MINISTERO DEL LAVORO, DELLA SALUTE E DELLE POLITICHE SOCIALI - DECRETO 23 luglio 2008 | Edilone.it

MINISTERO DEL LAVORO, DELLA SALUTE E DELLE POLITICHE SOCIALI – DECRETO 23 luglio 2008

MINISTERO DEL LAVORO, DELLA SALUTE E DELLE POLITICHE SOCIALI - DECRETO 23 luglio 2008 - Diciannovesima modifica dei limiti massimi dei residui delle sostanze attive di fitosanitari, contenuti nei prodotti destinati all'alimentazione, in aggiornamento del decreto del Ministro della salute del 27 agosto 2004. (GU n. 265 del 12-11-2008 - Suppl. Ordinario n.251)

MINISTERO DEL LAVORO, DELLA SALUTE E DELLE POLITICHE SOCIALI

DECRETO 23 luglio 2008

Diciannovesima modifica dei limiti massimi dei residui delle sostanze
attive di fitosanitari, contenuti nei prodotti destinati
all’alimentazione, in aggiornamento del decreto del Ministro della
salute del 27 agosto 2004.

IL MINISTRO DEL LAVORO, DELLA SALUTE E DELLE POLITICHE SOCIALI

Visti gli articoli 5, lettera h), e 6, della legge 30 aprile
1962, n. 283, successivamente modificata con legge 26 febbraio 1963,
n. 441;
Visto l’art. 19 del decreto legislativo 17 marzo 1995, n. 194,
che prevede l’adozione con decreto del Ministro della salute di
limiti massimi di residui di sostanze attive dei prodotti
fitosanitari;
Visto l’art. 34 del decreto del Presidente della Repubblica
23 aprile 2001, n. 290, relativo ai residui ed intervalli di carenza;
Visto il decreto del Ministro della salute 27 agosto 2004
«Prodotti fitosanitari: limiti massimi di residui delle sostanze
attive nei prodotti destinati all’alimentazione» (pubblicato nella
Gazzetta Ufficiale – serie generale – n. 292 del 14 dicembre 2004,
supplemento ordinario n. 179), modificato dal decreto del Ministro
della salute 17 novembre 2004 (pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n.
30 del 7 febbraio 2005), dal decreto del Ministro della salute
4 marzo 2005 (pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 121 del
26 maggio 2005), dal decreto del Ministro della salute 13 maggio 2005
(pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 184 del 9 agosto 2005), dal
decreto del Ministro della salute 15 novembre 2005 (pubblicato nella
Gazzetta Ufficiale n. 28 del 3 febbraio 2006), dal decreto del
Ministro della salute 19 aprile 2006 (pubblicato nella Gazzetta
Ufficiale n. 162 del 14 luglio 2006), dal decreto del Ministro della
salute 20 aprile 2006 (pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 161 del
13 luglio 2006), dal decreto del Ministro della salute 23 giugno 2006
(pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 204 del 2 settembre 2006),
dal decreto del Ministro della salute 3 ottobre 2006 (pubblicato
nella Gazzetta Ufficiale n. 282 del 4 dicembre 2006), dal decreto del
Ministro della salute 26 febbraio 2007 (pubblicato nella Gazzetta
Ufficiale n. 102 del 4 maggio 2007), dal decreto del Ministro della
salute 13 giugno 2007 (pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 199 del
28 agosto 2007), dal decreto del Ministro della salute 13 giugno 2007
(pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 200 del 29 agosto 2007), dal
decreto del Ministro della salute 13 giugno 2007 (pubblicato nella
Gazzetta Ufficiale n. 201 del 30 agosto 2007), dal decreto del
Ministro della salute 31 luglio 2007 (pubblicato nella Gazzetta
Ufficiale n. 253 del 30 ottobre 2007), dal decreto del Ministro della
salute 31 luglio 2007 (pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 254 del
31 ottobre 2007), dal decreto del Ministro della salute 9 novembre
2007 (pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 53 del 3 marzo 2008),
dal decreto del Ministro della salute 22 gennaio 2008 (pubblicato
nella Gazzetta Ufficiale n. 84 del 9 aprile 2008, pag. 71); dal
