DECRETO LEGISLATIVO 2 febbraio 2007, n.32 | Edilone.it

DECRETO LEGISLATIVO 2 febbraio 2007, n.32

DECRETO LEGISLATIVO 2 febbraio 2007, n.32 - Attuazione della direttiva 2003/51/CE che modifica le direttive 78/660, 83/349, 86/635 e 91/674/CEE relative ai conti annuali e ai conti consolidati di taluni tipi di societa', delle banche e altri istituti finanziari e delle imprese di assicurazione. (GU n. 73 del 28-3-2007)

DECRETO LEGISLATIVO 2 febbraio 2007, n.32

Attuazione della direttiva 2003/51/CE che modifica le direttive
78/660, 83/349, 86/635 e 91/674/CEE relative ai conti annuali e ai
conti consolidati di taluni tipi di societa’, delle banche e altri
istituti finanziari e delle imprese di assicurazione.

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA
Visti gli articoli 76 e 87 della Costituzione;
Vista la direttiva 2003/51/CE del Parlamento europeo e del
Consiglio, del 18 giugno 2003, che modifica le direttive 78/660/CEE,
83/349/CEE, 86/635/CEE e 91/674/CEE relative ai conti annuali e ai
conti consolidati di taluni tipi di societa’, delle banche e altri
istituti finanziari e delle imprese di assicurazione;
Vista la legge 18 aprile 2005, n. 62, recante disposizioni per
l’adempimento di obblighi derivanti dall’appartenenza dell’Italia
alle Comunita’ europee (Legge comunitaria 2004), ed in particolare
gli articoli 1, 2 e l’allegato B;
Viste le sezioni VI-bis e IX del Capo V del titolo V del libro V
del codice civile;
Visto il decreto legislativo 9 aprile 1991, n. 127, recante
attuazione delle direttive 78/660/CEE e 83/349/CEE in materia
societaria, relative ai conti annuali e consolidati, ai sensi
dell’articolo 1, comma 1, della legge 26 marzo 1990, n. 69;
Visto il decreto legislativo 27 gennaio 1992, n. 87, recante
attuazione della direttiva 86/635/CEE, relativa ai conti annuali ed
ai conti consolidati delle banche e degli altri istituti finanziari,
e della direttiva 89/117/CEE, relativa agli obblighi in materia di
pubblicita’ dei documenti contabili delle succursali, stabilite in
uno Stato membro, di enti creditizi ed istituti finanziari con sede
sociale fuori di tale Stato membro;
Visto il decreto legislativo 26 maggio 1997, n. 173, recante
attuazione della direttiva 91/674/CEE in materia di conti annuali e
consolidati delle imprese di assicurazione;
Visto il decreto legislativo 7 settembre 2005, n. 209, recante
codice delle assicurazioni private;
Vista la preliminare deliberazione del Consiglio dei Ministri,
adottata nella riunione del 27 ottobre 2006;
Acquisiti i pareri delle competenti Commissioni della Camera dei
deputati e del Senato della Repubblica;
Vista la deliberazione del Consiglio dei Ministri, adottata nella
riunione del 25 gennaio 2007;
Sulla proposta del Ministro per le politiche europee e del Ministro
dell’economia e delle finanze, di concerto con i Ministri degli
affari esteri, della giustizia e dello sviluppo economico;

E m a n a
il seguente decreto legislativo:

