Legge dello Stato 23/12/1982 | Edilone.it

Legge dello Stato 23/12/1982

Legge dello Stato 23/12/1982 n. 938 - Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 12 novembre 1982, n. 829, concernente interventi urgenti in favore delle popolazioni colpite da calamità naturali o eventi eccezionali. Gazzetta Ufficiale 29/12/1982 n. 356

Legge dello Stato 23/12/1982 n. 938
Conversione in legge, con
modificazioni, del decreto-legge 12 novembre 1982, n. 829, concernente
interventi urgenti in favore delle popolazioni colpite da calamità
naturali o eventi eccezionali.
Gazzetta Ufficiale 29/12/1982 n.
356

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA
Promulga
la seguente legge:

Articolo unico
E’ convertito in legge il decreto-legge 12 novembre
1982, n. 829, concernente interventi urgenti in favore delle
popolazioni colpite da calamità naturali o eventi eccezionali, con le
seguenti modificazioni:
All’articolo 1, al secondo comma, le parole:
“di intesa con le regioni interessate” sono sostituite con le altre:
“sentito il parere delle regioni interessate, che va espresso entro un
termine compatibile con le necessità dell’emergenza”;
All’articolo 2:

sono soppresse le seguenti parole: “i residui delle assegnazioni del
Fondo di cui all’articolo 2 del decreto-legge 26 novembre 1980, n.
776, convertito, con modificazioni, nella legge 22 dicembre 1980, n.
874, nonchè”;
è aggiunto il seguente comma:
“Al Fondo per la
protezione civile viene altresì assegnata la somma di lire 80
miliardi”;
L’articolo 3 è sostituito con il seguente:
“Per gli
adempimenti di cui al presente decreto è autorizzato l’impiego di
personale civile e militare dello Stato, nei limiti di quaranta unità,
delle qualifiche dirigenziali, direttive, di concetto ed esecutive,
presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri a disposizione del
Ministro per il coordinamento della protezione civile.
Il personale
civile è collocato fuori ruolo, il personale militare con grado di
generale o colonnello e gradi corrispondenti non è computato nei
contingenti massimi di cui all’articolo 3 della legge 10 dicembre
1973, n. 804, e quello di grado inferiore a colonnello, ivi compresi i
sottoufficiali, è collocato in soprannumero nell’organico del
rispettivo ruolo e grado”;
L’articolo 4 è sostituito con il seguente:

“Le somme prelevate dal Fondo di cui al precedente articolo 1 sono
reintegrate dal Ministero del tesoro nell’ambito degli esercizi 1983 e
1984, con apposite norme da inserire nella legge di bilancio, sulla
base di rendiconti presentati dal Ministro per il coordinamento della
protezione civile entro l’anno 1984”;
Dopo l’articolo 5 è aggiunto il
seguente:
“Art. 5-bis. All’onere di lire 80 miliardi previsto al
secondo comma del precedente articolo 2 si provvede mediante
corrispondente riduzione del capitolo 9001 dello stato di previsione
del Ministero del tesoro per l’anno 1983, all’uopo parzialmente
utilizzando, quanto a lire 75 miliardi, l’accantonamento di cui alla
voce “Interventi in favore del settore della grande viabilità” e
quanto a lire 5 miliardi quello di cui alla voce “Razionalizzazione
della rete distributiva”.
Il Ministro del tesoro è autorizzato ad
apportare, con propri decreti, le occorrenti variazioni di bilancio”.

Legge dello Stato 23/12/1982

Edilone.it