Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, decreto 23 gennaio 2017 (impianti di perforazione, inquinamento da idrocarburi, navi appoggio, piattaforme) | Edilone.it

Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, decreto 23 gennaio 2017 (impianti di perforazione, inquinamento da idrocarburi, navi appoggio, piattaforme)

Definizione delle dotazioni di attrezzature e scorte di risposta ad inquinamenti marini da idrocarburi, che devono essere presenti in appositi depositi di terraferma, sugli impianti di perforazione, sulle piattaforme di produzione e sulle relative navi appoggio. (17A01111) (G.U. Serie Generale n. 37 del 14-2-2017)

(Omissis)
Art. 2
Dotazioni delle navi appoggio

1. Ciascuna nave appoggio alle unita’ di perforazione o a quelle di
produzione di oli minerali deve essere dotata di almeno:
a) 200 metri di panne di altura;
b) un sistema meccanico di recupero e separazione olio/acqua con le
caratteristiche di cui al precedente art. 1, nonche’ di casse di
raccolta;
c) 200 metri di panne assorbenti di tipo riconosciuto impiegabile,
nonche’ 1 metro cubo di materiale oleoassorbente nelle sue varie
configurazioni di tipo riconosciuto impiegabile;
d) 500 litri di prodotti disperdenti riconosciuti idonei con la
relativa apparecchiatura di dispersione.
(Omissis)
(Scaricare l’allegato)

Documento allegato

A questa pagina é allegato un file.

Scarica l file allegato
Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, decreto 23 gennaio 2017 (impianti di perforazione, inquinamento da idrocarburi, navi appoggio, piattaforme)

Edilone.it