MINISTERO DELL'AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO | Edilone.it

MINISTERO DELL’AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO

MINISTERO DELL'AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO - DECRETO 25 marzo 2005: Elenco delle Zone di protezione speciale (ZPS), classificate ai sensi della direttiva 79/409/CEE. (GU n. 168 del 21-7-2005)

MINISTERO DELL’AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO

DECRETO 25 marzo 2005

Elenco delle Zone di protezione speciale (ZPS), classificate ai sensi
della direttiva 79/409/CEE.

IL MINISTRO DELL’AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO

Vista la direttiva 79/409/CEE del Consiglio del 2 aprile 1979
concernente la conservazione degli uccelli selvatici;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 8 settembre 1997,
n. 357 «Regolamento recante attuazione della direttiva 92/43/CEE
relativa alla conservazione degli habitat naturali e seminaturali,
nonche’ della flora e della fauna selvatiche»;
Visto il decreto del Ministro dell’ambiente 20 gennaio 1999
«Modificazioni agli allegati A e B del decreto del Presidente della
Repubblica 8 settembre 1997, n. 357, in attuazione della direttiva
97/62/CEE del Consiglio, recante adeguamento al processo tecnico e
scientifico della direttiva 92/43/CEE»;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 12 marzo 2003, n.
120 «Regolamento recante modifiche ed integrazioni al decreto del
Presidente della Repubblica 8 settembre 1997, n. 357, concernente
attuazione della direttiva 92/43/CEE relativa alla conservazione
degli habitat naturali e seminaturali, nonche’ della flora e fauna
selvatiche»;
Visto il decreto del Ministro dell’ambiente del 3 aprile 2000
«Elenco delle zone di protezione speciale designate ai sensi della
direttiva 79/409/CEE e dei siti di importanza comunitaria proposti ai
sensi della direttiva 92/43/CEE»;
Vista la nota del Ministero dell’ambiente e della tutela del
territorio – Direzione protezione della natura, prot. n.
DPN/5D/2004/27191 del 12 ottobre 2004, avente ad oggetto «Urgente
richiesta di informazione relativa alla pubblicazione ufficiale dei
proposti siti di importanza comunitaria e delle zone di protezione
speciale» con la quale si fa richiesta alle regioni e alle province
autonome di Trento e Bolzano di trasmettere copia degli estratti dei
bollettini ufficiali regionali con cui e’ stata resa pubblica la
classificazione delle zone di protezione speciale e la proposta di
designazione dei siti di importanza comunitaria ricadenti nelle
regioni biogeografiche continentale e mediterranea;
Vista la nota della regione autonoma Valle d’Aosta prot. n.
48323/RN del 15 ottobre 2004 con la quale si trasmette copia
dell’estratto del bollettino ufficiale n. 30 del 27 luglio 2004
recante la delibera di giunta regionale n. 2204 del 28 giugno 2004
«Approvazione dei nuovi criteri per l’applicazione della valutazione
di incidenza nei siti di importanza comunitaria (direttiva 92/43/CEE
– Habitat) e nelle zone di protezione speciale (direttiva 79/409/CEE
– Uccelli) e revoca della deliberazione della giunta regionale n.
455072002»;
Vista la nota della regione Piemonte prot. n. 21515/21.5 del
27 ottobre 2004 con la quale si comunica, tra l’altro, che la regione
medesima ha individuato le aree finalizzate alla costituzione delle
zone di protezione speciale con deliberazione di giunta regionale n.
37-28804 del 29 novembre 1999;
Vista la nota della regione Lombardia prot. n. T1.2004.002310 del
25 ottobre 2004 con la quale si trasmette copia dell’estratto del
bollettino ufficiale regionale terzo supplemento straordinario al n.
37, recante il testo della D.G.R. n. VII/14106 dell’8 agosto 2003 e
dell’estratto n. 32 della serie editoriale ordinaria del 2 agosto
2004, recante il testo della D.G.R. n. VII/18453 del 30 luglio 2004 e
si comunica che la deliberazione di giunta regionale n. 7/19018
«Procedure per l’applicazione della valutazione d’incidenza alle Zone
di protezione speciale (ZPS) ai sensi della direttiva 79/409/CEE,
contestuale presa d’atto dell’avvenuta classificazione di quattordici
ZPS ed individuazione dei relativi enti gestori» sara’ pubblicata sul
secondo supplemento straordinario al bollettino ufficiale n. 44 del
28 ottobre 2004;
Vista il telefax della provincia autonoma di Bolzano del 18 ottobre
2004 con il quale si trasmette copia dell’estratto del bollettino
