Legge dello Stato 05/08/1981 | Edilone.it

Legge dello Stato 05/08/1981

Legge dello Stato 05/08/1981 n. 502 - Accettazione ed esecuzione del protocollo recante emendamento all'articolo 14, paragrafo 3, dell'accordo europeo del 30 settembre 1957 relativo al trasporto internazionale di merci pericolose su strada (ADR), adottato a New York il 21 agosto 1975. Suppl. Ordinario G.U. 11/09/1981 n. 250

Legge dello Stato 05/08/1981 n. 502
Accettazione ed esecuzione del
protocollo recante emendamento all’articolo 14, paragrafo 3,
dell’accordo europeo del 30 settembre 1957 relativo al trasporto
internazionale di merci pericolose su strada (ADR), adottato a New
York il 21 agosto 1975.
Suppl. Ordinario G.U. 11/09/1981 n. 250

IL
PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

Promulga

la seguente legge:

Art. 1

Il Presidente della Repubblica è autorizzato ad accettare il
protocollo recante emendamento all’articolo 14, paragrafo 3,
dell’accordo europeo del 30 settembre 1957 relativo al trasporto
internazionale di merci pericolose su strada (ADR), adottato a New
York il 21 agosto 1975.

Art. 2

Piena ed intera esecuzione è data
al protocollo di cui all’articolo precedente a decorrere dalla sua
entrata in vigore in conformità all’articolo 3 del protocollo stesso.

Traduzione non ufficiale

N.B.: I testi facenti fede sono
unicamente quelli indicati dal protocollo.

Protocollo che modifica
il paragrafo 3 dell’articolo 14 dell’accordo europeo

del 30
settembre 1957 relativo al trasporto internazionale

delle merci
pericolose su strada (ADR)

Le parti del presente Protocollo,

avendo esaminato le disposizioni dell’Accordo europeo relativo al
trasporto internazionale delle merci pericolose su strada (ADR),
adottato a Ginevra il 30 settembre 1957 (qui appresso denominato
“l’Accordo”), per quanto riguarda la procedura di modifica degli
Allegati al detto Accordo, e in particolare il paragrafo 3
dell’articolo 14 dell’Accordo;

notando che le Parti contraenti
dell’Accordo trovano a volte difficoltà ad attuare le misure di
applicazione interne richieste per l’entrata in vigore degli
emendamenti entro il termine di tre mesi previsto dal paragrafo 3
dell’articolo 14 dell’Accordo, tra il momento in cui tali emendamenti
sono ritenuti accettati e la data della loro entrata in vigore;

augurandosi di modificare su tale punto le disposizioni del
paragrafo 3 dell’articolo 14 dell’Accordo;

convengono quanto segue:

Art. 1

(Modificazione del paragrafo 3 dell’articolo 14
dell’Accordo)

Il paragrafo 3 dell’articolo 14 dell’Accordo viene
modificato in modo da leggersi come segue:

“3. Ogni progetto di
modifica degli allegati sarà ritenuto accettato a meno che, entro un
termine di tre mesi a partire dalla data in cui è stato trasmesso dal
Segretario generale, almeno un terzo delle Parti contraenti, o cinque
di loro, se il terzo è superiore a tale cifra, non abbiano notificato
per iscritto al Segretario generale la loro opposizione
all’emendamento proposto. Se l’emendamento viene ritenuto accettato,
esso entrerà in vigore per tutte le Parti contraenti allo spirare di
un nuovo termine che sarà di tre mesi, tranne nei casi seguenti:

a)
nel caso in cui modifiche analoghe siano state apportate o siano in
procinto di essere apportate agli altri accordi internazionali di cui
al paragrafo 1 del presente articolo, l’emendamento entrerà in vigore
allo spirare di un termine che sarà fissato dal Segretario generale in
modo da permettere, in tutta la misura del possibile, l’entrata in
vigore simultanea del detto emendamento e di quelli che sono stati o
verranno probabilmente apportati a tali altri accordi; il termine non
potrà, tuttavia, essere inferiore ad un mese;

b) la Parte contraente
che sottopone il progetto di modifica potrà specificare nella sua
proposta un termine di durata superiore a tre mesi per l’entrata in
vigore dell’emendamento nel caso in cui venga accettato”.

Art. 2

(Accettazione del presente Protocollo)

Il presente Protocollo è
aperto all’accettazione delle Parti contraenti dell’Accordo. Gli
strumenti di accettazione saranno depositati presso il Segretario
generale dell’Organizzazione delle Nazioni Unite.

Art. 3

(Entrata
in vigore del presente protocollo)

1. Il presente Protocollo e gli
emendamenti in esso contenuti entreranno in vigore un mese dopo la
data in cui tutte le Parti contraenti dell’Accordo avranno depositato
il loro strumento di accettazione presso il Segretario generale delle
Nazioni Unite.

2. Ogni Stato che divenga Parte contraente
dell’Accordo successivamente all’entrata in vigore del Presente
Protocollo diviene Parte contraente dell’Accordo modificato dal
Protocollo.

Art. 4

(Disposizioni varie)

L’originale del presente
Protocollo, in francese e in inglese, sarà depositato presso il
Segretario generale dell’Organizzazione delle Nazioni Unite, che ne
trasmetterà un esemplare certificato conforme alle Parti contraenti
dell’Accordo e a tutti gli Stati abilitati a divenire parti di questo
ultimo.

Fatto dal Segretario generale dell’Organizzazione delle
Nazioni Unite a New York, il 21 agosto 1975, data dell’espletamento
della procedura mediante la quale le Parti contraenti dell’Accordo e
gli altri Stati interessati hanno deciso di aprire il presente
Protocollo all’accettazione.

Legge dello Stato 05/08/1981

Edilone.it