MINISTERO DELLE ATTIVITA' PRODUTTIVE | Edilone.it

MINISTERO DELLE ATTIVITA’ PRODUTTIVE

MINISTERO DELLE ATTIVITA' PRODUTTIVE - CIRCOLARE 18 novembre 2004, n.6325: Legge 23 agosto 2004, n. 239, articoli 53 e 54, recanti modifiche e integrazioni ai requisiti per l'accesso ai contributi in favore degli autoveicoli alimentati a gpl e metano di cui al decreto-legge 25 settembre 1997, n. 324, convertito, con modificazioni, dalla legge 25 novembre 1997, n. 403. Indicazioni e chiarimenti. (GU n. 280 del 29-11-2004)

MINISTERO DELLE ATTIVITA’ PRODUTTIVE

CIRCOLARE 18 novembre 2004, n.6325

Legge 23 agosto 2004, n. 239, articoli 53 e 54, recanti modifiche e
integrazioni ai requisiti per l’accesso ai contributi in favore degli
autoveicoli alimentati a gpl e metano di cui al decreto-legge 25
settembre 1997, n. 324, convertito, con modificazioni, dalla legge 25
novembre 1997, n. 403. Indicazioni e chiarimenti.

Alle associazioni interessate

La legge 23 agosto 2004, n. 239, agli articoli 53 e 54 amplia le
possibilita’ di accesso ai contributi previsti dall’art. 1, comma 2,
del decreto-legge 25 settembre 1997, n. 324, convertito, con
modificazioni, dalla legge 25 novembre 1997, n. 403, in favore del
settore di trazione degli autoveicoli alimentati a gpl o a metano
nonche’ di quello degli autoveicoli a trazione elettrica.
In particolare l’art. 53 consente l’accesso ai contributi per le
installazioni di impianti a gpl o a metano su autoveicoli effettuate
non piu’ entro l’anno, ma entro i tre anni dalla data di
immatricolazione. L’art. 54 estende la possibilita’ di utilizzo dei
contributi stessi non piu’ alle sole persone fisiche, ma anche alle
persone giuridiche.
In funzione di organizzare la gestione delle modifiche intervenute,
tenuto anche conto del rispetto delle regole comunitarie, e’
necessario fornire indicazioni e chiarimenti sulla corretta
applicazione della citata nuova legge e della normativa regolamentare
di riferimento.
Decorrenza.
Il contributo e’ riconoscibile anche alle persone giuridiche per
l’acquisto di autoveicolo nuovo e, sia alle persone fisiche che alle
persone giuridiche, per le installazioni effettuate entro i tre anni
dalla data di prima immatricolazione purche’ le operazioni di
acquisto e di installazione siano avvenute in data non anteriore al
28 settembre 2004, giorno di entrata in vigore della legge n.
239/2004.
Nessuna modifica normativa e’ intervenuta per le persone fisiche,
se non l’estensione del beneficio contributivo riferito non piu’ a un
anno ma a un triennio dall’immatricolazione.
Soggetti beneficiari persone giuridiche.
Le persone giuridiche possono usufruire dei contributi nei limiti
della normativa comunitaria sul de minimis, di cui al regolamento
(CE) n. 69/2001 della Commissione del 12 gennaio 2001.
Non possono usufruire del contributo le imprese esercenti attivita’
di trasporto merci in conto terzi.
Ai fini del rispetto della regola de minimis, al momento della
realizzazione dell’operazione di acquisto ovvero di installazione, il
soggetto persona giuridica che intende beneficiare del contributo
consegnera’, rispettivamente al venditore o all’installatore,
autocertificazione redatta secondo lo schema allegato, in originale e
copia.
Gli enti pubblici e le istituzioni riconosciute come persone
giuridiche non sono tenute alla presentazione della
autocertificazione di cui al precedente comma, se l’autoveicolo
oggetto di incentivazione viene utilizzato per il conseguimento dei
fini istituzionali e non nell’ambito di attivita’ di tipo economico.
L’autocertificazione stessa, in originale, dovra’ essere conservata
dal soggetto che utilizza il credito di imposta insieme con la
documentazione prevista dal comma 5 del decreto-legge 31 dicembre
1996, n. 669, convertito nella legge 28 febbraio 1997, n. 30, e con
l’«attestato di approvazione della pratica» di cui all’art. 5, ultimo
comma, degli accordi di programma approvati con il regolamento del
2 luglio 2003, n. 183.
La copia dovra’ essere trasmessa, dal venditore o
dall’installatore, alle associazioni di categoria interessate insieme
con la documentazione gia’ prevista per l’esperimento delle procedure
in conformita’ agli accordi di programma vigenti.
Autoveicoli oggetto di incentivazione.
La direttiva 92/53/CEE del Consiglio del 18 giugno 1992, che
modifica la direttiva 70/156/CEE, concernente il ravvicinamento delle
legislazioni degli Stati membri relative all’omologazione dei veicoli
a motore e dei loro rimorchi, recepita con decreto del Ministero dei
trasporti 8 maggio 1995, nell’allegato II, definisce le categorie
internazionali dei veicoli.
Poiche’ le carte di circolazione sono uniformate alla suddetta
definizione, l’esame del requisito di cui all’articolo 54, comma 1,
lettere a) e c), del decreto legislativo 30 aprile n. 1992, n. 285,
verra’ eseguito sulla base dei seguenti codici identificativi delle
categorie internazionali:
a) Ml: «veicoli destinati al trasporto di persone, aventi al
massimo otto posti a sedere oltre al sedile del conducente»;
b) N1: «veicoli destinati al trasporto merci, aventi massa
massima non superiore a 3,5 t.
Aspetti procedurali.
Tutte le norme regolamentari rimangono in vigore come modificate
dagli articoli 53 e 54 della legge 23 agosto 2004.
La presente circolare sara’ pubblicata nella Gazzetta Ufficiale
della Repubblica italiana.
Roma, 18 novembre 2004
Il Ministro: Marzano

