DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 13 novembre 2014 | Edilone.it

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 13 novembre 2014

Regole tecniche in materia di formazione, trasmissione, copia, duplicazione, riproduzione e validazione temporale dei documenti informatici nonche' di formazione e conservazione dei documenti informatici delle pubbliche amministrazioni ai sensi degli articoli 20, 22, 23-bis, 23-ter, 40, comma 1, 41, e 71, comma 1, del Codice dell'amministrazione digitale di cui al decreto legislativo n. 82 del 2005. (15A00107) (GU Serie Generale n.8 del 12-1-2015)

IL PRESIDENTE
DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI

Visto il decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 82, e successive
modificazioni, recante «Codice dell’amministrazione digitale» e, in
particolare, gli articoli 20, 22, 23-bis, 23-ter, 40, comma 1, 41 e
l’art. 71, comma 1;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000,
n. 445, recante «Testo unico delle disposizioni legislative e
regolamentari in materia di documentazione amministrativa»;
Visto il decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196, e successive
modificazioni, recante «Codice in materia di protezione dei dati
personali»;
Visto il decreto legislativo 22 gennaio 2004, n. 42, e successive
modificazioni, recante «Codice dei beni culturali e del paesaggio, ai
sensi dell’art. 10 della legge 6 luglio 2002, n. 137»;
Visti gli articoli da 19 a 22 del decreto-legge 22 giugno 2012, n.
83, convertito, con modificazioni, dalla legge 7 agosto 2012, n. 134,
recante «Misure urgenti per la crescita del Paese», con cui e’ stata
istituita l’Agenzia per l’Italia digitale;
Visto il Regolamento (UE) n. 910/2014 del Parlamento europeo e del
Consiglio del 23 luglio 2014 in materia di identificazione
elettronica e servizi fiduciari per le transazioni elettroniche nel
mercato interno e che abroga la direttiva 1999/93/CE, pubblicato
nella Gazzetta Ufficiale dell’Unione europea serie L 257 del 28
agosto 2014;
Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 22
febbraio 2013, recante «Regole tecniche in materia di generazione,
apposizione e verifica delle firme elettroniche avanzate, qualificate
e digitali, ai sensi degli articoli 20, comma 3, 24, comma 4, 28,
comma 3, 32, comma 3, lettera b), 35, comma 2, 36, comma 2, e 71»,
pubblicato nella Gazzetta Ufficiale 21 maggio 2013, n. 117;
Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 3
dicembre 2013, recante «Regole tecniche in materia di sistema di
conservazione ai sensi degli articoli 20, commi 3 e 5-bis, 23-ter,
comma 4, 43, commi 1 e 3, 44, 44-bis e 71, comma 1, del Codice
dell’amministrazione digitale di cui al decreto legislativo n. 82 del
2005», pubblicato nel Supplemento ordinario n. 20 alla Gazzetta
Ufficiale – serie generale – 12 marzo 2014, n. 59;
Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 3
dicembre 2013, recante «Regole tecniche per il protocollo informatico
ai sensi degli articoli 40-bis, 41, 47, 57-bis e 71, del Codice
dell’amministrazione digitale di cui al decreto legislativo n. 82 del
2005», pubblicato nel Supplemento ordinario n. 20 alla Gazzetta
Ufficiale – serie generale – 12 marzo 2014, n. 59;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 21 febbraio 2014
con cui l’onorevole dottoressa Maria Anna Madia e’ stato nominata
Ministro senza portafoglio;
Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 22
febbraio 2014 con cui al Ministro senza portafoglio onorevole
dott.ssa Maria Anna Madia e’ stato conferito l’incarico per la
semplificazione e la pubblica amministrazione;
Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 23
aprile 2014 recante delega di funzioni al Ministro senza portafoglio
onerovole dott.ssa Maria Anna Madia per la semplificazione e la
pubblica amministrazione;
Acquisito il parere tecnico dell’Agenzia per l’Italia digitale;
Sentito il Garante per la protezione dei dati personali;
Sentita la Conferenza unificata di cui all’art. 8 del decreto
legislativo 28 agosto 1997, n. 281 nella seduta del 24 agosto 2013;
Espletata la procedura di notifica alla Commissione europea di cui
alla direttiva 98/34/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del
22 giugno 1998, modificata dalla direttiva 98/48/CE del Parlamento
europeo e del Consiglio, del 20 luglio 1998, attuata con decreto
legislativo 23 novembre 2000, n. 427;
Di concerto con il Ministro dei beni e delle attivita’ culturali e
del turismo per le parti relative alla formazione e conservazione dei
documenti informatici delle pubbliche amministrazioni;

Decreta:

Art. 1

Definizioni

1. Ai fini del presente decreto si applicano le definizioni del
glossario di cui all’allegato 1 che ne costituisce parte integrante.
2. Le specifiche tecniche relative alle regole tecniche di cui al
presente decreto sono indicate nell’allegato n. 2 relativo ai
formati, nell’allegato n. 3 relativo agli standard tecnici di
riferimento per la formazione, la gestione e la conservazione dei
documenti informatici, nell’allegato n. 4 relativo alle specifiche
tecniche del pacchetto di archiviazione e nell’allegato n. 5 relativo
ai metadati. Le specifiche tecniche di cui al presente comma sono
aggiornate con delibera dell’Agenzia per l’Italia digitale, previo
parere del Garante per la protezione dei dati personali, e pubblicate
sul proprio sito istituzionale.

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 13 novembre 2014

Edilone.it