MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI | Edilone.it

MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI

MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI - DECRETO 21 luglio 2003: Determinazione del costo orario del lavoro per il personale dipendente da imprese esercenti servizi di igiene ambientale, smaltimento rifiuti, espurgo pozzi neri e simili e depurazione delle acque. (GU n. 194 del 22-8-2003)

MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI

DECRETO 21 luglio 2003

Determinazione del costo orario del lavoro per il personale
dipendente da imprese esercenti servizi di igiene ambientale,
smaltimento rifiuti, espurgo pozzi neri e simili e depurazione delle
acque.

IL MINISTRO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI
Vista la legge 7 novembre 2000, n. 327, recante «Valutazione dei
costi del lavoro e della sicurezza nelle gare di appalto;
Visto l’art. 1, comma 1 della suddetta legge, nella parte che fa
riferimento al costo del lavoro determinato periodicamente, in
apposite tabelle, dal Ministro del lavoro e della previdenza sociale,
sulla base dei valori economici previsti dalla contrattazione
collettiva stipulata dai sindacati comparativamente piu’
rappresentativi, delle norme in materia previdenziale ed
assistenziale, dei diversi fattori merceologici e delle differenti
aree territoriali;
Visto il decreto ministeriale 2 maggio 2001, pubblicato nella
Gazzetta Ufficiale n. 126 del 1° giugno 2001, concernente la
determinazione del costo orario del lavoro dei dipendenti da aziende
esercenti servizi di igiene ambientale, smaltimento rifiuti, espurgo
pozzi neri e simili e depurazione delle acque, riferito ai mesi di
gennaio e febbraio 2001;
Considerata la necessita’ di aggiornare il suddetto costo del
lavoro a valere dal mese di maggio 2003, dal mese di settembre 2003 e
dal mese di novembre 2003;
Esaminato il contratto collettivo nazionale di lavoro per il
personale dipendente da imprese esercenti servizi di igiene
ambientale, smaltimenti rifiuti, espurgo pozzi neri e simili e
depurazione delle acque stipulato il 30 aprile 2003 tra FISE e F.P.-
CGIL, FIT CISL, UILTRASPORTI, FIADEL-CISAL e tra FISE e UGL IGIENE
AMBIENTALE, nonche’ i verbali d’intesa del 30 aprile 2003 stipulati
tra FISE e F.P.- CGIL, FIT CISL, UILTRASPORTI, FIADEL-CISAL e tra
FISE ed UGL IGIENE AMBIENTALE;
Sentite le organizzazioni sindacali dei datori di lavoro e dei
lavoratori firmatarie del sopraindicato contratto, al fine di
acquisire dati sugli elementi di costo variabili e peculiari del
settore di attivita’;
Accertato che nell’ambito del suddetto contratto non sono stati
stipulati accordi territoriali;
Decreta:
Art. 1.
Il costo orario del personale dipendente da imprese esercenti
servizi di igiene ambientale, smaltimento rifiuti, espurgo pozzi neri
e simili e depurazione delle acque riferito al mese di maggio 2003,
settembre 2003 e novembre 2003, e’ determinato in dodici distinte
tabelle, che fanno parte integrante del presente decreto.

Art. 2.
Le tabelle prescindono:
a) da eventuali benefici previsti da norme di legge di cui
l’impresa puo’ usufruire;
b) dagli oneri derivanti da interventi relativi a
infrastrutture, attrezzature, macchinari, mezzi connessi
all’applicazione del decreto legislativo 19 settembre 1994, n. 626, e
successive modificazioni.
Il presente decreto sara’ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale
della Repubblica italiana.
Roma, 21 luglio 2003
Il Ministro: Maroni

Allegato

—-> Vedere allegato da pag. 18 a pag. 29 in formato zip/pdf

MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI

Edilone.it