MINISTERO DELLE ATTIVITA' PRODUTTIVE - CIRCOLARE 5 agosto 2004: Norme armonizzate in applicazione della direttiva 89/106/CE sui materiali da costruzione | Edilone.it

MINISTERO DELLE ATTIVITA’ PRODUTTIVE – CIRCOLARE 5 agosto 2004: Norme armonizzate in applicazione della direttiva 89/106/CE sui materiali da costruzione

MINISTERO DELLE ATTIVITA' PRODUTTIVE - CIRCOLARE 5 agosto 2004: Norme armonizzate in applicazione della direttiva 89/106/CE sui materiali da costruzione - Appendice ZA. (GU n. 216 del 14-9-2004- Suppl. Ordinario n.152)

MINISTERO DELLE ATTIVITA’ PRODUTTIVE

CIRCOLARE 5 agosto 2004

Norme armonizzate in applicazione della direttiva 89/106/CE sui
materiali da costruzione – Appendice ZA.

Alle associazioni di produttori di
materiali da costruzione
All’associazione nazionale
costruttori edili
Alla Confindustria
Alla Confartigianato
Alla CNA

Con il decreto 7 aprile 2004 sono stati pubblicati i riferimenti
UNI delle norme armonizzate esistenti nel settore dei materiali da
costruzione.
Tuttavia ai fini della marcatura CE dei prodotti le Autorita’
competenti dei diversi Paesi U.E. possono indicare attraverso propri
provvedimenti nazionali quali caratteristiche essenziali contenute
nell’appendice ZA della norma armonizzata sono oggetto di
dichiarazione di prestazione da parte del produttore.
Nei casi in cui nelle appendici Z.A. in corrispondenza dei
requisiti essenziali non esiste una prescrizione legislativa, il
produttore puo’ non indicare il valore della caratteristica indicata
nell’appendice Z.A. applicando l’indicazione N.P.D. (No Performance
Determinated) per cui la marcatura CE non e’ accompagnata per queste
voci dai valori in possesso o meno del produttore.
Il Comitato Costruzioni dell’UNI ha predisposto per numerosi
prodotti le allegate schede relative alle corrispondenti appendici ZA
in cui in corrispondenza alle caratteristiche essenziali armonizzate
indica l’esistenza o meno di disposizioni legislative nazionali, e
nei casi in cui queste non esistono, propone l’introduzione
dell’obbligo di indicare o meno i valori corrispondenti delle
caratteristiche del prodotto dandone la motivazione che si ritiene
oggettiva.
Tenuto conto che il Comitato Costruzioni dell’UNI e’ un organo
tecnico in cui sono rappresentate la maggioranza delle diverse parti
interessate, comprese le Pubbliche Amministrazioni competenti,
l’orientamento assunto da tale organo in corrispondenza delle diverse
caratteristiche tecniche rappresenta un valore consensuale di
particolare rilevanza che puo’ essere assunto dai produttori di
materiale da costruzione allo scopo di migliorare il commercio e
l’adozione di materiali prodotti conformemente alla direttiva
89/106/CE.
L’orientamento che emerge dalla presente circolare non pregiudica
ovviamente la facolta’ delle diverse Amministrazioni competenti di
integrare la legislazione esistente con specifici obblighi di
indicazione dei valori corrispondenti alle diverse norme armonizzate
seguendo le procedure previste dalla legislazione italiana in vigore.
Roma, 5 agosto 2004

Il direttore generale per lo sviluppo
produttivo e la competitività
Goti

—-> vedere SCHEDE da pag. 6 a pag. 59 del S.O. in formato zip/pdf

—-> vedere SCHEDE da pag. 60 a pag. 112 del S.O. in formato zip/pdf

MINISTERO DELLE ATTIVITA’ PRODUTTIVE – CIRCOLARE 5 agosto 2004: Norme armonizzate in applicazione della direttiva 89/106/CE sui materiali da costruzione

Edilone.it