MINISTERO DELLE ATTIVITA' PRODUTTIVE - DECRETO 15 novembre 2004: Graduatorie regionali ordinarie e speciali e graduatorie relative ai «grandi progetti» di cui all'articolo 6, comma 3, del decreto del Ministro dell'industria, del commercio e dell'artigianato n. 527 del 20 ottobre 1995, e successive modifiche e integrazioni, concernenti le iniziative ammissibili, relative alle domande di agevolazione presentate, ai sensi del decreto-legge 22 ottobre 1992, n. 415, convertito, con modificazioni, dalla legge 19 dicembre 1992, n. 488, per il bando del 2003 | Edilone.it

MINISTERO DELLE ATTIVITA’ PRODUTTIVE – DECRETO 15 novembre 2004: Graduatorie regionali ordinarie e speciali e graduatorie relative ai «grandi progetti» di cui all’articolo 6, comma 3, del decreto del Ministro dell’industria, del commercio e dell’artigianato n. 527 del 20 ottobre 1995, e successive modifiche e integrazioni, concernenti le iniziative ammissibili, relative alle domande di agevolazione presentate, ai sensi del decreto-legge 22 ottobre 1992, n. 415, convertito, con modificazioni, dalla legge 19 dicembre 1992, n. 488, per il bando del 2003

MINISTERO DELLE ATTIVITA' PRODUTTIVE - DECRETO 15 novembre 2004: Graduatorie regionali ordinarie e speciali e graduatorie relative ai «grandi progetti» di cui all'articolo 6, comma 3, del decreto del Ministro dell'industria, del commercio e dell'artigianato n. 527 del 20 ottobre 1995, e successive modifiche e integrazioni, concernenti le iniziative ammissibili, relative alle domande di agevolazione presentate, ai sensi del decreto-legge 22 ottobre 1992, n. 415, convertito, con modificazioni, dalla legge 19 dicembre 1992, n. 488, per il bando del 2003 del settore «industria» (attivita' estrattive, manifatturiere, di servizi, delle costruzioni e dell'energia) - 17° bando di attuazione. (GU n. 281 del 30-11-2004- Suppl. Ordinario n.172)

MINISTERO DELLE ATTIVITA’ PRODUTTIVE

DECRETO 15 novembre 2004

Graduatorie regionali ordinarie e speciali e graduatorie relative
ai
«grandi progetti» di cui all’articolo 6, comma 3, del decreto
del
Ministro dell’industria, del commercio e dell’artigianato n. 527
del
20 ottobre 1995, e successive modifiche e integrazioni,
concernenti
le iniziative ammissibili, relative alle domande di
agevolazione
presentate, ai sensi del decreto-legge 22 ottobre
1992, n. 415,
convertito, con modificazioni, dalla legge 19 dicembre
1992, n. 488,
per il bando del 2003 del settore «industria»
(attivita’ estrattive,
manifatturiere, di servizi, delle costruzioni
e dell’energia) – 17°
bando di attuazione.

IL
DIRETTORE GENERALE
per il coordinamento degli incentivi alle
imprese

Visto l’art. 1, comma 2 del decreto-legge 22 ottobre
1992, n.
415, convertito, con modificazioni, dalla legge 19 dicembre
1992, n.
488, concernente i criteri per la concessione delle
agevolazioni alle
attivita’ produttive nelle aree depresse del Paese;

Visto l’art. 5, comma 1 del decreto legislativo 3 aprile 1993,
n.
96 che attribuisce al Ministero dell’industria, del commercio
e
dell’artigianato la competenza in materia di adempimenti
tecnici,
amministrativi e di controllo per la concessione delle
agevolazioni
alle attivita’ produttive;
Visto il decreto
ministeriale 20 ottobre 1995, n. 527 e le
successive modifiche
e integrazioni, di seguito denominato
«regolamento»,
concernente le modalita’ e le procedure per la
concessione ed
erogazione delle agevolazioni in favore delle
attivita’
produttive nelle aree depresse del paese;
Visto il decreto
ministeriale 3 luglio 2000, concernente il testo
unico delle
direttive per la concessione e l’erogazione delle
agevolazioni
alle attivita’ produttive nelle aree depresse ai sensi
della
predetta legge n. 488/1992 che, in particolare, al punto 5
comma
4, prevede, per l’assegnazione delle risorse, la formazione
di
graduatorie regionali ordinarie e speciali, nonche’ di
due
graduatorie multiregionali relative ai «grandi progetti»;

