MINISTERO DELL'AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO | Edilone.it

MINISTERO DELL’AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO

MINISTERO DELL'AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO - CIRCOLARE 19 luglio 2005: Indicazioni relative ai materiali riciclati e beni e manufatti ottenuti con materiale riciclato, proveniente da articoli in gomma, ai sensi del decreto ministeriale 8 maggio 2003, n. 203. (GU n. 173 del 27-7-2005)

MINISTERO DELL’AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO

CIRCOLARE 19 luglio 2005

Indicazioni relative ai materiali riciclati e beni e manufatti
ottenuti con materiale riciclato, proveniente da articoli in gomma,
ai sensi del decreto ministeriale 8 maggio 2003, n. 203.

1. Materiale riciclato.

1.1. Definizione di materiale riciclato.
Materiale realizzato utilizzando rifiuti provenienti dalle
attivitita’ di recupero di articoli in gomma di natura diversa, nei
limiti in peso imposti dalle tecnologie impiegate per la produzione
del materiale medesimo.

Materiali riciclati in gomma ammissibili alla iscrizione nel
repertorio del riciclaggio.

Sono iscrivibili, a titolo di esempio e in maniera non esaustiva,
nell’elenco dei materiali riciclati all’interno del repertorio del
riciclaggio:
1) polimeri elastomerici omogenei composti da: SBR, NR, BR, IR,
CR, CIIR, CSM, EPDM, gomma siliconica, gomme fluorurate, ecc.;
2) polimeri elastomerici vulcanizzati eterogenei: materiali
eterogenei costituiti da diverse matrici polimeriche;
3) materiali compositi a base di polimeri elastomerici e
termoplastici (miscele di gomma e plastica);
4) bitumi modificati con polverino di gomma (tecnica wet);
5) conglomerati bituminosi con granulo di gomma (tecnica dry);
6) conglomerati cementizi modificati con granulo di gomma;
7) malte e pre-miscelati con polverino e granulo di gomma;
8) pre-miscelati di polverino e/o granulo di gomma con altri
polimeri e/o inerti;
9) conglomerati resino gommosi di granulo e/o polverino e leganti
poliuretanici, polimerici e/o altri leganti.
Nei predetti materiali, di cui ai punti dall’1) al 9), la
componente polimerica/elastomerica (rifiuto da post-consumo) puo’
essere presente sotto forma di polverino, granuli, chips, triturato,
raspatura, miscele, ecc.
1.2. Settori di utilizzo dei materiali riciclati.
Sono di seguito elencati a titolo di esempio e in maniera non
esaustiva i settori di utilizzo dei materiali riciclati iscrivibili
nel repertorio del riciclaggio, successivamente integrabili:

=====================================================================
Settori di Utilizzo | Materiali Riciclati
=====================================================================
Edilizia |
———————————————————————
| – Polimeri elastomerici omogenei
| composti da: SBR, NR, BR. JR. CR
| CIIR. CSNI, EPDM, gomma
|siliconica. gomme iuoruratc. ecc.:
———————————————————————
| – Polimeri elastomerici
|vulcanizzati eterogenei: materiali
| eterogenei costituiti da diverse
| matrici polimeriche;
———————————————————————
| – Conglomerati cementizi
|modificati con granulo di gomma: –
| Malte e pre-miscelati con
| polverino e granulo di gomma;
———————————————————————
| – Pre-miscelati di polverino &o
| granulo di gomma con altri
| polimeri c/o inerti:
———————————————————————
| – Conglomerati resino gommosi di
| granulo e/o polverino e leganti
| poliuretanici, polimerici e/o
| altri leganti.
———————————————————————
Arredo Urbano |
———————————————————————
| – Materiali compositi a base di
| polimeri elastomerici e
| termoplastici (miscele di gomma e
| plastica);
———————————————————————
| – Bitumi modificati con polverino
| di gomma (tecnica wet),
| Conglomerati bituminosi con
| granulo di gomma (tecnica dry);
———————————————————————
| – Conglomerati cementizi
| modificati con granulo di gomma;
———————————————————————
| – Malte e pre-miscelati con
| polverino e granulo di gomma;
| Pre-miscelati di polverino e/o
| granulo di gomma con altri
| polimeri e/o inerti;
———————————————————————
| – Conglomerati resino gommosi di
| granulo e;’o polverino e leganti
| poliuretanici, polimerici e/o
| altri leganti.
———————————————————————
Infrastruttura Viaria e Tranviaria|
———————————————————————
| – Polimeri elastomerici omogenei
| composti da: SBR, NR, BR, IR, CR,
|CIIR, CSM, EPDM, gomma siliconica,
| gomma fluorurate, ecc.:
———————————————————————
| – Materiali compositi a base di
| polimeri elastomerici e
| termoplastici (miscele di gomma e
| plastica);
———————————————————————
| – Bitumi modificati con polverino
| di gomma (tecnica wet),
———————————————————————
| – Conglomerati bituminosi con
| granulo di gomma (tecnica dry):
———————————————————————
| – Conglomerati resino gommosi di
| granulo e/o polverino e leganti
| poliuretanici, polimerici’ c’o
| altri leganti.
———————————————————————
Impianti Sportivi |
———————————————————————
| – Polimeri elastomerici omogenei
| composti da: SBR, NR, BR, IR, CR,
| CIIR CSM. EPDM, gomma siliconica,
| gomme fluorurate. ecc.:
———————————————————————
| – Polimeri elastomerici
|vulcanizzati eterogenei: materiali
| eterogenei costituiti da diverse
| matrici polimeriche:
———————————————————————
| – Materiali compositi a base di
| polimeri elastomerici’ e
| termoplastici (miscele di gomma e
| plastica);
———————————————————————
| – Conglomerati resino gommosi di
| granulo e%o polverino e leganti
| poliuretanici, polimerici eio
| altri leganti.
1.3. Limiti in peso di rifiuti nel materiale riciclato.
La tecnologia impiegata per la produzione del materiale riciclato
in questo settore impone in linea generale limiti in peso di rifiuto
in gomma molto vari in funzione sia delle caratteristiche specifiche
del materiale considerato che delle prestazioni legate al suo
utilizzo funzionale. Il materiale riciclato puo’ essere utilizzato
come additivo nella formulazione di mescole con altre basi
elastomeriche o termoplastiche oppure tal quale agglomerato con altri
materiali (resine, bitumi, cementi, ecc.) e, in questo caso tali
limiti variano notevolmente in funzione del materiale e
dell’applicazione.
Il motivo risiede nel fatto che la gomma vulcanizzata non puo’
essere rilavorata tal quale.
L’entita’ effettiva di rifiuti in gomma impiegati dovra’ essere
dichiarata nell’ambito dell’allegato A e nella perizia a corredo
della domanda.
A titolo esemplificativo e non esaustivo, si riportano di seguito
le percentuali minime i…

[Continua nel file zip allegato]

MINISTERO DELL’AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO

Edilone.it