ufficiale n. 52/I-II del 18 dicembre 2001 recante il decreto del
presidente della provincia 26 ottobre 2001, n. 63 «Valutazione di
incidenza per progetti e piani all’interno delle zone facenti parte
della rete ecologica europea, in attuazione della direttiva
92/43/CEE» e dell’estratto del bollettino ufficiale n. 17/I-II del
27 aprile 2004 recante il decreto del presidente della provincia
19 marzo 2004, n. 9 «Integrazione dell’elenco delle zone di
protezione speciale di cui all’allegato B del decreto del presidente
della provincia del 26 ottobre 2001, n. 63»;
Vista la nota della provincia autonoma di Trento prot. n.
1778/D326/2004 del 26 ottobre 2004 con la quale si comunica, tra
l’altro, che la Commissione europea con decisione n. 2004/69/CEE ha
gia’ individuato l’elenco iniziale dei SIC per la regione
biogeografia alpina al cui interno ricade anche la provincia autonoma
di Trento e che con deliberazione n. 7446 del 26 novembre 1999 la
giunta provinciale ha individuato due zone di protezione speciale
«Taio di Nomi» e «Palu’ di Borghetto»;
Vista la nota della regione Veneto prot. n. 678589/47.00 del
18 ottobre 2004 con la quale si trasmette copia dell’estratto del
bollettino ufficiale regionale n. 97 del 28 settembre 2004 nel quale
risulta pubblicata la deliberazione di giunta regionale n. 2673 del
6 agosto 2004 avente ad oggetto «Direttiva 79/409/CEE, direttiva
92/43/CEE, decreto del Presidente della Repubblica 8 settembre 1997,
n. 357. Ricognizione e revisione dei siti di importanza comunitaria e
delle Zone di protezione speciale con riferimento alla tutela delle
specie faunistiche segnalate dalla Commissione europea» e copia degli
allegati A e B alla suddetta deliberazione;
Vista la nota della regione Friuli-Venezia Giulia prot.
RAF/13/F/106981 del 26 ottobre 2004 con la quale si comunica che
nella regione Friuli-Venezia Giulia l’elenco delle aree Natura 2000
non e’ stato pubblicato sul bollettino ufficiale e che con
deliberazione della giunta regionale n. 435 del 25 febbraio 2000 sono
stati recepiti i sessantadue SIC e le sette ZPS individuati dalla
regione;
Vista la nota della regione Liguria prot. n. 131633/1487 del
19 ottobre 2004, nella quale si fa presente tra l’altro che la
classificazione delle zone di protezione speciale in Liguria e’ stata
effettuata con deliberazione della giunta regionale n. 270 del
25 febbraio 2000 «Individuazione delle ZPS della Liguria»;
Visto la nota della regione Emilia-Romagna del 19 ottobre 2004,
prot. n. AMB/PRN/04/84598, con la quale si trasmettono le copie
estratte dal bollettino ufficiale regionale degli atti deliberativi
n. 1242 del 15 luglio 2002, n. 1333 del 22 luglio 2002, n. 1816 del
22 settembre 2003 e n. 2776 del 30 dicembre 2003 con i quali la
giunta regionale ha approvato l’aggiornamento dell’elenco e dei
perimetri delle aree proposte siti d’importanza comunitaria e zone di
protezione speciale;
Vista il telefax della regione Toscana del 19 ottobre 2004 con la
quale si trasmette copia della deliberazione del consiglio regionale
n. 6 del 21 gennaio 2004, pubblicata sul bollettino ufficiale
regionale n. 8 del 25 febbraio 2004, recante «Legge regionale
6 aprile 2000, n. 56 (Norme per la conservazione e la tutela degli
habitat naturali e seminaturali, della flora e della fauna).
Perimetrazione dei siti di importanza regionale e designazione delle
Zone di protezione speciale in attuazione delle direttive n.
79/409/CEE e n. 92/43/CEE»;
Vista la nota della regione Marche prot. n. 34908/21.10.04/DIP4 con
la quale si comunica tra l’altro che l’elenco delle zone di
protezione speciale e’ stato approvato con deliberazione di giunta
regionale n. 1701 del 1° agosto 2000 e pubblicata nel bollettino
ufficiale regionale n. 88 del 31 agosto 2000;
Vista la nota della regione Abruzzo prot. n. 14326 del 26 ottobre
2004 con la quale si informa che la regione Abruzzo, pur non avendo
provveduto alla pubblicazione nel bollettino ufficiale regionale dei
SIC e delle ZPS ha dato ampia diffusione alle schede degli stessi
attraverso seminari, conferenze e circolari;
Vista la nota della regione Umbria prot. n. 0162720 del 21 ottobre
2004 con la quale si precisa che con legge regionale del 24 marzo
2000, n. 27, e’ stato approvato il nuovo Piano urbanistico
territoriale (P.U.T.) e che all’art. 13 dell’impalcato normativo e
alla carta n. 8, allegata al piano, la regione dell’Umbria recepisce
integralmente le centosei aree individuate dal progetto Bioitaly