Visto, in particolare, l’art. 6, comma 3 del citato decreto
n.
527/95 e successive modifiche e integrazioni che attribuisce
al
Ministero dell’industria, del commercio e dell’artigianato,
la
competenza di formare, sulla base delle risultanze degli
accertamenti
istruttori delle banche concessionarie, le suddette
graduatorie delle
iniziative ammissibili alle agevolazioni e di
provvedere alla loro
pubblicazione;
Vista la circolare
esplicativa del Ministero dell’industria, del
commercio e
dell’artigianato n. 900315 del 14 luglio 2000 e
successive
modifiche e integrazioni;
Vista la delibera del CIPE del 9
maggio 2003 n. 21 con la quale
e’ stata fissata la ripartizione
percentuale su base regionale da
applicare alle risorse destinate
al finanziamento degli interventi
agevolativi previsti dalla
legge n. 488/92, per il triennio
2003-2005;
Visto il
decreto del Ministro delle attivita’ produttive del
3 luglio 2003
che ha individuato le risorse complessive da assegnare
ai bandi
della legge 488/1992 per il 2003 pari a 1.764,4 milioni di
euro,
destinandone il 70% al settore «industria»;
Visto il decreto
del Ministro delle attivita’ produttive del
24 luglio 2003 che ha
fissato i termini per l’indicazione da parte
delle regioni e delle
province autonome di Trento e Bolzano delle
proposte concernenti
la formazione delle graduatorie e
contestualmente ha
elaborato il piano di assegnazione delle risorse
finanziarie della
legge 488/1992, ripartito per regione, destinando,
al bando ordinario
«industria» dell’anno 2003, Euro 1.111.572.000,00
e stabilendo nel
14% di tali risorse la quota da destinare alle
graduatorie per i
«grandi progetti»;
Considerato che, ai sensi dell’art. 60,
comma 3 della legge
27 dicembre 2002, n. 289, occorre provvedere
all’accantonamento delle
risorse relative al funzionamento
dell’Istituto per la Promozione
Industriale (IPI), per le
attivita’ di assistenza connesse con la
legge n. 488/92, con
riferimento alle annualita’ 2004 e 2005,
rispettivamente per
complessivi Euro 3.071.347 e Euro 2.595.000, e
che pertanto la
quota di competenza del bando industria e’ pari a
Euro 3.966.443,00;

Visto il decreto del Ministro dell’industria, del commercio
e
dell’artigianato del 20 luglio 1998 che, all’art. 6, autorizza
il
Ministero ad utilizzare una quota non superiore all’uno per
mille
dello stanziamento annuale destinato alle agevolazioni della
legge n.
488/1992, al netto delle risorse necessarie ad
assicurare il
cofinanziamento, per le spese di funzionamento
connesse alle
attivita’ ed agli adempimenti di propria
competenza necessari
all’attuazione degli interventi previsti
dalla stessa legge,
corrispondenti, per quanto di competenza
del bando industria, a
Euro 1.107.606,00;
Considerato che, sulla
base di quanto precede e tenuto conto dei
criteri di riparto tra le
regioni e le province autonome fissati dal
CIPE con la richiamata
delibera del 9 maggio 2003, le risorse
risultano cosi’
ripartite:

—-> Vedere tabella a pag. 6 Vedere
tabella a pag. 6 Vedere tabella a pag. 7 Vedere tabella a pag.
7 Vedere allegato da pag. 10 a pag. 12 nella versione
cartacea

—-> Vedere allegato da pag. 13 a pag. 90 nella versione
cartacea

—-> Vedere allegato da pag. 91 a pag. 173 nella
versione cartacea

—-> Vedere allegato da pag. 174 a pag. 222
nella versione cartacea

MINISTERO DELLE ATTIVITA’ PRODUTTIVE – DECRETO 15 novembre 2004: Graduatorie regionali ordinarie e speciali e graduatorie relative ai «grandi progetti» di cui all’articolo 6, comma 3, del decreto del Ministro dell’industria, del commercio e dell’artigianato n. 527 del 20 ottobre 1995, e successive modifiche e integrazioni, concernenti le iniziative ammissibili, relative alle domande di agevolazione presentate, ai sensi del decreto-legge 22 ottobre 1992, n. 415, convertito, con modificazioni, dalla legge 19 dicembre 1992, n. 488, per il bando del 2003

Edilone.it