MINISTERO DELL'AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO - DELIBERAZIONE 11 maggio 2005: Disposizioni integrative e attuative della deliberazione 12 dicembre 2001, prot. 005/CN/ALBO, recante criteri e requisiti per l'iscrizione all'Albo nella categoria 9 | Edilone.it

MINISTERO DELL’AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO – DELIBERAZIONE 11 maggio 2005: Disposizioni integrative e attuative della deliberazione 12 dicembre 2001, prot. 005/CN/ALBO, recante criteri e requisiti per l’iscrizione all’Albo nella categoria 9

MINISTERO DELL'AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO - DELIBERAZIONE 11 maggio 2005: Disposizioni integrative e attuative della deliberazione 12 dicembre 2001, prot. 005/CN/ALBO, recante criteri e requisiti per l'iscrizione all'Albo nella categoria 9 - bonifica dei siti. (GU n. 145 del 24-6-2005)

MINISTERO DELL’AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO

DELIBERAZIONE 11 maggio 2005

Disposizioni integrative e attuative della deliberazione 12 dicembre
2001, prot. 005/CN/ALBO, recante criteri e requisiti per l’iscrizione
all’Albo nella categoria 9 – bonifica dei siti.

IL COMITATO NAZIONALE
dell’albo nazionale delle imprese
che effettuano la gestione dei rifiuti
Visto il decreto legislativo 5 febbraio 1997, n. 22;
Visto l’art. 30, comma 4, del decreto legislativo 5 febbraio 1997,
n. 22, che individua, tra le imprese tenute ad iscriversi all’Albo
nazionale delle imprese che effettuano la gestione dei rifiuti, in
prosieguo denominato Albo, le imprese che intendono effettuare
attivita’ di bonifica dei siti;
Visto il decreto del Ministro dell’ambiente, di concerto con i
Ministri dell’industria, del commercio e dell’artigianato, dei
trasporti e della navigazione, e del tesoro, del bilancio e della
programmazione economica, 28 aprile 1998, n. 406, recante il
Regolamento di organizzazione e funzionamento dell’Albo, e in
particolare l’art. 6, comma 1, lettera b), che attribuisce alla
competenza del Comitato nazionale dell’albo la determinazione dei
criteri di iscrizione nelle diverse categorie e classi;
Visto il decreto del Ministro dell’ambiente, di concerto con i
Ministri dell’industria, del commercio e dell’artigianato e della
sanita’, 25 ottobre 1999, n. 471, concernente il Regolamento recante
criteri, procedure e modalita’ per la messa in sicurezza, la bonifica
e il ripristino ambientale dei siti inquinati, ai sensi dell’art. 17
del decreto legislativo 5 febbraio 1997, n. 22;
Considerato che l’iscrizione all’Albo e’ subordinata al possesso
dei requisiti di idoneita’ tecnica e di capacita’ finanziaria di cui
all’art. 11 del decreto 28 aprile 1998, n. 406;
Vista la propria deliberazione 12 dicembre 2001, prot. 005/CN/ALBO,
e successive modifiche e integrazioni, recante criteri e requisiti
per l’iscrizione all’Albo nella categoria 9 di cui all’art. 8 del
citato decreto 28 aprile 1998, n. 406;
Ravvisata l’opportunita’, al fine di consentire la piena
operativita’ della categoria 9, di adottare un provvedimento recante
disposizioni integrative e attuative della citata deliberazione 12
dicembre 2001, prot. 005/CN/ALBO;
Delibera:
Art. 1.
Attrezzature minime
1. Le attrezzature minime di cui all’allegato «A» alla
deliberazione 12 dicembre 2001, prot. 005/CN/ALBO devono rientrare
nella piena ed esclusiva disponibilita’ dell’impresa. Si intendono
nella piena ed esclusiva disponibilita’ dell’impresa le attrezzature
di proprieta’, tenute in usufrutto, acquistate con patto di riservato
dominio o prese in leasing.
2. Qualora l’impresa dimostri la disponibilita’ di attrezzature
minime non ricomprese nell’elenco di cui all’allegato «A» alla
deliberazione 12 dicembre 2001, prot. 005/CN/ALBO, deve presentare
una relazione, a firma del legale rappresentate e del responsabile
tecnico, dalla quale risulti l’effettivo utilizzo delle stesse in
relazione agli specifici interventi di bonifica che intende eseguire.
3. Le tipologie e il valore di acquisto delle attrezzature minime,
la disponibilita’ in capo all’impresa e lo stato di conservazione
delle stesse sono attestati con dichiarazione sostitutiva di atto
notorio, resa congiuntamente dal legale rappresentate dell’impresa e
dal responsabile tecnico, ai sensi dell’art. 47 del decreto del
Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445, utilizzando il
modello di cui al foglio notizie relativo alla categoria 9.

Art. 2.
Responsabile tecnico e dotazione di personale
1. I titoli di studio riconosciuti idonei ai fini del conseguimento
della professionalita’ richiesta al responsabile tecnico sono:
a) diploma di geometra o di perito industriale o di perito
tecnico o di perito chimico o di perito edile o altro tipo di diploma
riconosciuto idoneo sulla base del corrispondente ordinamento
professionale.
b) laurea in ingegneria o in chimica o in scienze biologiche o in
scienze geologiche o altra laurea riconosciuta idonea sulla base del
corrispondente ordinamento professionale.
2. L’incarico di responsabile tecnico delle imprese in attivita’
alla data di efficacia della deliberazione 12 dicembre 2001, prot.
005/CN/ALBO e che presentano domanda d’iscrizione nelle classi D e E
entro il termine previsto dall’art. 30, comma 8, del decreto
legislativo 5 febbraio 1997, n. 22, puo’ essere assunto dal legale
rappresentante dell’impresa, anche in assenza dei requisiti minimi
previsti. In tal caso le imprese interessate hanno l’obbligo di
soddisfare tali requisiti entro cinque anni dalla data d’iscrizione.
3. Ai fini del comma 2, le imprese dimostrano di essere in
attivita’ alla data di efficacia della deliberazione 12 dicembre
2001, prot. 005/CN/ALBO:
a) per gli interventi di bonifica gia’ eseguiti, mediante la
presentazione di copia autentica dei certificati di regolare
esecuzione o di collaudo contenenti una dichiarazione del committente
o della stazione appaltante con la quale viene attestato che gli
interventi eseguiti sono stati realizzati regolarmente e con buon
esito. Se tali interventi hanno dato luogo a vertenze in sede
arbitrale o giudiziaria, ne deve essere indicato l’esito.
b) per gli interventi di bonifica in corso, mediante la
presentazione di copia autentica delle autorizzazioni previste dal
decreto del Ministro dell’ambiente 25 ottobre 1999, n. 471.
4. Nelle note 2, 3 e 4 dell’allegato «C» alla deliberazione
12 dicembre 2001, prot. 005/CN/ALBO dopo le parole «un laureato in
chimica» sono aggiunte le seguenti «o un laureato in scienze
biologiche».

Art. 3.
Entrata in vigore
La presente deliberazione entra in vigore contestualmente alla
deliberazione 12 dicembre 2001, prot. 005/CN/ALBO, di cui costituisce
integrazione e attuazione.
Roma, 11 maggio 2005
Il presidente: Laraia

MINISTERO DELL’AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO – DELIBERAZIONE 11 maggio 2005: Disposizioni integrative e attuative della deliberazione 12 dicembre 2001, prot. 005/CN/ALBO, recante criteri e requisiti per l’iscrizione all’Albo nella categoria 9

Edilone.it