DECRETO LEGISLATIVO 10 dicembre 2002, n.306: Disposizioni sanzionatorie in attuazione del regolamento (CE) n. 1148/2001 | Edilone.it

DECRETO LEGISLATIVO 10 dicembre 2002, n.306: Disposizioni sanzionatorie in attuazione del regolamento (CE) n. 1148/2001

DECRETO LEGISLATIVO 10 dicembre 2002, n.306: Disposizioni sanzionatorie in attuazione del regolamento (CE) n. 1148/2001 relativo ai controlli di conformita' alle norme di commercializzazione applicabili nel settore degli ortofrutticoli freschi, a norma dell'articolo 3 della legge 1 marzo 2002, n. 39. (GU n. 25 del 31-1-2003)

DECRETO LEGISLATIVO 10 dicembre 2002, n.306

Disposizioni sanzionatorie in attuazione del regolamento (CE) n.
1148/2001 relativo ai controlli di conformita’ alle norme di
commercializzazione applicabili nel settore degli ortofrutticoli
freschi, a norma dell’articolo 3 della legge 1 marzo 2002, n. 39.

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA
Visti gli articoli 76 e 87 della Costituzione;
Visto l’articolo 3, comma 1, della legge 1 marzo 2002, n. 39 (legge
comunitaria 2001), recante delega al Governo per la disciplina
sanzionatoria di violazioni di disposizioni comunitarie;
Visto il regolamento (CE) n. 2200/96 del Consiglio, del 28 ottobre
1996, concernente l’organizzazione comune dei mercati nel settore
degli ortofrutticoli, e successive modifiche;
Visto il regolamento (CE) n. 1148/2001, della Commissione, del
12 giugno 2001, concernente i controlli di conformita’ alle norme di
commercializzazione applicabili nel settore degli ortofrutticoli
freschi, e successive modifiche;
Vista la legge 24 novembre 1981, n. 689, recante modifiche al
sistema penale;
Visto il decreto legislativo 1 febbraio 2000, n. 57, recante
disciplina sanzionatoria relativa ai controlli sulla qualita’ dei
prodotti ortofrutticoli, a norma del-l’articolo 8 della legge
24 aprile 1998, n. 128;
Visto il decreto del Ministro delle politiche agricole e forestali
in data 28 dicembre 2001, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana n. 54 del 5 marzo 2002, concernente disposizioni
nazionali di attuazione del regolamento (CE) n. 1148/2001 della
Commissione, del 12 giugno 2001, in materia di controlli di
conformita’ alle norme di commercializzazione applicabili nel settore
degli ortofrutticoli freschi;
Vista la preliminare deliberazione del Consiglio dei Ministri,
adottata nella riunione del 31 maggio 2002;
Sentita la Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le
regioni e le province autonome di Trento e di Bolzano nella seduta
del 25 luglio 2002;
Acquisiti i pareri delle competenti Commissioni della Camera dei
deputati e del Senato della Repubblica;
Vista la deliberazione del Consiglio dei Ministri, adottata nella
riunione del 29 novembre 2002;
Sulla proposta del Ministro per le politiche comunitarie e del
Ministro della giustizia, di concerto con i Ministri dell’economia e
delle finanze, delle politiche agricole e forestali e per gli affari
regionali:
E m a n a
il seguente decreto legislativo:
Art. 1.
Ambito di applicazione
1. Il presente decreto stabilisce le sanzioni applicabili in
materia di commercializzazione all’interno dell’Unione europea e di
interscambio con i Paesi terzi dei prodotti ortofrutticoli freschi,
oggetto di norme di commercializzazione stabilite dalla
regolamentazione comunitaria.

