Ministero dei lavori pubblici | Edilone.it

Ministero dei lavori pubblici

Ministero dei lavori pubblici - Edilizia scolastica prefabbricata.

Circolare 10/02/1966 n. 2345
Ministero dei lavori pubblici – Edilizia
scolastica prefabbricata.

TESTO
Con circolare n.5112 in data
6-5-1965, come noto, sono state impartite direttive sulla possibilità
di realizzare edifici scolastici, ammessi al contributo statale, anche
con il sistema della prefabbricazione.
Poiché è stata segnalata, a
causa di dubbi interpretativi, qualche difficoltà nell’applicazione
delle emanate disposizioni, si ritiene opportuno, al fine di rimuovere
ogni eventuale ostacolo alla sollecita realizzazione delle opere,
ribadire che anche nelle costruzioni di edifici scolastici, ammessi al
beneficio del contributo statale, ai sensi della legge 9-8-1954, n.
645 e successive integrazioni, è consentito, ove richiesto, l’impiego
di strutture prefabbricate.
Le disposizioni impartite con la citata
circolare n.5112, che si confermano, sono state dettate,
dall’esperienza e dall’esame della materia, condotto con il Ministero
della pubblica istruzione anche nell’ambito della legge 26-1-1962, n.
17, e della successiva 18-12-1964, n.1358.
E’ emerso, infatti, in
relazione alla evoluzione in atto delle moderne tecniche costruttive,
che le costruzioni in generale e quelle scolastiche in particolare,
eseguite con il metodo della prefabbricazione oltre a presentare le
medesime garanzie di durata e di solidità delle costruzioni
tradizionali, offrono vantaggi per quanto riguarda la rapidità di
costruzione e le caratteristiche di finitura, per cui esse possono
competere con quelle tradizionali su un piano di parità di requisiti
statici, fisico-tecnici e di strutturazione architettonica.
Il
Ministero del tesoro – Ragioneria generale dello Stato – interessato
della questione, ha anch’esso rilevato, sulla base delle norme emanate
con la circolare n. 5112 nonché delle istruzioni impartite dal
Consiglio superiore dei lavori pubblici con la circolare n.1422
(questa circolare è stata compendiata nella circolare del Ministero
dei lavori pubblici n.6090 dell’11-8-1969) che il sistema della
prefabbricazione può assimilarsi ai sistemi tradizionali, nel senso
che particolari strutture prefabbricate possono trovare utilizzazione
nelle costruzioni di edifici anche scolastici, quali elementi
associati da considerarsi in sede di progetti da elaborare secondo
prestabilite norme regolamentari.
Si ritiene utile precisare, però,
che sono da escludere mere forniture di elementi o insieme di elementi
prefabbricati.
Saranno ammissibili invece progetti di edifici completi
e funzionali, prevedenti anche l’impiego parziale di elementi
prefabbricati. In tal caso saranno sempre da assicurare stabilità
statica, durevolezza e conforto abitativo, come in ogni altra
costruzione per uso scolastico.
Alle gare di appalto-concorso potranno
essere invitate soltanto le ditte iscritte nell’albo nazionale dei
costruttori nell’apposita classificazione relativa agli edifici
prefabbricati nonché le ditte qualificate nei concorsi banditi dal
Ministero della pubblica istruzione.
Alle ragionerie regionali dello
Stato ed alle coesistenti delegazioni della corte dei conti, si invia
anche per opportuna conoscenza, copia della circolare, più volte
richiamata, n. 5112 del 6-5-1965.

Ministero dei lavori pubblici

Edilone.it