MINISTERO DELLE ATTIVITA' PRODUTTIVE | Edilone.it

MINISTERO DELLE ATTIVITA’ PRODUTTIVE

MINISTERO DELLE ATTIVITA' PRODUTTIVE - CIRCOLARE 27 maggio 2005: Leggi di incentivazione alle imprese. Schema di garanzia fidejussoria per l'erogazione della prima quota a titolo di anticipazione. (GU n. 132 del 9-6-2005)

MINISTERO DELLE ATTIVITA’ PRODUTTIVE

CIRCOLARE 27 maggio 2005

Leggi di incentivazione alle imprese. Schema di garanzia fidejussoria
per l’erogazione della prima quota a titolo di anticipazione.

Alle imprese interessate
Alle banche concessionarie
Agli istituti collaboratori
All’A.B.I.
All’Ass.I.Lea.
All’Ass.I.Re.Me.
Alla Confindustria
Alla Confapi
Alla Confcommercio
Alla Confesercenti
Al comitato di coordinamento delle
confederazioni artigiane
All’A.N.I.A.
All’ISVAP

Con la presente circolare e’ introdotto, con applicazione
immediata, il nuovo schema di fidejussione che dovra’ essere
utilizzato ai fini dell’erogazione, a titolo di anticipazione, della
prima quota delle agevolazioni finanziarie di cui alle leggi n.
46/1982, n. 488/1992 ed agli strumenti della programmazione negoziata
ai sensi della legge n. 662/1996.
Pertanto, le fidejussioni e le polizze fidejussorie dovranno essere
rilasciate in stretta conformita’ allo schema allegato, sottoscritte
con firma autenticata e complete di attestazione dei poteri di firma
del/dei sottoscrittore/i, pena il non accoglimento delle stesse.
Le dette garanzie possono essere prestate dalle banche, dalle
imprese di assicurazioni indicate nella legge 10 giugno 1982, n. 348
e dagli intermediari finanziari iscritti nell’elenco speciale
previsto dall’art. 107 del decreto legislativo n. 385/1993.
Si fa presente, infine, che non saranno accolte le garanzie
fidejussorie rilasciate da imprese di assicurazioni o da intermediari
finanziari che, in passato, non hanno onorato le obbligazioni di
restituzione nei confronti del Ministero delle attivita’ produttive.
A tal fine, le imprese, prima di stipulare una polizza con
compagnie di assicurazione o con intermediari finanziari, dovranno
acquisire preventivo parere favorevole da parte del Ministero o della
banca concessionaria o istruttrice, ove delegata per le attivita’ di
erogazione.
Roma, 27 maggio 2005

Il direttore generale
per il coordinamento degli incentivi
alle imprese
Pasca di Magliano

SCHEMA DI FIDEJUSSIONE

Contratto fidejussorio per l’anticipazione della prima quota delle
agevolazioni di cui al Contratto di Programma, o altro, approvato con
delibera CIPE del ………… (pubblicata in Gazzetta Ufficiale n.
…. del …………..) e stipulato in data ……………. tra
…………….. ed il Ministero delle attivita’ produttive e/o al
decreto del Ministero delle attivita’ produttive di concessione
provvisoria delle agevolazioni n. ………. del
……………………..

Spett.le Ministero delle attivita’
produttive D.G.C.I.I. via del
Giorgione, 2 b 00147 Roma

