MINISTERO DELLE ATTIVITA' PRODUTTIVE | Edilone.it

MINISTERO DELLE ATTIVITA’ PRODUTTIVE

MINISTERO DELLE ATTIVITA' PRODUTTIVE - CIRCOLARE 2 marzo 2005, n.2117: Normativa tecnica di riferimento per le attrezzature a pressione e per gli insiemi di cui alla direttiva 97/23/CEE e degli apparecchi semplici a pressione di cui alle direttive 87/404/CEE e 90/488/CEE. (GU n. 58 del 11-3-2005)

MINISTERO DELLE ATTIVITA’ PRODUTTIVE

CIRCOLARE 2 marzo 2005, n.2117

Normativa tecnica di riferimento per le attrezzature a pressione e
per gli insiemi di cui alla direttiva 97/23/CEE e degli apparecchi
semplici a pressione di cui alle direttive 87/404/CEE e 90/488/CEE.

Ai costruttori di attrezzature a
pressione ed insiemi
Ai costruttori di apparecchi semplici
Ai costruttori di generatori di vapore
d’acqua o acqua surriscaldata, di
recipienti in pressione di vapore
d’acqua ovvero di gas compressi
liquefatti o disciolti o di vapori
diversi dal vapore d’aqua e degli
impianti fun zionanti con liquidi caldi
sotto pressione
Ai costruttori di recipienti per
liquidi e di tubazioni per liquidi e di
recipienti per vapori e gas
Agli utilizzatori in generale di
attrezzatture a pressione ed insiemi
Con la recente pubblicazione del regolamento 1° dicembre 2004, n.
329, in ordine alla messa in servizio e l’utilizzazione delle
attrezzature a pressione e degli insiemi, e’ possibile attuare la
nuova legislazione comunitaria in forma completa, secondo i nuovi
principi.
Invece la legislazione di riferimento per la costruzione delle
attrezzature a pressione e agli insiemi, gli apparecchi semplici a
pressione, i generatori di vapore d’acqua o ad acqua calda
surriscaldata, i recipienti in pressione di vapore d’acqua ovvero di
gas compressi liquiefatti o disciolti, i recipienti di vapori diversi
dal vapore d’acqua, i recipienti degli impianti funzionanti con
liquidi caldi sotto pressione, i recipienti per liquidi, i recipienti
per vapori e gas ed alle tubazioni, e’ individuata dal decreto
legislativo 25 febbraio 2000, n. 93, di recepimento della direttiva
97/23/CEE e dal decreto legislativo 27 settembre 1991, n. 311, di
recepimento delle direttive n. 87/404/CEE e n. 90/488/CEE.
Per quanto concerne, invece, la legislazione in ordine alla messa
in servizio e l’utilizzazione delle attrezzature a pressione e degli
insiemi, questa e’ costituita dal regolamento 1° dicembre 2004, n.
329.
Pertanto, l’utilizzazione in atti amministrativi di riferimenti
allo storico regio decreto 12 maggio 1927, n. 824, non appare piu’
compatibile con il nuovo quadro legislativo.
Per quanto concerne, inoltre, i riferimenti riguardanti la
sicurezza sui luoghi di lavoro e degli operatori, presenti nel citato
regio decreto gli stessi sono stati superati dalla legislazione di
cui al decreto legislativo 19 settembre 1994, n. 626, modificato dal
decreto legislativo 19 marzo 1996, n. 242 e successive modifiche.
Restano, di conseguenza, invariate le competenze della Unita’
sanitarie locali, Aziende sanitarie locali e ARPA, derivando le
stesse da una normativa specifica.
Roma, 2 marzo 2005
Il direttore generale per lo sviluppo
produttivo e competitivita’
Goti

MINISTERO DELLE ATTIVITA’ PRODUTTIVE

Edilone.it