(novantadue siti d’importanza comunitaria, sette zone di protezione
speciale e sette siti d’importanza regionale);
Vista la nota della regione Molise prot. n. 2507 del 20 ottobre
2004 con la quale si comunica che la regione medesima non ha alla
data odierna pubblicato sul proprio bollettino ufficiale alcun elenco
riguardante i siti di importanza comunitaria individuati sul proprio
territorio;
Vista la nota della regione Lazio prot. D2/2A/82/185957 del
26 ottobre 2004 con la quale si segnala che con deliberazione di
giunta regionale 19 marzo 1996, n. 2146, pubblicata nel bollettino
ufficiale regionale n. 18 – parte prima – del 29 giugno 1996, si e’
provveduto all’approvazione della lista dei siti con valori di
importanza comunitaria del Lazio ai fini dell’inserimento nella rete
ecologica europea Natura 2000 e che non e’ stata prodotta alcuna
altra pubblicazione nel merito dopo l’anno 1996 pur avendo provveduto
la regione Lazio alla designazione di nuove zone di protezione
speciale;
Vista la nota della regione Campania prot. 2004.0832199 del
25 ottobre 2004 con la quale si comunica, tra l’altro, che allo stato
attuale non sono stati pubblicati nel bollettino ufficiale della
regione gli elenchi completi dei centosei proposti siti d’importanza
comunitaria e delle ventuno zone di protezione speciale;
Vista la nota della regione Puglia prot. n. 11180 dell’8 novembre
2004 con la quale si comunica che la giunta regionale ha preso atto
della revisione tecnica dei confini dei siti Natura 2000 con
deliberazione n. 1157 dell’8 agosto 2002, pubblicata nel B.U.R. n.
115 dell’11 settembre 2002;
Visto il telefax della regione Basilicata con la quale si trasmette
copia della deliberazione della giunta regionale n. 978 del 4 giugno
2003 «Pubblicazione dei siti “Natura 2000” della regione Basilicata.
POR Basilicata 2000/2006, complemento di programmazione misura 1.4,
rete ecologica», pubblicata nel bollettino ufficiale regionale n. 46
del 1° luglio 2003;
Vista la nota della Regione siciliana prot. n. 71909 del 9 novembre
2004 con la quale si trasmettono gli estratti delle Gazzette
Ufficiali della Regione siciliana n. 57 del 15 dicembre 2000 e n. 8
del 20 febbraio 2004 con le quali e’ stata resa pubblica la
classificazione delle zone di protezione speciale e la proposta di
designazione dei siti d’importanza comunitaria ricadenti nel
territorio della Regione siciliana;
Vista la nota della regione autonoma della Sardegna prot. n. 37076
del 12 ottobre 2004 con la quale in merito alle zone di protezione
speciale si evidenzia che attualmente risultano vigenti quelle aree
in precedenza individuate d’ufficio dal Ministero all’epoca
competente in materia, coincidenti con le zone umide d’importanza
internazionale ai sensi della convenzione di Ramsar della Sardegna;
Vista la nota della regione Calabria del 29 dicembre 2004, prot.
8140, con la quale si comunica che l’elenco dei pSIC e delle ZPS
individuati in Calabria e’ stato incluso nella deliberazione di
giunta regionale n. 1000 del 4 novembre 2002 recante approvazione
linee di indirizzo progetto integrato strategico Rete ecologica
regionale – POR 2000-2006. Misura 1.10, pubblicata nel bollettino
ufficiale della regione Calabria del 10 dicembre 2002, s.s. n. 6 al
n. 22 del 30 novembre 2002;
Vista la nota del Ministero dell’ambiente e della tutela del
territorio prot. GAB/2004/10741/B07 del 19 novembre 2004 con la quale
si trasmette alla Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato,
le regioni e le province autonome lo schema del decreto del Ministro
dell’ambiente e della tutela del territorio recante l’elenco delle
zone di protezione speciale designate ai sensi della direttiva
79/409/CEE per l’espressione del parere di merito;
Vista la decisione della Commissione europea del 7 dicembre 2004
che stabilisce ai sensi della direttiva 92/43/CEE del Consiglio,
l’elenco dei siti di importanza comunitaria per la regione
biogeografica continentale;
Vista la deliberazione della Conferenza per i rapporti tra lo
Stato, le regioni e le province autonome del 3 marzo 2005 con la
quale si esprime parere favorevole sul presente schema di decreto;
Considerata la necessita’ di rendere pubblico l’elenco delle zone
di protezione speciale individuate dalle regioni e dalle province
autonome di Trento e Bolzano per permetterne la conoscenza, la
valorizzazione e la tutela ai sensi della direttiva 79/409/CEE;

