LEGGE 16 dicembre 2005, n.282 | Edilone.it

LEGGE 16 dicembre 2005, n.282

LEGGE 16 dicembre 2005, n.282 - Ratifica ed esecuzione della Convenzione congiunta in materia di sicurezza della gestione del combustibile esaurito e dei rifiuti radioattivi, fatta a Vienna il 5 settembre 1997. (GU n. 5 del 7-1-2006- Suppl. Ordinario n.3)

LEGGE 16 dicembre 2005, n.282

Ratifica ed esecuzione della Convenzione congiunta in materia di
sicurezza della gestione del combustibile esaurito e dei rifiuti
radioattivi, fatta a Vienna il 5 settembre 1997.

La Camera dei deputati ed il Senato della Repubblica hanno
approvato;

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA
Promulga

la seguente legge:
Art. 1.
Autorizzazione alla ratifica
1. Il Presidente della Repubblica e’ autorizzato a ratificare la
Convenzione congiunta in materia di sicurezza della gestione del
combustibile esaurito e dei rifiuti radioattivi, fatta a Vienna il
5 settembre 1997.

Art. 2.
Ordine di esecuzione
1. Piena ed intera esecuzione e’ data alla Convenzione di cui
all’articolo 1, a decorrere dalla data della sua entrata in vigore,
in conformita’ a quanto disposto dall’articolo 40 della Convenzione
stessa.

Art. 3.
Copertura finanziaria
1. Per l’attuazione della presente legge e’ autorizzata la spesa
di euro 28.911 annui a decorrere dal 2005. Al relativo onere si
provvede mediante corrispondente riduzione dello stanziamento
iscritto, ai fini del bilancio triennale 2005-2007, nell’ambito
dell’unita’ previsionale di base di parte corrente «Fondo speciale»
dello stato di previsione del Ministero dell’economia e delle finanze
per l’anno 2005, allo scopo parzialmente utilizzando l’accantonamento
relativo al Ministero degli affari esteri.
2. Il Ministro dell’economia e delle finanze e’ autorizzato ad
apportare, con propri decreti, le occorrenti variazioni di bilancio.

Art. 4.
Entrata in vigore
1. La presente legge entra il vigore il giorno successivo a
quello della sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale.
La presente legge, munita del sigillo dello Stato, sara’ inserita
nella Raccolta ufficiale degli atti normativi della Repubblica
italiana. E’ fatto obbligo a chiunque spetti di osservarla e di farla
osservare come legge dello Stato.

Data a Roma, addi’ 16 dicembre 2005

CIAMPI

Berlusconi, Presidente del Consiglio
dei Ministri
Fini, Ministro degli affari esteri
Scajola, Ministro delle attivita’
produttive
Matteoli, Ministro dell’ambiente e
della tutela del territorio
Visto, il Guardasigilli: Castelli

—-> Vedere Testo in lingua da pag. 6 a pag. 39 del S.O. in corso
di inserimento

—-> Vedere Traduzione da pag. 40 a pag. 62 del S.O. in corso
di inserimento

LAVORI PREPARATORI
Camera dei deputati (atto n. 4673):
Presentato dall’on.le Calzolaio ed altri il 4 febbraio
2004.
Assegnato alla III commissione (Affari esteri), in sede
referente, il 25 febbraio 2004, con pareri delle
commissioni I, V, VIII, X e XII.
Esaminato dalla III commissione l’11 marzo 2004; il
19 maggio 2004; il 16 giugno 2004; il 21 luglio 2004; il
28 settembre 2004; il 7-21-27 ottobre 2004; il 16 novembre
2004; il 17 e 24 febbraio 2005; il 3 marzo 2005.
Esaminato in aula il 16 maggio 2005 e approvato in un
testo unificato con atto C. 5546 d’iniziativa del Ministro
degli affari esteri (Fini), del Ministro delle attivita’
produttive (Marzano) e il Ministro dell’ambiente e
territorio (Matteoli) il 17 maggio 2005.
Senato della Repubblica (atto n. 3428):
Assegnato alla 3ª commissione (Affari esteri), in sede
referente, il 24 maggio 2005, con pareri delle commissioni
1ª, 5ª, 10ª, 12ª e 13ª.
Esaminato dalla 3ª commissione il 28 giugno 2005 ed il
6 luglio 2005.
Relazione scritta presentata l’11 luglio 2005 (atto n.
3428/A – relatore sen. Pellicini).
Esaminato in aula e approvato il 22 novembre 2005.

LEGGE 16 dicembre 2005, n.282

Edilone.it