DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 4 giugno 2011 | Edilone.it

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 4 giugno 2011

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 4 giugno 2011 - Dichiarazione dello stato di emergenza per fronteggiare il rischio fitosanitario connesso alla diffusione di parassiti ed organismi nocivi sul territorio nazionale. (11A07770) - (GU n. 135 del 13-6-2011 )

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 4 giugno 2011

Dichiarazione dello stato di emergenza per fronteggiare il rischio
fitosanitario connesso alla diffusione di parassiti ed organismi
nocivi sul territorio nazionale. (11A07770)

IL PRESIDENTE
DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI

Visto l’art. 5, comma 1, della legge 24 febbraio 1992, n. 225;
Visto l’art. 107 del decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 112;
Visto il decreto-legge 7 settembre 2001, n. 343, convertito, con
modificazioni, dalla legge 9 novembre 2001, n. 401;
Considerato che nel territorio nazionale e’ stata accertata una
grave situazione di rischio fitosanitario derivante dalla diffusione
di parassiti ed organismi nocivi che potrebbero avere gravissime
ripercussioni sotto il profilo ambientale e paesaggistico;
Preso atto che, con nota n. 2570 del 27 febbraio 2009, e’ stata
notificata allo Stato Italiano la procedura di infrazione comunitaria
n. 2008/2030 riguardante l’adozione e comunicazione di provvedimenti
necessari ad eradicare organismi nocivi ai vegetali o ai prodotti
vegetali, in attuazione della direttiva 2000/29/CE relativa alla
tutela fitosanitaria causata;
Ritenuto, quindi, necessario, al fine di scongiurare una possibile
condanna nei confronti dello Stato Italiano, porre in essere ogni
utile iniziativa volta ad impedire il prosieguo della sopra citata
procedura di infrazione;
Considerato, inoltre, che la diffusione dei predetti parassiti ed
organismi nocivi comporterebbe la possibile mancata garanzia
fitosanitaria delle produzioni italiane, che potrebbero essere
identificate come possibile inoculo di organismi nocivi in Paesi in
cui tali parassiti risultino ancora assenti;
Considerato, altresi’, che i predetti organismi si sono rapidamente
acclimatati e diffusi nel territorio nazionale, causando ingenti
danni alle colture agrarie, agli ecosistemi forestali ed al verde
urbano;
Ritenuto necessario adottare tempestivamente misure adeguate per
fronteggiare il predetto rischio fitosanitario, con il duplice
obiettivo di salvaguardare e tutelare l’ambiente ed il paesaggio
nonche’ prevenire speculazioni economiche a carico del comparto
agro-alimentare nazionale;
Ritenuto che ricorrono, quindi, nella fattispecie, i presupposti
previsti dall’art. 5, comma 1, della legge 24 febbraio 1992, n. 225;
Viste le richieste formulate dal Ministero delle politiche agricole
alimentari e forestali con note del 10 marzo e del 3 maggio 2011;
Vista la deliberazione del Consiglio dei Ministri, adottata nella
riunione del 31 maggio 2011;

Decreta:

Ai sensi e per gli effetti dell’art. 5, comma 1, della legge 24
febbraio 1992, n. 225, in considerazione di quanto espresso in
premessa, e’ dichiarato, fino al 31 maggio 2012, lo stato di
emergenza per fronteggiare il rischio fitosanitario connesso alla
diffusione di parassiti ed organismi nocivi sul territorio nazionale.
Il presente decreto sara’ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana.
Roma, 4 giugno 2011

Il Presidente: Berlusconi

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 4 giugno 2011

Edilone.it