DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 18 aprile 2006, n.231 | Edilone.it

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 18 aprile 2006, n.231

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 18 aprile 2006, n.231 - Regolamento recante disciplina del collocamento della gente di mare, a norma dell'articolo 2, comma 4, del decreto legislativo 19 dicembre 2002, n. 297. (GU n. 161 del 13-7-2006)

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 18 aprile 2006, n.231

Regolamento recante disciplina del collocamento della gente di mare,
a norma dell’articolo 2, comma 4, del decreto legislativo 19 dicembre
2002, n. 297.

Titolo I
DISPOSIZIONI GENERALI
IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

Visto l’articolo 87 della Costituzione;
Visto l’articolo 17, comma 2, della legge 23 agosto 1988, n. 400;
Visto l’articolo 1-bis, comma 4, del decreto legislativo 21 aprile
2000, n. 181, cosi’ come modificato dall’articolo 2, comma 4, del
decreto legislativo 19 dicembre 2002, n. 297;
Visti gli articoli 113-135 del codice della navigazione;
Visto il regio decreto-legge 24 maggio 1925, n. 1031, convertito
dalla legge 18 marzo 1926, n. 562;
Vista la legge 16 dicembre 1928, n. 3042;
Visto il decreto del Ministro della marina mercantile in data
22 novembre 1968, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 22 del 27
gennaio 1969;
Vista la legge 4 aprile 1977, n. 135;
Vista la legge 21 novembre 1985, n. 739;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 9 maggio 2001, n.
324;
Vista la convenzione OIL n. 179 del 1996;
Visto il decreto del Ministro della marina mercantile in data 13
ottobre 1992, n. 584;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 26 marzo 2001, n.
176, concernente regolamento di organizzazione del Ministero del
lavoro, della salute e delle politiche sociali;
Vista la preliminare deliberazione del Consiglio dei Ministri,
adottata nella riunione del 14 ottobre 2005;
Acquisito il parere della Conferenza permanente per i rapporti tra
lo Stato, le regioni e le province autonome di Trento e di Bolzano,
di cui al decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281;
Udito il parere del Consiglio di Stato, espresso dalla sezione
consultiva per gli atti normativi nell’adunanza del 13 marzo 2006;
Vista la deliberazione del Consiglio dei Ministri, adottata nella
riunione del 6 aprile 2006;
Sulla proposta del Ministro del lavoro e delle politiche sociali,
di concerto con il Ministro delle infrastrutture e dei trasporti;

E m a n a

il seguente regolamento:

Art. 1.

Finalita’ e campo di applicazione

1. Le disposizioni di cui al presente regolamento disciplinano il
collocamento dei lavoratori marittimi appartenenti alla gente di mare
e sono finalizzate, in attuazione dei principi stabiliti in materia
dal decreto legislativo 21 aprile 2000, n. 181, cosi’ come modificato
dal decreto legislativo 19 dicembre 2002, n. 297, alla
razionalizzazione delle procedure ed alla realizzazione di servizi in
funzione del miglioramento dell’incontro tra domanda e offerta di
lavoro, anche mediante l’impiego delle tecnologie informatiche.
2. Il presente regolamento disciplina l’arruolamento dei lavoratori
marittimi appartenenti alla gente di mare disponibili a prestare
servizio a bordo di navi italiane per conto di un armatore o societa’
di armamento. Lo stesso non si applica al personale delle imprese di
appalto che non fa parte dell’equipaggio pur essendo soggetto alla
gerarchia di bordo. Per l’arruolamento dei lavoratori marittimi
extracomunitari resta fermo quanto previsto dalla legislazione
speciale vigente, con particolare riferimento alla disciplina delle
navi iscritte nel registro internazionale italiano.

Avvertenza:
Il testo delle note qui pubblicato e’ stato redatto
dall’amministrazione per materia, ai sensi dell’art. 10,
commi 2 e 3, del testo unico delle disposizioni sulla
promulgazione delle leggi, sull’emanazione dei decreti del
Presidente della Repubblica e sulle pubblicazioni ufficiali
della Republica italiana, approvato con D.P.R. 28 dicembre
1985, n. 1092, al solo fine di facilitare la lettura delle
disposizioni di legge modificate o alle quali e’ operato il
rinvio. Restano invariati il valore e l’efficacia degli
atti legislativi qui trascritti.
Riferimenti normativi al decreto del Presidente della
Repubblica 18 aprile 2006: «Regolamento recante disciplina
del collocamento della gente di mare, a norma dell’art. 2,
comma 4, del decreto legislativo 19 dicembre 2002, n. 297».

