MINISTERO DELLE ATTIVITA' PRODUTTIVE | Edilone.it

MINISTERO DELLE ATTIVITA’ PRODUTTIVE

MINISTERO DELLE ATTIVITA' PRODUTTIVE - DECRETO 30 aprile 2003, n.175: Regolamento recante disposizioni per il rilascio dell'autorizzazione agli organismi di certificazione in materia di progettazione, di costruzione e immissione in commercio di unita' da diporto e loro componenti. (GU n. 162 del 15-7-2003)

MINISTERO DELLE ATTIVITA’ PRODUTTIVE

DECRETO 30 aprile 2003, n.175

Regolamento recante disposizioni per il rilascio dell’autorizzazione
agli organismi di certificazione in materia di progettazione, di
costruzione e immissione in commercio di unita’ da diporto e loro
componenti.

IL MINISTRO DELLE ATTIVITA’ PRODUTTIVE

di concerto con

IL MINISTRO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI

Vista la direttiva 94/25/CE del Parlamento europeo e del Consiglio
del 16 giugno 1994 concernente il ravvicinamento delle disposizioni
legislative, regolamentari ed amministrative degli Stati membri
riguardanti le unita’ da diporto;
Vista la legge 6 febbraio 1996, n. 52, legge comunitaria 1994 ed,
in particolare, l’articolo 49 e l’allegato A;
Visto il decreto legislativo 14 agosto 1996, n. 436, di attuazione
della predetta direttiva 94/25/CE e successive modificazioni;
Visto il decreto legislativo 11 giugno 1997, n. 205, di
integrazione e correzione del decreto legislativo 14 agosto 1996, n.
436;
Vista la guida applicativa delle direttive comunitarie sui prodotti
industriali elaborata dalla Commissione europea nell’anno 1994 ed
aggiornata nell’anno 2000, in base alle disposizioni del «nuovo
approccio» e dell’approccio globale;
Vista la risoluzione del Consiglio CE del 21 dicembre 1989
concernente un approccio globale in materia di valutazione della
conformita’, in merito anche alla rispondenza degli organismi di
certificazione alle norme della serie EN 45000;
Vista la norma UNI-CEI EN 45011 sui criteri generali per gli
organismi di certificazione dei prodotti e in particolare il punto
10;
Vista la norma UNI-CEI EN 45012 sui criteri generali per gli
organismi di certificazione dei sistemi di qualita’;
Vista la norma UNI-CEI EN ISO/IEC 17025 sui criteri generali per il
funzionamento dei laboratori di prova;
Vista la norma UNI-EN 30011-2 sui criteri generali per le verifiche
ispettive dei sistemi di qualita-qualificazione dei valutatori dei
sistemi di qualita’ (Auditors);
Vista la direttiva del Ministro dell’industria, del commercio e
dell’artigianato del 16 settembre 1998, concernente le modalita’ per
l’autorizzazione degli organismi di certificazione;
Visto il decreto ministeriale 5 ottobre 1999, n. 478, recante norme
di sicurezza per la navigazione da diporto;
Visto il protocollo d’intesa tra il Ministero dell’industria, del
commercio e dell’artigianato e l’Unioncamere per il rafforzamento
delle funzioni di vigilanza del mercato e di tutela del consumatore,
siglato in data 11 luglio 2000;
Ritenuta la necessita’ di stabilire con regolamento, ai sensi
dell’articolo 7, comma 1, del decreto legislativo 14 agosto 1996, n.
436, i requisiti e le procedure per l’accertamento dell’idoneita’
degli organismi a valutare la conformita’ alla direttiva 94/25/CE ai
fini della immissione in commercio e messa in servizio delle unita’
da diporto e dei loro componenti, cosi’ come indicati nell’articolo
1, comma 1, del sopraccitato decreto legislativo;
Visto il punto 1 dell’allegato II del decreto legislativo 14 agosto
1996, n. 436, che definisce le categorie di progettazione delle
unita’ da diporto;
Visti gli allegati X e XI del decreto legislativo 14 agosto 1996,
n. 436;
Viste le osservazioni formulate dalla Commissione europea in data
19 dicembre 2000 a seguito di notifica n. 2000/610/I effettuata ai
sensi dell’articolo 8 paragrafo 2 della direttiva 98/34/CE del 12
giugno 1998 in materia di norme e regole tecniche;
Udito il parere del Consiglio di Stato, espresso nell’adunanza
della sezione consultiva per gli atti normativi del 25 novembre 2002;
Vista la comunicazione del Presidente del Consiglio dei Ministri,
ai sensi dell’articolo 17, comma 3, della legge 23 agosto 1988, n.
400, effettuata con nota n. 1858 del 4 febbraio 2003;

A d o t t a n o

il seguente regolamento:

Art. 1.

