MINISTERO DEL LAVORO, DELLA SALUTE E DELLE POLITICHE SOCIALI - DECRETO 25 febbraio 2009 | Edilone.it

MINISTERO DEL LAVORO, DELLA SALUTE E DELLE POLITICHE SOCIALI – DECRETO 25 febbraio 2009

MINISTERO DEL LAVORO, DELLA SALUTE E DELLE POLITICHE SOCIALI - DECRETO 25 febbraio 2009 - Determinazione del costo medio orario del lavoro per i dipendenti da aziende del terziario, della distribuzione e dei servizi. (GU n. 72 del 27-3-2009 - Suppl. Ordinario n.38)

MINISTERO DEL LAVORO, DELLA SALUTE E DELLE POLITICHE SOCIALI

DECRETO 25 febbraio 2009

Determinazione del costo medio orario del lavoro per i dipendenti
da aziende del terziario, della distribuzione e dei servizi.

IL MINISTRO DEL LAVORO, DELLA SALUTE
E DELLE POLITICHE SOCIALI

Visto il decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163, concernente
«Codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture
in attuazione delle direttive 2004/17/CE e 2004/18/CE»;
Visto, in particolare, l’art. 87, comma 2, lettera g) del suddetto
provvedimento che, fra l’altro, ha recepito le disposizioni della
legge 327/2000, in ordine al costo del lavoro determinato
periodicamente, in apposite tabelle, dal Ministro del lavoro e della
previdenza sociale, sulla base dei valori economici previsti dalla
contrattazione collettiva stipulata dai sindacati comparativamente
piu’ rappresentativi, delle norme in materia previdenziale ed
assistenziale, dei diversi fattori merceologici e delle differenti
aree territoriali;
Visto il decreto ministeriale 26 aprile 2007, pubblicato nel S.O.
alla Gazzetta Ufficiale n. 113 del 17 maggio 2007, concernente la
determinazione del costo medio orario dei lavoratori dipendenti da
aziende del Terziario della Distribuzione e dei Servizi, a decorrere
dal mese di settembre 2006;
Esaminati i Contratti collettivi nazionali di lavoro per il
personale dipendente da aziende del Terziario della Distribuzione e
dei Servizi stipulati il 18 luglio 2008 tra Confcommercio, FISASCAT –
CISL e UILTUCS – UIL e quello tra la Confederazione generale italiana
del Commercio, del Turismo dei servizi e delle PMI – Confcommercio –
e la UGL;
Sentite le organizzazioni sindacali dei datori di lavoro e dei
lavoratori firmatarie dei succitati contratti collettivi nonche’ la
CGIL, al fine di acquisire dati sugli elementi di costo variabili e
peculiari delle aziende adottanti il medesimo contratto;
Esaminati gli accordi territoriali stipulati nell’ambito dei
suddetti contratti;
Considerata la necessita’ di aggiornare il suddetto costo del
lavoro a valere dal mese di febbraio 2008 , dicembre 2008 e settembre
2009;

Decreta:

Art. 1.

Il costo medio orario del lavoro per i dipendenti da aziende del
Terziario, della Distribuzione e dei Servizi, e’ determinato, nelle
allegate tabelle, distintamente per le aziende che occupano da sedici
a cinquanta dipendenti e per quelle con oltre cinquanta dipendenti,
sia a livello nazionale che a livello territoriale, con decorrenza
febbraio 2008, dicembre 2008 e settembre 2009.
Le suddette tabelle fanno parte integrante del presente decreto.

Art. 2.

Il suddetto costo del lavoro e’ suscettibile di oscillazioni in
relazione a:
a) benefici (contributivi, fiscali od altro) previsti da norme di
legge di cui l’impresa puo’ usufruire;
b) specifici benefici e/o minori oneri derivanti dall’applicazione
della contrattazione collettiva;
c) oneri derivanti da interventi relativi a infrastrutture,
attrezzature, macchinari, mezzi connessi all’applicazione del decreto
legislativo 9 aprile 2008, n.81;
d) oneri derivanti da eventuali ulteriori maggiorazioni relative
al lavoro domenicale e festivo previste dalla contrattazione di
livello territoriale.
Il presente decreto sara’ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana.
Roma, 25 febbraio 2009
Il Ministro: Sacconi

Allegato

—-> Vedere da pag. 3 a pag. 100 <---- ----> Vedere da pag. 101 a pag. 188 <----

MINISTERO DEL LAVORO, DELLA SALUTE E DELLE POLITICHE SOCIALI – DECRETO 25 febbraio 2009

Edilone.it