SCHEMA DI DICHIARAZIONE

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DELL’ATTO DI NOTORIETA’
(Art. 47, D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445)

Il sottoscritto &ul;, nato a &ul; e residente in &ul; via &ul;,
in qualita’ di legale rappresentante dell’impresa &ul;, con sede in
&ul; via &ul;
valendosi delle disposizioni di cui agli articoli 46 e 47 del
decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445,
consapevole delle sanzioni penali, nel caso di dichiarazioni non
veritiere, di formazione o uso di atti falsi richiamate dall’articolo
76 dello stesso decreto del Presidente della Repubblica n. 445, e
consapevole della condizione disposta dall’articolo 75 dello stesso
decreto del Presidente della Repubblica n. 445, per cui decade dai
benefici prodotti sulla base di dichiarazione non veritiera,
avendo ricevuto negli ultimi tre anni i seguenti contributi
pubblici in regime di de minimis, di cui alla disciplina comunitaria,
per qualsiasi attivita’ o investimento: ………………… tabella
…………………..
oppure
non avendo ricevuto negli ultimi tre anni contributi pubblici in
regime di de minimis, di cui alla disciplina comunitaria, per
qualsiasi attivita’ o investimento,
DICHIARA

sotto la propria personale responsabilita’:
1) di trovarsi nei limiti della regola de minimis di cui al
regolamento (CE) n. 69/2001 della Commissione del 12 gennaio 2001;
2) che l’impresa rappresentata non esercita attivita’ di
trasporto merci in conto terzi e che gli autoveicoli oggetto di
incentivazione di cui alla legge n. 239/2004 non verranno utilizzati
per lo svolgimento di attivita’ di trasporto in conto terzi;
3) che l’impresa stessa non e’ soggetta ad amministrazione
controllata, ad amministrazione straordinaria senza continuazione
dell’esercizio di impresa, a concordato preventivo, fallimento o
liquidazione;
4) di essere iscritta alla CCIAA di &ul;, registro imprese n.
…………… e codice attivita’ n. ……………
Data …………………….
Il legale rappresentante
…………………….

A norma dell’art. 38, commi 2 e 3, del D.P.R. 445/2000, non e’ piu’
dovuta l’autentica della sottoscrizione se la stessa avviene in
presenza del dipendente addetto o se alla dichiarazione sottoscritta
viene allegata una copia fotostatica non autenticata del documento di
riconoscimento del sottoscrittore.
Informativa ai sensi del decreto legislativo del 30 giugno 2003, n.
196:
I dati sopra riportati sono prescritti dalle disposizioni
vigenti ai fini del procedimento per il quale sono richiesti e
verranno utilizzati esclusivamente a tale scopo.

MINISTERO DELLE ATTIVITA’ PRODUTTIVE

Edilone.it