Lettera circolare 25/05/1994 | Edilone.it

Lettera circolare 25/05/1994

Lettera circolare 25/05/1994 n. 1281 - Ministero dell'Interno - Legge n. 549 del 28 dicembre 1993 - Misure a tutela dell'ozono stratosferico e dell'ambiente - Chiarimenti.

Lettera circolare 25/05/1994 n. 1281
Ministero dell’Interno – Legge n.
549 del 28 dicembre 1993 – Misure a tutela dell’ozono stratosferico e
dell’ambiente – Chiarimenti.

Legge n. 549 del 28 dicembre 1993
avente per oggetto Misure a tutela dell’ozono stratosferico e
dell’ambiente ha stabilito, all’art.3, comma 2, che a partire dal 31
dicembre 1993 non possono più essere autorizzati impianti che
prevedono l’utilizzo delle sostanze elencate nella tabella A allegato
alla sopracitata legge.

Tra i suddetti impianti rientrano ovviamente
anche gli impianti antincendio utilizzanti Halon come agente
estinguente.

In attesa dell’emanazione del Decreto del Ministro
dell’Ambiente, di concerto con il Ministro dell’Industria, del
commercio e dell’Artigianato, così come previsto dall’art.3, comma 3,
della legge in oggetto, che regolamenterà più dettagliatamente
l’argomento, si forniscono di seguito, per conformità di indirizzo, i
chiarimenti e le direttive a cui i Comandi provinciali dovranno
attenersi nell’attività di prevenzione incendi.

Impianti di
spegnimento

Esami progetto

– Richieste di esame presentate dopo il
30 dicembre 1993:non possono essere autorizzati impianti antincendio
che prevedono l’utilizzo delle sostanze elencate nella tabella A
allegata alla legge in oggetto.

– Richieste di esame presentate
anteriormente al 31 dicembre 1993:dovrà essere richiamata l’attenzione
sul rispetto di quanto previsto dall’art.3, comma 3, della legge in
oggetto, in merito agli impianti già venduti ed installati
anteriormente alla data del 31 dicembre 1993.

sopralluoghi ai fini
del rilascio del CPI

Gli impianti di spegnimento utilizzanti
sostanze di cui alla tabella A, allegata alla legge in oggetto, a
servizio di attività soggette ai controlli di prevenzione incendi,
possono essere utilizzati solo se autorizzati in sede di esame
progetto e/o installati anteriormente al 31 dicembre 1993.

Estintori
portatili e carrellati

Su conforme parere del Ministero
dell’Ambiente si precisa che il divieto di cui all’art.3, comma 2,
della legge in oggetto fa riferimento esclusivamente ad impianti,
intesi come insieme di apparecchiature ed attrezzature installate ed
operanti in maniera coordinata tra loro, per cui è consentito
l’utilizzo di estintori portatili e carrellati funzionanti ad halon,
non rientrando gli stessi tra gli impianti soggetti al divieto di cui
sopra.

Lettera circolare 25/05/1994

Edilone.it