LEGGE 17 luglio 2006, n.234 | Edilone.it

LEGGE 17 luglio 2006, n.234

LEGGE 17 luglio 2006, n.234 - Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 7 giugno 2006, n. 206, recante disposizioni urgenti in materia di IRAP e di canoni demaniali marittimi. (GU n. 167 del 20-7-2006)

LEGGE 17 luglio 2006, n.234

Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 7 giugno
2006, n. 206, recante disposizioni urgenti in materia di IRAP e di
canoni demaniali marittimi.

La Camera dei deputati ed il Senato della Repubblica hanno
approvato;

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

Promulga
la seguente legge:
Art. 1.
1. Il decreto-legge 7 giugno 2006, n. 206, recante disposizioni
urgenti in materia di IRAP e di canoni demaniali marittimi, e’
convertito in legge con le modificazioni riportate in allegato alla
presente legge.
2. La presente legge entra in vigore il giorno successivo a quello
della sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale.
La presente legge, munita del sigillo dello Stato, sara’ inserita
nella Raccolta ufficiale degli atti normativi della Repubblica
italiana. E’ fatto obbligo a chiunque spetti di osservarla e di farla
osservare come legge dello Stato.
Data a Roma, addi’ 17 luglio 2006
NAPOLITANO
Prodi, Presidente del Consiglio dei
Ministri
Padoa Schioppa, Ministro dell’economia
e delle finanze

Visto, il Guardasigilli: Mastella

LAVORI PREPARATORI
Camera dei deputati (atto n. 1005):
Presentato dal Presidente del Consiglio dei Ministri
(Prodi) e dal Ministro dell’economia e delle finanze
(Padoa-Schioppa) l’8 giugno 2006.
Assegnato alla VI commissione (Finanze), in sede
referente, il 13 giugno 2006 con pareri del Comitato pe la
legislazione e delle commissioni I, II, V, IX e X.
Esaminato dalla VI commissione il 14 giugno 2006.
Esaminato in aula il 27 e 28 giugno 2006 e approvato il
29 giugno 2006.
Senato della Repubblica (atto n. 700):
Assegnato alla 6ª commissione (Finanze), in sede
referente, il 29 giugno 2006, con pareri delle commissioni
1ª, 2ª, 5ª, 8ª, 10ª e 12ª.
Esaminato dalla 1ª commissione (Affari costituzionali),
in sede consultiva, sull’esistenza dei presupposti di
costituzionalita’ il 4 luglio 2006.
Esaminato in aula sull’esistenza dei presupposti di
costituzionalita’ il 10 luglio 2006.
Esaminato dalla 6ª commissione il 5 e 12 luglio 2006.
Esaminato in aula l’11 luglio 2006 e approvato il 12
luglio 2006.

Avvertenza:
Il decreto-legge 7 giugno 2006, n. 206, e’ stato
pubblicato nella Gazzetta Ufficiale – serie generale – n.
131 dell’8 giugno 2006.
A norma dell’art. 15, comma 5, della legge 23 agosto
1988, n. 400 (Disciplina dell’attivita’ di Governo e
ordinamento della Presidenza del Consiglio dei Ministri),
le modifiche apportate dalla presente legge di conversione
hanno efficacia dal giorno successivo a quello della sua
pubblicazione.
Il testo del decreto-legge coordinato con la legge di
conversione e corredato delle relative note e’ pubblicato
in questa stessa Gazzetta Ufficiale alla pag. 43.

Allegato
MODIFICAZIONI APPORTATE IN SEDE DI CONVERSIONE
AL DECRETO-LEGGE 7 GIUGNO 2006, N. 206.

All’articolo 1, sono aggiunti in fine, i seguenti commi:
«1-bis. Le disposizioni contenute nell’articolo 1, comma 174,
quinto periodo, della legge 30 dicembre 2004, n. 311, si applicano
limitatamente alle regioni che non abbiano raggiunto, entro il 30
giugno 2006, un accordo con il Governo sulla copertura dei disavanzi
di gestione del servizio sanitario regionale e si interpretano nel
senso che l’IRAP e’ calcolata maggiorando di un punto percentuale
l’aliquota, ordinaria o ridotta, vigente nelle regioni interessate,
fatti salvi comunque i regimi di esenzione.
1-ter. Il versamento della prima rata di acconto dell’IRAP dovuta
dai contribuenti interessati dalle disposizioni dell’articolo 1,
comma 174, quinto periodo, della legge 30 dicembre 2004, n. 311,
effettuato entro il 20 luglio 2006, non e’ soggetto alla
maggiorazione dello 0,40 per cento a titolo di interesse
corrispettivo».
All’articolo 2, al comma 1, dopo le parole «e successive
modificazioni,» sono inserite le seguenti: «dopo le parole: “delle
categorie interessate” sono inserite le seguenti: “nonche’ con le
associazioni dei consumatori”» e le parole: «30 settembre 2006» sono
sostituite dalle seguenti: «31 ottobre 2006».

LEGGE 17 luglio 2006, n.234

Edilone.it