GARANTE PER LA PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI - DELIBERAZIONE 28 giugno 2012 | Edilone.it

GARANTE PER LA PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI – DELIBERAZIONE 28 giugno 2012

GARANTE PER LA PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI - DELIBERAZIONE 28 giugno 2012 - Differimento dell'efficacia dell'autorizzazione al trattamento dei dati a carattere giudiziario correlato all'attivita' di mediazione finalizzata alla conciliazione delle controversie civili e commerciali. (Deliberazione n. 182/2012). (12A07693) - (GU n. 163 del 14-7-2012 )

GARANTE PER LA PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI

DELIBERAZIONE 28 giugno 2012

Differimento dell’efficacia dell’autorizzazione al trattamento dei
dati a carattere giudiziario correlato all’attivita’ di mediazione
finalizzata alla conciliazione delle controversie civili e
commerciali. (Deliberazione n. 182/2012). (12A07693)

IL GARANTE
PER LA PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI

In data odierna, con la partecipazione del dott. Antonello Soro,
presidente, della dott.ssa Augusta Iannini, vicepresidente, della
dott.ssa Giovanna Bianchi Clerici e della prof.ssa Licia Califano,
componenti, e del dott. Daniele De Paoli, segretario generale;
Visto il decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196, recante il
Codice in materia di protezione dei dati personali;
Visti gli articoli 21, comma 1, e 27 del Codice, che consentono il
trattamento di dati giudiziari, rispettivamente, da parte di soggetti
pubblici e di privati o di enti pubblici economici, soltanto se
autorizzato da espressa disposizione di legge o provvedimento del
Garante che specifichino le finalita’ di rilevante interesse pubblico
del trattamento, i tipi di dati trattati e le operazioni eseguibili;
Considerato che il trattamento dei dati in questione puo’ essere
autorizzato dal Garante anche d’ufficio con provvedimenti di
carattere generale, relativi a determinate categorie di titolari o di
trattamenti (art. 40 del Codice);
Vista l’autorizzazione del Garante al trattamento dei dati a
carattere giudiziario correlato all’attivita’ di mediazione
finalizzata alla conciliazione delle controversie civili e
commerciali del 21 aprile 2011, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale 3
maggio 2011, n. 101, (disponibile sul sito
http://www.garanteprivacy.it/, doc. web n. 1808676), efficace sino al
30 giugno 2012;
Ritenuta la necessita’ di differire l’adozione di una nuova
autorizzazione sostitutiva di quella sopra menzionata, al fine di
completare il processo di armonizzazione e consolidamento delle
prescrizioni gia’ impartite, tenendo conto dell’esperienza maturata
nella fase di prima applicazione della medesima e anche al fine di
tenere in considerazione eventuali indicazioni e suggerimenti
provenienti del settore interessato;
Ritenuto, pertanto, di differire sino al 31 dicembre 2012
l’efficacia della predetta autorizzazione generale per permettere la
temporanea prosecuzione dei vari trattamenti di dati giudiziari gia’
autorizzati, uniformandone la scadenza a quella delle altre
autorizzazioni generali rilasciate dal Garante ai sensi dell’art. 40
del Codice;
Visti gli atti d’ufficio;
Viste le osservazioni dell’Ufficio formulate dal segretario
generale ai sensi dell’art. 15 del regolamento del Garante n. 1/2000;
Relatore la dott.ssa Augusta Iannini;

Delibera:

di differire di sei mesi, sino al 31 dicembre 2012, l’efficacia
dell’autorizzazione del Garante al trattamento dei dati giudiziari
correlato all’attivita’ di mediazione finalizzata alla conciliazione
delle controversie civili e commerciali del 21 aprile 2011,
pubblicata nella Gazzetta Ufficiale 3 maggio 2011, n. 101, efficace
sino al 30 giugno 2012;
Il presente provvedimento sara’ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale
della Repubblica italiana.

Roma, 28 giugno 2012

Il Presidente: Soro

Il relatore: Iannini

Il segretario generale: De Paoli

GARANTE PER LA PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI – DELIBERAZIONE 28 giugno 2012

Edilone.it