decreto del Ministro della salute 22 gennaio 2008 (pubblicato nella
Gazzetta Ufficiale n. 84 del 9 aprile 2008, pag. 72), dal decreto del
Ministro della salute 22 gennaio 2008 (pubblicato nella Gazzetta
Ufficiale n. 84 del 9 aprile 2008, pag. 80);
Visti i decreti dirigenziali della Direzione generale della
sicurezza degli alimenti e della nutrizione emanati dal 15 gennaio
2007 al 17 marzo 2008, per prodotti fitosanitari contenenti le
sostanze attive alaclor, benfuracarb, cadusafos, carbofuran,
carbosulfan, 1,3 dicloropropene, dimetenamid, diuron, fosalone,
haloxyfop-R metilestere, metomil, oxidemeton-metile, tiodicarb,
triclorfon, trifluralin, vinclozolin, con i quali sono stati revocate
le loro autorizzazioni per la non iscrizione delle relative sostanze
attive nell’allegato I del decreto legislativo 17 marzo 1995, n. 194;
Visti i decreti dirigenziali della Direzione generale della
sicurezza degli alimenti e della nutrizione emanati dall’11 maggio
2006 al 6 giugno 2008, per prodotti fitosanitari contenenti le
sostanze attive acido gibberellico, acrinatrina, azadiractina,
boscalid, buprofezin, ciprodinil, clomazone, cloquintocet mexyl,
clorotalonil, clorpirifos, clotianidin, difenoconazolo, dimetoato,
exitiazox, fenhexamid, fipronil, flonicamid, fludioxonil,
fluopicolide, folpet, fosetil alluminio, halosulfuron metile,
imidacloprid, indoxacarb, isoxadifen etile, lambda cialotrina,
lufenuron, meptildinocap, metaflumizone, metalaxyl-M, olio minerale,
ortosulfamuron, oxifluorfen, penconazolo, petoxamide, procimidone,
propamocarb, propaquizafop, proquinazid, pyraclostrobin, quinoxifen,
quizalofop-p-etile, s-metolachlor, spinosad, spirodiclofen,
tebuconazolo, tiametoxam, trichoderma asperellum, valifenal, con i
quali sono state autorizzate le modifiche di impiego di prodotti gia’
registrati;
Visto il decreto del Ministro della salute 22 gennaio 2008
(pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 84 del 9 aprile 2008, pag.
71) relativo all’abrogazione dei limiti massimi di residui delle
sostanze attive sulla coltura del tabacco, riportati nell’allegato 2
del decreto del Ministro della salute 27 agosto 2004, e successivi
aggiornamenti;
Ritenuto necessario aggiornare il decreto ministeriale 27 agosto
2004, e successivi aggiornamenti, con i nuovi limiti massimi di
residui delle sostanze attive acefate, acido gibberellico,
acrinatrina, azadiractina, boscalid, buprofezin, ciprodinil,
clomazone, cloquintocet mexyl, clotianidin, difenoconazolo,
exitiazox, fenhexamid, flonicamid, fludioxonil, fluopicolide, fosetil
alluminio, halosulfuron metile, imidacloprid, isoxadifen etile,
lufenuron, meptildinocap, metaflumizone, ortosulfamuron, propamocarb,
propaquizafop, proquinazid, quizalofop-p-etile, spinosad,
spirodiclofen, tebuconazolo, tiametoxam, triflumuron, trichoderma
asperellum, valifenal;
Vista la nota informativa del Ministero della salute – Direzione
generale della sicurezza degli alimenti e della nutrizione del
22 novembre 2007 in materia di prodotti fitosanitari, con la quale si
precisa che i nuovi limiti massimi di residui trovano applicazione
con i trattamenti effettuati dopo l’entrata in vigore dei limiti
stessi;
Visto i pareri favorevoli della Commissione consultiva prodotti
fitosanitari espressi nelle sedute del 14 settembre 2005, 11 maggio
2006, 20 luglio 2006, 26 ottobre 2006, 8 febbraio 2007, 30 marzo
2007, 25 maggio 2007, 12 luglio 2007, 16 ottobre 2007, 18 dicembre
2007, 28 febbraio 2008, 8 aprile 2008;
Visto il decreto ministeriale 23 maggio 2008, recante: «Delega di
attribuzioni del Ministro del lavoro, della salute e delle politiche
sociali, per taluni atti di competenza dell’Amministrazione, al
Sottosegretario di Stato on. Francesca Martini», ed in particolare
l’art. 1, comma 2, lettera b);

Decreta:

Art. 1.

