MINISTERO DELLE ATTIVITA' PRODUTTIVE - DECRETO 10 febbraio 2006 | Edilone.it

MINISTERO DELLE ATTIVITA’ PRODUTTIVE – DECRETO 10 febbraio 2006

MINISTERO DELLE ATTIVITA' PRODUTTIVE - DECRETO 10 febbraio 2006 - Criteri di priorita' per l'accesso alle agevolazioni relative ai contratti di programma. (GU n. 86 del 12-4-2006)

MINISTERO DELLE ATTIVITA’ PRODUTTIVE

DECRETO 10 febbraio 2006
Criteri di priorita’ per l’accesso alle agevolazioni relative ai
contratti di programma.

IL MINISTRO
DELLE ATTIVITA’ PRODUTTIVE
Vista la delibera CIPE 25 luglio 2003, n. 26, concernente la
«Regionalizzazione dei patti territoriali e il coordinamento Governo,
regioni e province autonome per i contratti di programma» che, al
comma 2 del punto 7.3, al fine di garantire la maggiore efficacia
della politica industriale del Governo, prevede che il Ministro delle
attivita’ produttive possa individuare con proprio decreto, anche con
riferimento ai requisiti dei soggetti proponenti ed all’oggetto del
contratto di programma, priorita’ e specifiche per l’accesso alle
agevolazioni;
Visto il precedente decreto emesso il 19 novembre 2003 che ha
determinato le priorita’ e le specifiche per l’accesso alle
agevolazioni relative ai contratti di programma, avente efficacia
fino al 31 dicembre 2004;
Visto l’art. 8 del decreto-legge 14 marzo 2005, n. 35, convertito,
con modificazioni, dalla legge 14 maggio 2005, n. 80, riguardante la
«Riforma degli incentivi» che prevede, tra l’altro, l’emissione di un
decreto di natura non regolamentare del Ministro delle attivita’
produttive, di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze
e con il Ministro delle politiche agricole e forestali, che,
considerata l’ampiezza delle disposizioni da adottare di cui alle
lettere a), b), c), d), e), f), e g), del medesimo comma, e’ tutt’ora
in fase di discussione presso i citati Ministri;
Visto il quadro programmatico definito nel Piano triennale
2006-2008 degli obiettivi del Ministero delle attivita’ produttive
accolto dal Governo nella seduta del Consiglio dei Ministri del
2 dicembre 2005 che individua, tra l’altro, come obiettivo
prioritario di «focalizzare la specializzazione produttiva
dell’Italia verso un nuovo assetto industriale»;
Considerata la necessita’, nelle more dell’emissione del decreto
attuativo di cui sopra, di rinnovare quanto contenuto nel citato
decreto del 19 novembre 2003;
Decreta:

Art. 1.
Ai fini dell’efficacia della politica industriale del Governo, come
contenuta nel quadro programmatico definito nel Piano triennale
2006-2008, indicato nelle premesse, verra’ data priorita’ fino al
31 dicembre 2008, alle proposte di contratti di programma che saranno
finalizzate al raggiungimento dei seguenti obiettivi:
a) difesa e valorizzazione della grande tradizione industriale e
turistica con forte identificazione con il luogo di origine,
attraverso una maggiore tutela e promozione dello «Stile Italiano»,
con particolare riguardo alle proposte presentate da consorzi di
piccole e medie imprese prevalentemente ubicate nelle aree
sottoutilizzate del sud d’Italia;
b) salvaguardia e consolidamento delle competenze e degli assetti
industriali acquisiti in alcuni settori di forte e storica presenza
dell’industria italiana con progetti finalizzati allo sviluppo di
attivita’ ad alto contenuto tecnologico;
c) promozione di alleanze internazionali ad alto tasso di
innovazione tecnologica;
d) valorizzazione delle eccellenze nel campo dell’impresa e della
ricerca con particolare riferimento alle filiere ad elevata
tecnologia.

Art. 2.
Il Ministro delle attivita’ produttive vigilera’ sulla corretta
osservanza delle priorita’ di cui al precedente articolo sulle
proposte di contratti di programma presentate e da presentare alla
Direzione generale per il coordinamento degli incentivi alle imprese.

Art. 3.
Le presenti disposizioni si applicano alle proposte di contratti di
programma che saranno presentate successivamente alla data di
emissione del presente decreto ed a quelle che sono in essere presso
la Direzione generale per il coordinamento degli incentivi alle
imprese e per le quali, alla stessa data, e’ stata trasmessa la nota
di conferma dell’interesse al mantenimento della domanda di accesso
ai sensi della legge 14 maggio 2005, n. 80, indicata nelle premesse.
Roma, 10 febbraio 2006
Il Ministro: Scajola
Registrato alla Corte dei conti il 16 marzo 2006
Ufficio di controllo atti Ministeri delle attivita’ produttive,
registro n. 1, foglio n. 343

MINISTERO DELLE ATTIVITA’ PRODUTTIVE – DECRETO 10 febbraio 2006

Edilone.it