MINISTERO DELLA SALUTE | Edilone.it

MINISTERO DELLA SALUTE

MINISTERO DELLA SALUTE - DECRETO 30 maggio 2003: Divieto d'uso della pianta Teucrium Chamaedris. (GU n. 185 del 11-8-2003)

MINISTERO DELLA SALUTE

DECRETO 30 maggio 2003

Divieto d’uso della pianta Teucrium Chamaedris.

IL MINISTRO DELLA SALUTE

Visto il proprio decreto datato 29 luglio 1996 «Commercializzazione
di preparati contenenti parti della pianta Teucrium chamaedris (sin.
Germandree, Camedrio, Querciola)» pubblicato nella Gazzetta Ufficiale
della Repubblica italiana, serie generale, n. 181 del 3 agosto 1996;
Visto il parere espresso dal Consiglio superiore di sanita’ nella
seduta del 18 dicembre 1996, con il quale, tra l’altro, e’ stato
ribadito quanto deliberato nella riunione del 18 gennaio 1995 «… e
cioe’ che non debba essere piu’ ammesso l’impiego del camedrio nel
settore farmaceutico e della erboristeria …»;
Visto il decreto legislativo 29 maggio 1991, n. 178, cosi’ come
modificato dal decreto legislativo 18 febbraio 1997, n. 44;
Considerato che l’impiego della suddetta pianta nel Settore
erboristico comporta rischi per la salute non inferiori a quelli
derivanti dall’uso della stessa nel settore farmaceutico;
Decreta:
Art. 1.
1. E’ vietato l’uso della pianta Teucrium chamaedris (sin.
Germandree, Camedrio, Querciola) per la produzione di materia prima
farmacologicamente attiva e di medicinali per uso umano, nonche’ per
preparazioni comunque commercializzate in ambito erboristico.
Il presente decreto viene trasmesso agli organi di controllo ai
sensi della normativa vigente ed entra in vigore il giorno stesso
della sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica
italiana.
Roma, 30 maggio 2003
Il Ministro: Sirchia
Registrato alla Corte dei conti il 26 giugno 2003
Ufficio di controllo preventivo sui Ministeri dei servizi alla
persona e dei beni culturali, registro n. 4, foglio n. 180.

MINISTERO DELLA SALUTE

Edilone.it