MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI | Edilone.it

MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI

MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI - DECRETO 6 agosto 2004: Riconoscimento di conformita' alle vigenti norme di sistemi di sicurezza, per i lavori da eseguirsi sulle apparecchiature e sulle reti di telecomunicazione. (GU n. 211 del 8-9-2004)

MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI

DECRETO 6 agosto 2004

Riconoscimento di conformita’ alle vigenti norme di sistemi di
sicurezza, per i lavori da eseguirsi sulle apparecchiature e sulle
reti di telecomunicazione.

IL MINISTRO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI

di concerto con

IL MINISTRO DELLA SALUTE

e

IL MINISTRO DELLE ATTIVITA’ PRODUTTIVE

Visto l’art. 28, comma 1, lettera a), del decreto legislativo
19 settembre 1994, n. 626, come modificato dall’art. 14 del decreto
legislativo 19 marzo 1996, n. 242, concernente il riconoscimento di
conformita’ alle vigenti norme per la sicurezza e la salute dei
lavoratori sul luogo di lavoro di mezzi e sistemi di sicurezza;
Visti gli articoli 10, 15 e 21 del decreto del Presidente della
Repubblica 20 marzo 1956, n. 323, concernente la prevenzione degli
infortuni negli impianti telefonici;
Constatato che attualmente e’ possibile realizzare, in alternativa
ai requisiti prescritti dagli articoli sopra citati, nuovi sistemi di
sicurezza disciplinati dalle norme tecniche CEI EN 60950, previsti
per i lavori da eseguirsi sulle apparecchiature e sulle reti di
telecomunicazione;
Ravvisata l’opportunita’ di riconoscere la conformita’ alle vigenti
norme delle nuove tecnologie disciplinate dalle norme tecniche CEI EN
60950 ai fini del disposto di cui agli articoli sopra indicati del
decreto del Presidente della Repubblica 20 marzo 1956, n. 323;
Sentita la Commissione consultiva permanente per la prevenzione
degli infortuni e l’igiene del lavoro;
Visto il decreto legislativo 23 novembre 2000, n. 427, di
attuazione della direttiva 98/34/CE come modificata dalla direttiva
98/48/CE relativa alla procedura di informazione nei settori delle
norme e delle regolamentazioni tecniche;
Attuata la procedura di consultazione della commissione dell’Unione
europea e degli Stati membri ai sensi della citata direttiva 98/34/CE
come modificata dalla direttiva 98/48/CE;

Decreta:

Art. 1.
1. Le prescrizioni dettate dagli articoli 10, 15 e 21 del decreto
del Presidente della Repubblica 20 marzo 1956, n. 323, si intendono
soddisfatte nelle condizioni operative e per le tensioni di
alimentazione previste dalla norma tecnica CEI EN 60950, anche in
relazione all’installazione, manutenzione e riparazione delle
apparecchiature e delle reti di telecomunicazione.
2. Le prescrizioni si intendono altresi’ soddisfatte per mezzi e
sistemi di sicurezza che il fabbricante o un suo mandatario residente
nell’Unione europea dichiara rispondenti ai principi generali di
sicurezza contenuti nella legge 18 ottobre 1977, n. 791 e successive
modificazioni che ha recepito la direttiva CEE 73/23.
3. Le prescrizioni si intendono anche soddisfatte per mezzi e
sistemi di sicurezza conformi a norme, regole tecniche e procedure di
fabbricazione seguite in altro Paese membro dell’Unione europea o nei
Paesi aderenti all’Accordo sullo spazio economico europeo, in modo da
garantire un livello di sicurezza equivalente a quello garantito
sulla base delle disposizioni, specifiche tecniche e standard
previsti dalla normativa italiana in materia.
Roma, 6 agosto 2004

Il Ministro del lavoro
e delle politiche sociali
Maroni

Il Ministro della salute
Sirchia

Il Ministro delle attivita’ produttive
Marzano

MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI

Edilone.it