Decreto Legge 26/07/1996 | Edilone.it

Decreto Legge 26/07/1996

Decreto Legge 26/07/1996 n. 393 - Interventi urgenti di protezione civile. Gazzetta Ufficiale 27/07/1996 n. 175

Decreto Legge 26/07/1996 n. 393
Interventi urgenti di protezione
civile.
Gazzetta Ufficiale 27/07/1996 n. 175

Convertito in legge
con modificazioni dalla legge 25 settembre 1996 (G.U. n. 225 del
25.9.1996)
– omissis –
Art. 9
Riordino e finanziamenti all’Istituto
nazionale di geofisica
1. In attesa del riordino dell’Istituto
nazionale di geofisica (ING) di cui all’articolo 26 del decreto
legislativo luogotenenziale 1 marzo 1945, n. 82, e alla legge 30
ottobre 1989, n. 356, l’Istituto medesimo opera tramite programmi
pluriennali approvati dal CIPE, su proposta del Ministro
dell’università e della ricerca scientifica e tecnologica, sentito il
Consiglio nazionale della scienza e della tecnologia, e finanziati ai
sensi dell’articolo 11, comma 3, lettera d), della legge 5 agosto
1978, n. 468, e successive modifiche. Entro sei mesi dalla data di
entrata in vigore del presente decreto, l’Istituto adotta il primo
programma pluriennale e i regolamenti di cui all’articolo 8, comma 4,
della legge 9 maggio 1989, n. 168. Fino alla data di entrata in vigore
dei predetti regolamenti restano in carica gli attuali organi
statutari.
2. Per l’attività da svolgersi nell’anno 1996 dall’Istituto
nazionale di geofisica per conto della Presidenza del Consiglio dei
Ministri – Dipartimento della protezione civile, sulla base dei
programmi triennali di collaborazione scientifica approvati dalla
Commissione nazionale per la previsione e la prevenzione dei grandi
rischi di cui all’articolo 9 della legge 24 febbraio 1992, n. 225, e
dal Consiglio nazionale della scienza e della tecnologia del Ministero
dell’università e della ricerca scientifica e tecnologica, il
Dipartimento della protezione civile e’ autorizzato alla concessione
di un contributo straordinario al medesimo Istituto di lire 6.500
milioni.
3. All’onere di cui al comma 2 si provvede mediante riduzione
dello stanziamento iscritto al capitolo 7615 dello stato di previsione
della Presidenza del Consiglio dei Ministri, intendendosi
corrispondentemente ridotta l’autorizzazione di spesa di cui al
decreto-legge 3 maggio 1991, n. 142, convertito, con modificazioni,
dalla legge 3 luglio 1991, n. 195, come rideterminata nella tabella C
della legge 28 dicembre 1995, n. 550.
– omissis –

Decreto Legge 26/07/1996

Edilone.it