Limiti massimi di residui

1. I limiti massimi di residui delle sostanze attive acefate,
acido gibberellico, acrinatrina, azadiractina, buprofezin, clomazone,
cloquintocet mexyl, difenoconazolo, exitiazox, fenhexamid,
fludioxonil, fosetil alluminio, imidacloprid, isoxadifen etile,
lufenuron, propamocarb, propaquizafop, quizalofop-p-etile, spinosad,
tebuconazolo, tiametoxam, triflumuron indicati nell’allegato 1 del
presente decreto, sostituiscono i corrispondenti limiti massimi di
residui indicati nell’allegato 2 del decreto del Ministro della
salute 27 agosto 2004, e successivi aggiornamenti.
2. I limiti massimi di residui delle sostanze attive boscalid,
ciprodinil, clotianidin, flonicamid, fluopicolide, halosulfuron
metile, meptildinocap, metaflumizone, ortosulfamuron, proquinazid,
spirodiclofen, trichoderma asperellum, valifenal, indicati
nell’allegato 1 del presente decreto, sono aggiunti a quelli indicati
nell’allegato 2 del decreto del Ministro della salute 27 agosto 2004,
e successivi aggiornamenti.
3. I nuovi limiti massimi di residui dei prodotti fitosanitari
trovano applicazione per i trattamenti effettuati dopo l’entrata in
vigore dei limiti stessi.

Art. 2.

Impieghi e intervalli di sicurezza

1. Gli impieghi e gli intervalli di sicurezza relativi alle
sostanze attive acido gibberellico, acrinatrina, alaclor,
azadiractina, benfuracarb, buprofezin, cadusafos, carbofuran,
carbosulfan, clomazone, cloquintocet mexyl, clorotalonil,
clorpirifos, 1.3 dicloropropene, difenoconazolo, dimetenamid,
dimetoato, diuron, exitiazox, fenhexamid, fipronil, fludioxonil,
folpet, fosalone, fosetil alluminio, haloxyfop-R metilestere,
imidacloprid, indoxacarb, isoxadifen etile, lambda cialotrina,
lufenuron, metalaxyl-M, metomil, olio minerale, oxidemeton-metile,
oxifluorfen, penconazolo, procimidone, propamocarb, propaquizafop,
pyraclostrobin, quinoxifen, quizalofop-p-etile, s-metolachlor,
spinosad, tebuconazolo, tiametoxam, tiodicarb, triclorfon,
trifluralin, vinclozolin, indicati nell’allegato 2 del presente
decreto, sostituiscono quelli dell’allegato 5 del decreto del
Ministro della salute 27 agosto 2004, e successivi aggiornamenti.
2. Gli impieghi e gli intervalli di sicurezza relativi alle
sostanze attive boscalid, ciprodinil, clotianidin, flonicamid,
fluopicolide, halosulfuron metile, meptildinocap, metaflumizone,
ortosulfamuron, petoxamide, proquinazid, spirodiclofen, trichoderma
asperellum, valifenal, indicati nell’allegato 3 del presente decreto,
sono aggiunti a quelli dell’allegato 5 del decreto del Ministro della
salute 27 agosto 2004 e successivi aggiornamenti.
Il presente decreto, trasmesso alla Corte dei conti per la
registrazione e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica
italiana, entrera’ in vigore dal giorno successivo alla sua
pubblicazione.
Roma, 23 luglio 2008

p. Il Ministro Il Sottosegretario di Stato Martini

Registrato alla Corte dei conti il 25 settembre 2008
Ufficio di controllo preventivo sui Ministeri dei servizi alla
persona e dei beni culturali, registro n. 5, foglio n. 245

Allegato 1

—-> Vedere Allegato da pag. 8 a pag. 15 <---- Allegato 2 ----> Vedere Allegato da pag. 16 a pag. 39 <---- Allegato 3 ----> Vedere Allegeto da pag. 40 a pag. 42 <----

MINISTERO DEL LAVORO, DELLA SALUTE E DELLE POLITICHE SOCIALI – DECRETO 23 luglio 2008

Edilone.it