Campo di applicazione

1. Il presente regolamento stabilisce i criteri e le modalita’ per
il rilascio delle autorizzazioni da concedere ai sensi all’articolo 7
del decreto legislativo 14 agosto 1996, n. 436, e successive
modificazioni, agli organismi di certificazione che procedono alla
valutazione della conformita’ prevista all’articolo 6 del citato
decreto legislativo n. 436/1996, come sostituito dall’articolo 2 del
decreto legislativo 11 giugno 1997, n. 205, relativamente alle unita’
da diporto con scafo di lunghezza compresa fra i 2,5 e i 24 metri e
ai componenti, sia separati che installati elencati nell’allegato I
del decreto legislativo 14 agosto 1996, n. 436, nonche’ alle
certificazioni, di cui al comma 5 dell’articolo 14 dello stesso
decreto.

Avvertenza:
Le note qui pubblicate sono state redatte
dall’amministrazione competente per materia ai sensi
dell’art. 10, comma 3 del testo unico delle disposizioni
sulla promulgazione delle leggi, sull’emanazione dei
decreti del Presidente della Repubblica e sulle
pubblicazioni ufficiali della Repubblica italiana,
approvato con D.P.R. 28 dicembre 1985, n. 1092, al solo
fine di facilitare la lettura delle disposizioni di legge
alle quali e’ operato il rinvio. Restano invariati il
valore e l’efficacia degli atti legislativi qui trascritti.

Note alle premesse:

– La direttiva del Parlamento europeo e del Consiglio
del 16 giugno 1994, n. 25 (pubblicata nella G.U.C.E. 30
giugno 1994, n. L 164), reca «Ravvicinamento delle
disposizioni legislative, regolamentari ed amministrative
degli Stati membri riguardanti le imbarcazioni da diporto».
– Il testo dell’art. 49 della legge 6 febbraio 1996, n.
52 (pubblicata nella Gazzetta Ufficiale 10 febbraio 1996,
n. 34, supplemento ordinario), recante «Disposizioni per
l’adempimento di obblighi derivanti dall’appartenenza
dell’Italia alle Comunita’ europee – legge comunitaria
1994», e’ il seguente:
«Art. 49 (Marcatura CE. Costruzione e messa in
esercizio di unita’ per la navigazione da diporto: criteri
di delega). – 1. All’attuazione della direttiva 94/25/CE
del Parlamento europeo e del Consiglio si provvede
apportando le necessarie modifiche ed integrazioni alla
legge 11 febbraio 1971, n. 50, e successive modificazioni,
per adeguarla alle disposizioni della direttiva stessa,
secondo i seguenti principi e criteri direttivi:
a) fissare dei limiti di abilitazione alla
navigazione in relazione alle categorie di progettazione
delle unita’ da diporto come previsto dalla direttiva;
b) adeguare le abilitazioni al comando delle unita’
da diporto ai limiti di cui alla lettera a);
c) adeguare le norme sulla costruzione delle unita’
da diporto alle disposizioni previste dalla direttiva;
d) adeguare la regolamentazione nazionale a quanto
previsto dalla direttiva in materia di certificazione e
marcatura;
e) adeguare la regolamentazione nazionale sulla
motorizzazione, sui carichi ammissibili e sulle persone
trasportabili a quanto previsto dalla direttiva».
– Il testo dell’allegato A alla legge 6 febbraio 1996,
n. 52 (Pubblicata nella Gazzetta Ufficiale 10 febbraio
1996, n. 34, supplemento ordinario), recante «Disposizioni
per l’adempimento di obblighi derivanti dall’appartenenza
dell’Italia alle Comunita’ europee – legge comunitaria
1994», e’ il seguente:
«Allegato A (Elenco delle Direttive oggetto della
delega legislativa) (Telecomunicazioni e certificazione CE)
94/25/CE: Direttiva del Parlamento europeo e del Consiglio,
del 16 giugno 1994, sul ravvicinamento delle disposizioni
legislative, regolamentari ed amministrative degli Stati
membri riguardanti le imbarcazioni da diporto».
– Il decreto legislativo 14 agosto 1996, n. 436
(pubblicato nella Gazzetta Ufficiale 24 agosto 1996, n.
198, supplemento ordinario), reca «Attuazione della
direttiva 94/25/CE in materia di progettazione, di
costruzione e immissione in commercio di unita’ da
diporto».
– Il decreto legisativo 11 giugno 1997, n. 205
(pubblicato nella Gazzetta Ufficiale 5 luglio 1997, n.
155), reca «Disposizioni integrative e correttive del
decreto legislativo 14 agosto 1996, n. 436, di attuazione
della direttiva 94/25/CE in materia di progettazione, di
costruzione e immissione in commercio di unita’ da
diporto».
– La direttiva del Ministro dell’industria, del
commercio e dell’artigianato del 16 settembre 1998
(pubblicata nella Gazzetta Ufficiale 10 novembre 1998, n.
263), reca «Documentazione da produrre per l’autorizzazione
degli organismi alla certificazione CE».
– Il decreto ministeriale 5 ottobre 1999, n. 478
(pubblicato nella Gazzetta Ufficiale 17 dicembre 1999, n.
295), reca «Regolamento recante norme di sicurezza per la
navigazione da dip…

[Continua nel file zip allegato]

MINISTERO DELLE ATTIVITA’ PRODUTTIVE

Edilone.it