Art. 1.
Relazione sulla gestione
1. L’articolo 2428 del codice civile e’ modificato come segue:
a) al primo comma, le parole: «sulla situazione della societa’ e
sull’andamento della gestione» sono sostituite dalle seguenti:
«contenente un’analisi fedele, equilibrata ed esauriente della
situazione della societa’ e dell’andamento e del risultato della
gestione»;
b) al primo comma, dopo le parole: «e agli investimenti» sono
aggiunte le seguenti: «, nonche’ una descrizione dei principali
rischi e incertezze cui la societa’ e’ esposta»;
c) dopo il primo comma, e’ inserito il seguente:
«L’analisi di cui al primo comma e’ coerente con l’entita’ e la
complessita’ degli affari della societa’ e contiene, nella misura
necessaria alla comprensione della situazione della societa’ e
dell’andamento e del risultato della sua gestione, gli indicatori di
risultato finanziari e, se del caso, quelli non finanziari pertinenti
all’attivita’ specifica della societa’, comprese le informazioni
attinenti all’ambiente e al personale. L’analisi contiene, ove
opportuno, riferimenti agli importi riportati nel bilancio e
chiarimenti aggiuntivi su di essi.».
2. L’articolo 40 del decreto legislativo 9 aprile 1991, n. 127, e’
modificato come segue:
a) al comma 1, le parole: «sulla situazione complessiva delle
imprese in esso incluse e sull’andamento della gestione» sono
sostituite dalle seguenti: «contenente un’analisi fedele, equilibrata
ed esauriente della situazione dell’insieme delle imprese incluse nel
consolidamento e dell’andamento e del risultato della gestione»;
b) al comma 1, dopo le parole: «e agli investimenti» sono
aggiunte le seguenti: «, nonche’ una descrizione dei principali
rischi e incertezze cui le imprese incluse nel consolidamento sono
esposte»;
c) dopo il comma 1, e’ inserito il seguente:
«1-bis. L’analisi di cui al comma 1 e’ coerente con l’entita’ e la
complessita’ degli affari dell’insieme delle imprese incluse nel
bilancio consolidato e contiene, nella misura necessaria alla
comprensione della situazione dell’insieme delle imprese incluse nel
consolidamento e dell’andamento e del risultato della loro gestione,
gli indicatori di risultato finanziari e, se del caso, quelli non
finanziari pertinenti alle attivita’ specifiche delle imprese,
comprese le informazioni attinenti all’ambiente e al personale.
L’analisi contiene, ove opportuno, riferimenti agli importi riportati
nel bilancio consolidato e chiarimenti aggiuntivi su di essi.»;
d) dopo il comma 2, e’ aggiunto il seguente:
«2-bis. La relazione di cui al comma 1 e la relazione di cui
all’articolo 2428 del codice civile possono essere presentate in un
unico documento, dando maggiore rilievo, ove opportuno, alle
questioni che sono rilevanti per il complesso delle imprese incluse
nel consolidamento.».
3. L’articolo 3 del decreto legislativo 27 gennaio 1992, n. 87, e’
modificato come segue:
a) al comma 1, le parole: «sull’andamento della gestione e sulla
situazione dell’impresa o dell’insieme delle imprese incluse nel
consolidamento» sono sostituite dalle seguenti: «contenente
un’analisi fedele, equilibrata ed esauriente della situazione
dell’impresa o dell’insieme delle imprese incluse nel consolidamento
e dell’andamento e del risultato della gestione, nonche’ una
descrizione dei principali rischi e incertezze cui l’impresa o le
imprese incluse nel consolidamento sono esposte»;
b) dopo il comma 1, e’ inserito il seguente:
«1-bis. L’analisi di cui al comma 1 e’ coerente con l’entita’ e la
complessita’ degli affari dell’impresa o dell’insieme delle imprese
incluse nel consolidamento e contiene, nella misura necessaria alla
comprensione della situazione dell’impresa o dell’insieme delle
imprese incluse nel consolidamento e dell’andamento e del risultato
della loro gestione, gli indicatori di risultato finanziari e, se del
caso, quelli non finanziari pertinenti alle attivita’ specifiche
delle imprese, comprese le informazioni attinenti all’ambiente e al
personale. L’analisi contiene, ove opportuno, riferimenti agli
importi riportati nel bilancio dell’impresa o nel bilancio
consolidato e chiarimenti aggiuntivi su di essi.»;
c) dopo il comma 3, e’ aggiunto il seguente:
«3-bis. La relazione sulla gestione consolidata e la relazione
sulla gestione dell’impresa possono essere presentate in un unico
documento, dando maggiore rilievo, ove opportuno, alle questioni che
sono rilevanti per il complesso delle imprese incluse nel
consoli-damento.».
4. L’articolo 94 del decreto legislativo 7 settembre 2005, n. 209,
e’ modificato come segue:
a) al comma 1, le parole: «sull’andamento della gestione nel suo
complesso, da cui risultino in ogni caso le informazioni che
riguardano» sono sostituite dalle seguenti: «contenente un’analisi
fedele, equilibrata ed esauriente della situazione dell’impresa e
dell’andamento e del risultato della gestione nel suo complesso,
nonche’ una descrizione dei principali rischi e incertezze cui
l’impresa e’ esposta. Dalla relazione risultano in ogni caso le
informazioni che riguardano»;
b) al comma 1, dopo la lettera e), e’ inserita la seguente:
«e-bis) gli obiettivi e le politiche di gestione del rischio
finanziario e la politica di copertura per principali categorie di
operazioni coperte e l’esposizione dell’impresa ai rischi di prezzo,
di credito, di liquidita’ e di variazione dei flussi;»;
c) dopo il comma 1, e’ inserito il seguente:
«1-bis. L’analisi di cui al comma 1 e’ coerente con l’entita’ e la
complessita’ degli affari dell’impresa e contiene, nella misura
necessaria alla comprensione della situazione dell’impresa e
dell’andamento e del risultato della sua gestione, gli indicatori di
risultato finanziari e, se del caso, quelli non finanziari pertinenti
all’attivita’ specifica dell’impresa, comprese le informazioni
attinenti all’ambiente e al personale. L’analisi contiene, ove
opportuno, riferimenti agli importi riportati nel bilancio
dell’impresa e chiarimenti aggiuntivi su di essi.».
5. L’articolo 100 del decreto legislativo 7 settembre 2005, n. 209,
e’ modificato come segue:
a) al comma 1 le parole: «sulla situazione complessiva delle
imprese in esso incluse e sull’andamento della gestione» sono
sostituite dalle seguenti: «contenente un’analisi fedele, equilibrata
ed esauriente della situazione dell’insieme delle imprese incluse nel
consolidamento e dell’andamento e del risultato della gestione»;
b) al comma 1, le parole: «da cui risultino le informazioni che
riguardano» sono sostituite dalle seguenti: «, nonche’ una
descrizione dei principali rischi e incertezze cui le imprese incluse
nel consolidamento sono esposte. Dalla relazione risultano»…

[Continua nel file zip allegato]

DECRETO LEGISLATIVO 2 febbraio 2007, n.32

Edilone.it