Legge dello Stato 13/07/1984 | Edilone.it

Legge dello Stato 13/07/1984

Legge dello Stato 13/07/1984 n. 313 - Interventi straordinari per l'edilizia teatrale e cinematografica e per l'industria cinematografica.

Legge dello Stato 13/07/1984 n. 313

Interventi straordinari per
l’edilizia teatrale e cinematografica e per l’industria
cinematografica.

Art. 1.
1. Il fondo di sostegno di cui all’art. 1
della legge 23-7-1980, n. 378, integrato con le leggi 17-2-1982, n.
43, e 10-5-1983, n. 182, è ulteriormente integrato per l’esercizio
1984 di lire 30 miliardi mediante un conferimento di pari importo da
parte dello Stato.
2. Una quota sino al 40 per cento del conferimento
di cui al precedente comma è riservata alla concessione di contributi
in conto capitale e ad operazioni di finanziamento a tasso agevolato,
secondo le modalità indicate agli artt. 1 e 2 della0suddetta legge
23-7-1980, n. 378, per la effettuazione di opere di adeguamento delle
sale cinematografiche di pubblico spettacolo alla normativa vigente in
materia di sicurezza dei locali sulla base di prescrizioni dei
competenti pubblici organi di controllo o di disposizioni di carattere
generale di diretta applicazione.
Art. 2.
1. Per un periodo di due
anni dalla data di entrata in vigore della presente legge è concesso
alle imprese esercenti sale cinematografiche un abbuono del 25 per
cento dell’imposta sugli spettacoli dovuta per ogni giornata di
attività. Tale abbuono è cumulabile, nei limiti del debito d’imposta,
con quelli previsti dalla legge 4-11-1965, n. 1213, e successive
modificazioni. Resta fermo quanto disposto dall’art. 3 della legge
17-2-1982, n. 43, e dall’art. 3, tredicesimo comma, della legge
10-5-1983, n. 182.
Art. 3.
1. Presso la sezione autonoma per il
credito teatrale della Banca nazionale del lavoro, istituita dall’art.
41 della legge 14-8-1967, n. 800, è istituito un fondo speciale
straordinario di lire 5 miliardi mediante un conferimento di pari
importo da parte dello Stato per la corresponsione, anche in deroga a
leggi vigenti, di contributi sugli interessi su mutui concessi, da
istituti di credito, per il finanziamento di lavori di adeguamento
delle sale teatrali di pubblico spettacolo alla normativa vigente in
materia di sicurezza, sulla base di prescrizioni dei competenti
pubblici organi di controllo o di disposizioni di carattere generale
di diretta applicazione. Sul medesimo fondo e nei limiti del 20 per
cento di esso possono essere concessi contributi sugli interessi anche
per il finanziamento di lavori di ammodernamento delle sale teatrali
di pubblico spettacolo.
2. Il contributo di cui al precedente comma è
pari al 50 per cento del tasso ufficiale di sconto vigente al 1°
gennaio dell’anno di stipula del mutuo, viene concesso per un periodo
massimo di cinque anni dalla competente sezione autonoma per il
credito teatrale della Banca nazionale del lavoro ed è erogato dalla
stessa entro i successivi sessanta giorni in un’unica soluzione.
3.
Con proprio decreto il Ministro del turismo e dello spettacolo fisserà
i massimali di mutuo ammissibili per la concessione dei predetti
contributi.

Legge dello Stato 13/07/1984

Edilone.it