l’amministrazione dei costi sostenuti per
l’attivita’ istruttoria a fronte dei programmi agevolati che non
vengono realizzati;
Decreta:
Articolo unico
Il comma 3 dell’articolo unico del decreto del 24 maggio 2000
citato nelle premesse e’ sostituito dal seguente:
«3. L’ammontare della cauzione, della fideiussione o della polizza
e’ determinato nelle misure di seguito indicate, rapportate, nella
parte progressiva, all’entita’ degli investimenti del programma a
fronte dei quali l’impresa chiede le agevolazioni e non e’ soggetto a
modifiche in relazione ad eventuali successive variazioni degli
investimenti stessi a qualsiasi titolo apportate:
un importo fisso di 2000 euro, al quale si aggiunge:
0,333% dell’entita’ degli investimenti fino a 500.000 euro;
0,199 % per la parte eccedente e fino a 2.000.000 di euro;
0,084 % per la parte eccedente e fino a 5.000.000 di euro;
0,010 % per la parte eccedente e fino a 25.000.000 di euro;
0,006 % oltre i 25.000.000 di euro.».
Il presente decreto sara’ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana.
Roma, 17 giugno 2004
Il Ministro: Marzano

MINISTERO DELLE ATTIVITA’ PRODUTTIVE – DECRETO 17 Giugno 2004: Modificazioni al decreto ministeriale 24 maggio 2000

Edilone.it