Decreta:

Art. 1.
1. Le zone di protezione speciale classificate ovvero istituite ai
sensi della direttiva 79/409/CEE sono elencate nell’allegato I che
costituisce parte integrante del presente decreto.
2. L’allegato I al presente decreto sostituisce l’allegato A al
decreto 3 aprile 2000 citato nelle premesse.

Art. 2.
1. I formulari standard «Natura 2000» e le cartografie delle Zone
di protezione speciale sono depositati e disponibili presso la
direzione per la protezione della natura del Ministero dell’ambiente
e della tutela del territorio e, per la parte di competenza, presso
le regioni e le province autonome di Trento e Bolzano.

Art. 3.
1. Eventuali integrazioni e/o variazioni all’elenco riportato
nell’allegato I al presente decreto verranno effettuati con
successivo decreto ministeriale.
Il presente decreto sara’ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana.
Roma, 25 marzo 2005
Il Ministro: Matteoli

Registrato alla Corte dei conti il 25 maggio 2005
Ufficio di controllo sugli atti dei Ministeri delle infrastrutture ed
assetto del territorio, registro n. 5, foglio n. 338

Allegato 1

ELENCO DELLE ZONE DI PROTEZIONE SPECIALE

—-> Vedere immagini da pag. 24 a pag. 33 in formato zip/pdf

MINISTERO DELL’AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO

Edilone.it