MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI | Edilone.it

MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI

MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI - DECRETO 20 maggio 2005: Modifica del decreto 23 aprile 2003, in materia di fondi interprofessionali per la formazione continua. (GU n. 170 del 23-7-2005)

MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI

DECRETO 20 maggio 2005

Modifica del decreto 23 aprile 2003, in materia di fondi
interprofessionali per la formazione continua.

IL MINISTRO DEL LAVORO
E DELLE POLITICHE SOCIALI
di concerto con

IL MINISTRO DELL’ECONOMIA
E DELLE FINANZE

Visto l’art. 9, comma 5, della legge 19 luglio 1993, n. 236,
recante interventi urgenti a sostegno dell’occupazione;
Visto 1’art. 118 della legge 23 dicembre 2000, n. 388, come
modificato dall’art. 48 della legge 27 dicembre 2002, n. 289, che
prevede l’istituzione di fondi interprofessionali per la formazione
continua;
Visto il decreto del Ministro del lavoro e delle politiche sociali
di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze del 23
aprile 2003, registrato dalla Corte dei conti in data 16 giugno 2003,
registro n. 4, foglio n. 121, che determina, nel rispetto delle
finalita’ stabilite dalla legge e nella fase di avvio dei Fondi, i
termini e i criteri di attribuzione delle risorse stabilite ai
commi 10 e 12 lettera b) del citato art. 118 della legge 23
dicembre 2000, n. 388 e successive modificazioni;
Visti in particolare gli articoli 2, 3 e 4 del citato decreto
interministeriale del 23 aprile 2003 che stabiliscono il termine per
l’utilizzo delle risorse, le quote percentuali annue relative alle
spese di gestione ed i termini per la presentazione delle relazioni
rendicontuali;
Considerata l’esigenza di prorogare i termini stabiliti dai
succitati articoli 2, 3 e 4, al fine di consentire il miglior
utilizzo delle risorse gia’ ripartite tra i fondi interprofessionali
per la formazione continua attraverso i decreti direttoriali emanati
dall’Ufficio centrale per l’orientamento e la formazione
professionale dei lavoratori;
Decreta:

Articolo unico

1. Il comma 1 dell’art. 2 del decreto del Ministro del lavoro e
delle politiche sociali di concerto con il Ministro dell’economia e
delle finanze del 23 aprile 2003, di cui alle premesse e’ cosi’
sostituito: «Il termine per l’utilizzo delle risorse e’ stabilito in
mesi 36 a decorrere dalla data delle erogazioni».
2. Il comma 2 dell’art. 3 del decreto del Ministro del lavoro e
delle politiche sociali di concerto con il Ministro dell’economia e
delle finanze del 23 aprile 2003 e’ cosi’ sostituito: «Le spese
relative alla gestione del Fondo non possono superare la quota annua
dell’8% del contributo erogato per i primi tre anni di attivita’, la
quota annua del 6% per il quarto ed il quinto anno e del 4% a
decorrere dal sesto anno».
3. Il comma 1 dell’art. 4 del decreto del Ministro del lavoro e
delle politiche sociali, di concerto con il Ministero dell’economia e
delle finanze, del 23 aprile 2003 e’ sostituito dal seguente: «I
Fondi sono tenuti a presentare al Ministero del lavoro e delle
politiche sociali relazioni rendicontali su modello predisposto dallo
stesso Ministero, entro e non oltre il termine di 38 mesi dalla data
di erogazione».
Il presente decreto sara’ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana.
Roma, 20 maggio 2005

Il Ministro del lavoro
e delle politiche sociali
Maroni

Il Ministro dell’economia
e delle finanze
Siniscalco

Registrato alla Corte dei conti il 28 giugno 2005
Ufficio di controllo preventivo sui Ministeri dei servizi alla
persona e dei beni culturali, registro n. 4, foglio n. 335

MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI

Edilone.it