Premesso che:
a) la concessione e la revoca delle agevolazioni finanziarie
previste dal Contratto di Programma /d’Area/di Localizzazione
stipulato tra …………………… ed il Ministero delle
attivita’ produttive in data …………….., e/o dal decreto del
Ministero delle attivita’ produttive di concessione provvisoria delle
agevolazioni, secondo le previsioni del …………. (cioe’
alternativamente: della legge 19 dicembre 1992, n. 488, ovvero della
legge 17 febbraio 1982, n. 46, ovvero della legge 23 dicembre 1996,
n. 662), sono disciplinate nel medesimo Contratto (ovvero decreto) e
laddove non previsto sono disciplinate da specifica normativa,
richiamandosi in particolare il decreto ministeriale …………. e
successive modifiche ed integrazioni, nonche’ le disposizioni di
legge sulle fattispecie di revoca dei contributi pubblici ed inoltre,
le relative circolari esplicative;
b) con Delibera CIPE del ……….. e’ stata approvata la
sottoscrizione del Contratto di Programma/d’Area/di Localizzazione
…………… finalizzato all’ottenimento delle agevolazioni
finanziarie previste da ………………. (inserire, ove occorra);
c) in data ……………. e’ stato sottoscritto il Contratto
di Programma/d’Area/di Localizzazione tra …………. ed il
Ministero delle attivita’ produttive, e/o emanato dal Ministero delle
attivita’ produttive il decreto di concessione provvisoria delle
agevolazioni, che prevede, oltre alle obbligazioni delle parti,
modalita’ e condizioni per l’erogazione delle agevolazioni;
d) l’impresa
……………………………………………………………
(in seguito indicata per brevita’ «Contraente»), con sede legale in
……………………., partita IVA
……………………………, iscritta presso il Registro delle
Imprese di ……………….. al n. ……… di codice
fiscale…………………………………… ed al n.
…………… del Repertorio Economico Amministrativo, nell’ambito
del citato Contratto di Programma/d’Area/di Localizzazione e/o
decreto di concessione provvisoria e’ stata ammessa alle agevolazioni
finanziarie previste da ………………….. (legge 19 dicembre
1992, n. 488, ovvero legge 17 febbraio 1982, n. 46, della legge
23 dicembre 1996, n. 662) e disciplinate dal medesimo Contratto di
Programma/d’Area/di Localizzazione e/o dal decreto di concessione
provvisoria medesimo, per un contributo complessivo di Euro
…………………….. da rendere disponibile in n. ………….
quote annuali per la realizzazione di un programma di investimenti
riguardanti la propria unita’ produttiva sita in
………………..;
e) la prima quota di contributo puo’ essere erogata a titolo di
anticipazione su richiesta del «Contraente», previa presentazione, ai
sensi del decreto ministeriale …………… del Ministero delle
attivita’ produttive, di fidejussione bancaria o polizza assicurativa
o fidejussoria irrevocabile, incondizionata ed escutibile a prima
richiesta, d’importo pari alla somma da erogare e di durata adeguata,
a garanzia dell’eventuale richiesta di restituzione della somma
stessa piu’ interessi e spese che risulti dovuta secondo le
condizioni, i termini e le modalita’ stabiliti dalla normativa e dal
decreto di concessione di cui sub c);
f) la contraente intende richiedere l’anticipazione della prima
rata annuale delle agevolazioni per l’importo di Euro
………………….; secondo le condizioni, i termini e le
modalita’ indicate dalla normativa e dai provvedimenti di
riferimento;
g) la circolare in data 27 maggio 2005, prot. n. 970.776 del
Ministero delle attivita’ produttive, pubblicata nella Gazzetta
Ufficiale della Repubblica italiana n. …………… del
……………………………., ha definito lo schema della
garanzia fidejussoria da adottare per l’erogazione a titolo di
anticipazione della prima quota delle agevolazioni finanziarie di cui
al …………… (legge 19 dicembre 1992, n. 488, ovvero legge
17 febbraio 1982, n. 46, ovvero legge 23 dicembre 1996, n. 662) e che
il presente atto e’ redatto in conformita’ alle clausole essenziali,
contenuti e forma del predetto schema ed alle disposizioni contenute
nel richiamato Contratto di Programma e/o decreto di concessione
provvisoria;
h) che la Banca ………………/Societa’ di assicurazione
/Societa’ finanziaria (1) ha preso visione della domanda di
agevolazione e dei relativi allegati nonche’ del decreto di
concessione provvisoria delle agevolazioni e dei relativi atti
presupposti e conseguenti, ed e’ perfettamente al corrente di tutte
le condizioni di revoca del contributo, cosi’ come riportate nello
stesso decreto e nella relativa normativa di riferimento;
i) che, in forza del decreto ministeriale 527/1995 e successive
modifiche ed integrazioni e delle relative circolari esplicative,
nonche’ della direttiva del Ministro dell’industria, del commercio e
dell’artigianato del 16 gennaio 2001, concernente le agevolazioni per
l’innovazione tecnologica di cui all’art. 14 della legge 17 febbraio
1982, n. 46, per le attivita’ di erogazione e di recupero dei
contributi il Ministero delle attivita’ produttive si puo’ avvalere
di Enti con esso convenzionati;
l) che l’Ente convenzionato, ove nominato per l’intervento di
cui al presente atto, risulta dal decreto di concessione provvisoria
delle agevolazioni, di cui alla precedente lettera c);
m) che alle garanzie a favore dello Stato e di cui al presente
atto si applica la normativa prevista dall’art. 1 della legge
10 giugno 1982, n. 348, e dall’art. 24, commi 32 e 33, della legge
27 dicembre 1997, n. 449;
Tutto cio’ premesso

che forma parte integrante del presente atto, la sottoscritta
…………………….. (1) (in seguito indicata per brevita’
«Societa») con sede legale in ……………………., iscritta nel
Repertorio Economico Amministrativo al n. ………., iscritta
all’albo/elenco ……………… (2), a mezzo dei sottoscritti
signori:
……………

[Continua nel file zip allegato]

MINISTERO DELLE ATTIVITA’ PRODUTTIVE

Edilone.it