Nota al titolo:

– Il testo dell’art. 2, comma 4, del decreto
legislativo 19 dicembre 2002, n. 297 (Disposizioni
modificative e correttive del decreto legislativo 21 aprile
2000, n. 181, recante norme per agevolare l’incontro tra
domanda e offerta di lavoro, in attuazione dell’art. 45,
comma 1, lettera a) della legge 17 maggio 1999, n. 144), e’
il seguente:
«4. Con regolamento emanato su proposta del Ministro
del lavoro e delle politiche sociali, di concerto con il
Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, ai sensi
dell’art. 17, comma 2, della legge 23 agosto 1988, n. 400,
e’ disciplinato il collocamento della gente di mare,
prevedendo, in applicazione dei principi stabiliti in
materia dal presente decreto, il superamento dell’attuale
sistema di collocamento obbligatorio.».

Note alle premesse:
– L’art. 87 della Costituzione conferisce, tra l’altro,
al Presidente della Repubblica il potere di promulgare le
leggi e di emanare i decreti aventi valore di legge e i
regolamenti.
– Il testo dell’art. 17, comma 2, della legge 23 agosto
1988, n. 400 (Disciplina dell’attivita’ di Governo e
ordinamento della Presidenza del Consiglio dei Ministri),
e’ il seguente:
«2. Con decreto del Presidente della Repubblica, previa
deliberazione del Consiglio dei Ministri, sentito il
Consiglio di Stato, sono emanati i regolamenti per la
disciplina delle materie, non coperte da riserva assoluta
di legge prevista dalla Costituzione, per le quali le leggi
della Repubblica, autorizzando l’esercizio della potesta’
regolamentare del Governo determinano le norme generali
regolatrici della materia e dispongono l’abrogazione delle
norme vigenti, con effetto dall’entrata in vigore delle
norme regolamentari.».
– Il testo dell’art. 1-bis, comma 4, del decreto
legislativo 21 aprile 2000, n. 181 (Disposizioni per
agevolare l’incontro fra domanda ed offerta di lavoro, in
attuazione dell’art. 45, comma 1, lettera a), della legge
17 maggio 1999, n. 144, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale
4 luglio 2000, n. 154), e’ il seguente:
«4. Con regolamento emanato su proposta del Ministro
del lavoro e delle politiche sociali, di concerto con il
Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, ai sensi
dell’art. 17, comma 2, della legge 23 agosto 1988, n. 400,
e’ disciplinato il collocamento della gente di mare,
prevedendo, in applicazione dei principi stabiliti in
materia dal presente decreto, il superamento dell’attuale
sistema di collocamento obbligatorio.».
– Gli articoli da 113 a 135 del Codice della
navigazione fanno parte del Titolo IV che recita: «Del
personale della navigazione». Gli articoli 125 e 126 del
citato Codice della navigazione sono stati abrogati dal
presente decreto.
– Il testo del regio decreto-legge 24 maggio 1925, n.
1031 (Repressione della senseria in fatto di collocamento
della gente di mare), convertito dalla legge 18 marzo 1926,
n. 562, abrogato dal presente decreto, e’ pubblicato nella
Gazzetta Ufficiale 30 giugno 1925, n. 149.
– Il testo della legge 16 dicembre 1928, n. 3042
(Istituzione di «uffici movimento ufficiali» della marina
mercantile presso le capitanerie di porto), abrogato dal
presente decreto, e’ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale
9 gennaio 1929, n. 7.
– Il testo del decreto del Ministro della marina
mercantile 22 novembre 1968 (Istituzione del comitato
centrale per il collocamento della gente di mare e per il
movimento ufficiali della marina mercantile), abrogato dal
presente decreto, e’ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n.
22 del 27 gennaio 1969.
– Il testo della legge 4 aprile 1977, n. 135
(Disciplina della professione di raccomandatario
marittimo), e’ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale
22 aprile 1977, n. 109.
– Il testo della legge 21 novembre 1985, n. 739
(Adesione alla convenzione del 1978 sulle norme relative
alla formazione della gente di mare, al rilascio dei
brevetti ed alla guardia, adottata a Londra il 7 luglio
1978, e sua esecuzione), e’ pubblicato nella Gazzetta
Ufficiale 16 dicembre 1985, n. 295, supplemento ordinario.
– Il testo del decreto del Presidente della Repubblica
9 maggio 2001, n. 324 (Regolamento di attuazione delle
direttive 94/58/CE e 98/35/CE relative ai requisiti minimi
di formazione per la gente d…

[Continua nel file zip allegato]

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 18 aprile 2006, n.231

Edilone.it