Eventi sismici 1990, 1991 | Edilone.it

Eventi sismici 1990, 1991

Eventi sismici 1990, 1991 e 1998. L. 61/98 art. 4, comma 1, lett. a) e b). Incremento di superficie per adeguamento igienico sanitario e definizione caratteristiche funzionalità tecnica.

Delib. G.R. del 29/05/2002 n.936 (B.U. 16/06/02 n. 41)
TESTO
LA GIUNTA
REGIONALE

(omissis)

DELIBERA

– di fissare, per gli immobili
distrutti dall’evento sismico del 9 settembre 1998 e per quelli per i
quali le “Direttive Tecniche” consentono l’intervento di demolizione e
ricostruzione, i seguenti limiti di superficie fino alla concorrenza
dei quali è consentito, ai fini della concessione dei contributi e
sempre che siano conformi agli strumenti urbanistici vigenti,
incrementare le superfici preesistenti:
Abitazione originaria fino a
70 mq.: incremento di superficie ammissibile, per cucina e bagno, 7
mq. di cui 5 per il bagno;

Abitazione originaria oltre i 70 mq.: 5
mq. esclusivamente per il bagno;
– di definire quali caratteristiche
secondo le quali le abitazioni sono da considerare tecnicamente
funzionali quelle di seguito riportate:
a) assenza di tracce ed
infiltrazioni di umidità su pareti o pavimenti, in tutti i vani e
locali accessori;
b) coefficiente di conducibilità termica non
inferiore ai limiti di norma per le strutture di delimitazione verso
l’esterno in tutti i vani;
c) impianto idrico, compreso
l’allacciamento alla rete pubblica fino ad una distanza di mt. 10
dall’edificio, e con distribuzione interna alla cucina ed al bagno;

d) impianto per la raccolta e lo smaltimento delle acque di rifiuto
bianche e nere, con le modalità previste dalle vigenti norme in
materia;
e) impianto elettrico per illuminazione e forza motrice, con
la dotazione di punti-luce, punti-presa e apparecchiature di comando
indispensabili per ciascun vano e locale accessorio, con un
punto-presa telefonico e televisivo per ciascuna unità abitativa;
f)
serramenti esterni in condizione di integrità adeguati a garantire una
sufficiente protezione dagli agenti atmosferici, in tutti i vani,
oltre a bagni e cucine;

g) locale accessorio ad uso bagno, dotato di
pavimentazione e di rivestimenti idonei, di aerazione diretta
dall’esterno oppure meccanica, ed avente le dimensioni minime
necessarie alla collocazione razionale dei seguenti apparecchi:
– vaso
con apparecchiature di cacciata;
– lavabo, bidet, vasca o
piatto-doccia, con rubinetteria per acqua fredda e calda e
scarichi;
h) spazio cucina in locale accessorio oppure in nicchia
nella stanza di soggiorno, dotato di pavimentazione e di rivestimenti
idonei, di aerazione, di illuminazione diretta dall’esterno, ed avente
le dimensioni minime necessarie alla collocazione razionale dei
seguenti apparecchi:

– piano di cottura;
– frigorifero;
– lavello con
rubinetteria per acqua calda e fredda e scarico.
La presente
deliberazione non comporta impegno di spesa.
Tutti gli atti cui è
fatto riferimento nelle premesse e nel testo della presente
deliberazione sono depositati presso l’Ufficio Protezione Civile del
Dipartimento Infrastrutture e Mobilità, che ne curerà la conservazione
nei modi di Legge.

Eventi sismici 1990, 1991

Edilone.it