Avvertenza:
Il testo delle note qui pubblicato e’ stato redatto
dell’amministrazione competente per materia, ai sensi
dell’art. 10, comma 3 del testo unico delle disposizioni
sulla promulgazione delle leggi, sull’emanazione dei
decreti del Presidente della Repubblica e sulle
pubblicazioni ufficiali della Repubblica italiana,
approvato con D.P.R. 28 dicembre 1985, n. 1092, al solo
fine di facilitare la lettura delle disposizioni di legge
alle quali e’ operato il rinvio. Restano invariati il
valore e l’efficacia degli atti legislativi qui trascritti.
Per le direttive CEE vengono forniti gli estremi di
pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale delle Comunita’
europee (GUCE).
Note alle premesse:
– L’art. 76 della Costituzione stabilisce che
l’esercizio della funzione legislativa non puo’ essere
delegato al Governo se non con determinazione di principi e
criteri direttivi e soltanto per tempo limitato e per
oggetti definiti.
– L’art. 87 della Costituzione conferisce, tra l’altro,
al Presidente della Repubblica il potere di promulgare le
leggi e di emanare i decreti aventi valore di legge ed i
regolamenti.
– La legge 1 marzo 2002, n. 39, reca: “Disposizioni per
l’adempimento di obblighi derivanti dall’appartenenza
dell’Italia alle Comunita’ europee – Legge comunitaria
2001.”. L’art. 3, comma 1, cosi’ recita:
“Art. 3 (Delega al Governo per la disciplina
sanzionatoria di violazioni di disposizioni
comunitarie). – 1. Al fine di assicurare la piena
integrazione delle norme comunitarie nell’ordinamento
nazionale, il Governo, fatte salve le norme penali vigenti,
e’ delegato ad emanare, entro due anni dalla data di
entrata in vigore della presente legge, disposizioni
recanti sanzioni penali o amministrative per le violazioni
di direttive comunitarie attuate in via regolamentare o
amministrativa ai sensi della legge 22 febbraio 1994, n.
146, della legge 24 aprile 1998, n. 128, e della presente
legge, e di regolamenti comunitari vigenti alla data di
entrata in vigore della presente legge, per i quali non
siano gia’ previste sanzioni penali o amministrative.
– Il regolamento (CE) n. 2200/96 del Consiglio, del
28 ottobre 1996, reca:
“Organizzazione comune dei mercati nel settore degli
ortofrutticoli”.
– Il regolamento (CE) n. 1148/01, della Commissione del
12 giugno 2001, reca: “Controlli di conformita’ alle norme
di commercializzazione applicabili nel settore degli
ortofrutticoli freschi”.
– La legge 24 novembre 1981, n. 689, reca: “Modifiche
al sistema penale”.
– Il decreto legislativo 1 febbraio 2000, n. 57, reca:
“Disciplina sanzionatoria relativa ai controlli sulla
qualita’ dei prodotti ortofrutticoli, a norma dell’art. 8
della legge 24 aprile 1998, n. 128”.
– La legge 24 aprile 1998, n. 128, reca: “Disposizioni
per l’adempimento di obblighi derivanti dalla appartenenza
dell’Italia alle Comunita’ europee (legge comunitaria 1995
– 1997)”. L’art. 8 cosi’ recita:
“Art. 8 (Delega al Governo per la disciplina
sanzionatoria di violazioni di disposizioni
comunitarie). – 1. Al fine di assicurare la piena
integrazione delle norme comunitarie nell’ordinamento
nazionale, il Governo, fatte salve le norme penali vigenti,
e’ delegato ad emanare, entro due anni dalla data di
entrata in vigore della presente legge, disposizioni
recanti sanzioni penali o amministrative per le violazioni
di direttive delle Comunita’ europee attuate in via
regolamentate o amministrativa ai sensi della legge
22 febbraio 1994, n. 146, della legge 6 febbraio 1996, n.
52, nonche’ della presente legge e per le violazioni di
regolamenti comunitari vigenti alla data di entrata in
vigore della presente legge.
2. La delega e’ esercitata con decreti legislativi
adottati a norma dell’art. 14 della legge 23 agosto 1988,
n. 400, su proposta del Presidente del Consiglio dei
Ministri, o del Ministro competente per il coordinamento
delle politiche comunitarie, e del Ministro di grazia e
giustizia, di concerto con i Ministri competenti per
materia; i decreti legislativi si informeranno ai principi
e criteri direttivi di cui all’art. 2, comma 1, lettera
c).”.
– Il decreto del Ministro delle politiche agricole e
forestali del 28 dicembre 2001, reca: “Disposizioni
nazionali di attuazione del regolamento (CE) n. 1148/2001
della Commissione CE, in materia di controlli di
conformita’ alle norme di commercializzazione applicabili
nel settore degli ortofrutticoli freschi”.

Art. 2.
Sanzioni nella fase di commercializzazione
1. Salvo che il fatto costituisca reato, chiunque commercializzi
prodotti ortofrutticoli senza essere iscritto alla banca dati
istituita ai sensi dell’articolo 3 del regolamento (CE) n. 1148/2001
della Commissione, del 12 giugno 2001, e’ soggetto alla sanzione
amministrativa pecuniaria da 260 euro a 1.550 euro.
2. Salvo che il fatto costituisca reato, chiunque, in assenza
dell’autorizzazione di cui all’articolo 4, paragrafo 3, del citato
regolamento (CE) n. 1148/2001, rilasciata dalle competenti autorita’
regionali, appone sui colli l’etichetta conforme all’allegato III del
medesimo regolamento e’ soggetto alla sanzione amministrativa
pecuniaria da 1.100 euro a 6.200 euro.

Nota all’art. 2:
– Per il regolamento (CE) n. 1148/2001 vedi note alle
premesse. L’art. 3 e l’art. 4, paragrafo 3, cosi’ recitano:
“Art. 3 (Banca dati degli operatori). – 1. Gli Stati
membri creano una banca dati degli operatori del settore
degli ortofrutticoli in cui figurano, alle condizioni
definite dal presente articolo, gli operatori che prendono

[Continua nel file zip allegato]

DECRETO LEGISLATIVO 10 dicembre 2002, n.306: Disposizioni sanzionatorie in attuazione del regolamento (CE) n. 1148/2001

Edilone.it