Decreto 13/06/2002 | Edilone.it

Decreto 13/06/2002

Decreto 13/06/2002 - Dichiarazione dell'esistenza del carattere eccezionale degli eventi calamitosi verificatisi nelle province di Bergamo, Brescia, Como, Cremona, Lecco, Mantova, Milano, Pavia e Varese. Gazzetta Ufficiale 06/07/2002 n. 157

Decreto 13/06/2002
Dichiarazione dell’esistenza del carattere
eccezionale degli eventi calamitosi verificatisi nelle province di
Bergamo, Brescia, Como, Cremona, Lecco, Mantova, Milano, Pavia e
Varese
Gazzetta Ufficiale 06/07/2002 n. 157

IL MINISTRO DELLE
POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI

Visto l’art. 70 del decreto del
Presidente della Repubblica del
24 luglio 1977, n. 616, concernente il
trasferimento alle regioni
delle funzioni amministrative relative agli
interventi conseguenti a
calamita’ naturali o avversita’ atmosferiche
di carattere
eccezionale;
Visto l’art. 14 della legge 15 ottobre 1981,
n. 590, che estende
alle regioni a statuto speciale e alle province
autonome di Trento e
Bolzano l’applicazione dell’art. 70 del decreto
del Presidente della
Repubblica 24 luglio 1977, n. 616, nonche’ le
disposizioni della
stessa legge n. 590/1981;
Vista la legge 14
febbraio 1992, n. 185, concernente la nuova
disciplina del Fondo di
solidarieta’ nazionale;
Visto l’art. 2 della legge 18 luglio 1996, n.
380, di conversione
del decreto-legge 17 maggio 1996, n. 273, che
estende gli interventi
compensativi del Fondo alle produzioni non
assicurate ancorche’
assicurabili;
Visto l’art. 2, comma 2, della
legge 14 febbraio 1992, n. 185, che
demanda al Ministro delle
politiche agricole e forestali la
dichiarazione dell’esistenza di
eccezionale calamita’ o avversita’
atmosferica, attraverso la
individuazione dei territori danneggiati e
le provvidenze da concedere
sulla base delle specifiche richieste da
parte delle regioni e
province autonome;
Vista la richiesta di declaratoria della regione
Lombardia degli
eventi calamitosi di seguito indicati, per
l’applicazione nei
territori danneggiati delle provvidenze del Fondo
di solidarieta’
nazionale:
gelate dal 2 gennaio 2002 al 28 febbraio
2002 nelle province di
Bergamo, Brescia, Varese, Como, Cremona, Lecco,
Mantova, Milano,
Pavia;
Accertata l’esistenza del carattere
eccezionale degli eventi
calamitosi segnalati, per effetto dei danni
alle produzioni;
Decreta:
E’ dichiarata l’esistenza del carattere
eccezionale degli eventi
calamitosi elencati a fianco delle
sottoindicate province per effetto
dei danni alle produzioni nei
sottoelencati territori agricoli, in
cui possono trovare applicazione
le specificate provvidenze della
legge 14 febbraio 1992, n.
185:
Bergamo: gelate dal 5 gennaio 2002 al 5 febbraio 2002

provvidenze di cui all’art. 3, comma 2, lettere c), d),
nel
territorio dei comuni di Caprino Bergamasco, Paladina,
Valbrembo;
Brescia: gelate dal 2 gennaio 2002 al 28 febbraio 2002

provvidenze di cui all’art. 3, comma 2, lettere c), d),
nel
territorio dei comuni di Bagnolo Mella, Borgosatollo,
Calvisano,
Carpenedolo, Castel Mella, Castenedolo, Corzano, Flero,
Leno, Lonato,
Longhena, Manerba del Garda, Nuvolera, Offlaga,
Polpenazze,
Poncarale, Rezzato, Travagliato, Trenzano;
Como: gelate
dal 2 gennaio 2002 al 22 febbraio 2002 – provvidenze
di cui all’art.
3, comma 2, lettere c), d), nel territorio dei comuni
di Albavilla,
Albiolo, Alzate Brianza, Anzano del Parco, Appiano
Gentile, Barni,
Beregazzo con Figliaro, Bregnano, Cadorago, Cantu’,
Cermenate, Erba,
Fenegro’, Guanzate, Inverigo, Locate Varesino,
Lomazzo, Lurago d’Erba,
Magreglio, Mariano Comense, Rovellasca,
Vertemate con
Minoprio;
Cremona: gelate dal 2 gennaio 2002 al 28 febbraio 2002

provvidenze di cui all’art. 3, comma 2, lettere b), c), d),
nel
territorio dei comuni di Credera Rubbiano, Crema;
Lecco: gelate
dal 2 gennaio 2002 al 22 febbraio 2002 –
provvidenze di cui all’art.
3, comma 2, lettere c), d), nel
territorio dei comuni di Barzago,
Barzano’, Brivio, Bulciago, Calco,
Casatenovo, Cernusco Lombardone,
Colle Brianza, Costa Masnaga,
Cremella, Galbiate, Garbagnate
Monastero, Lomagna, Merate, Molteno,
Monticello, Olgiate Molgora,
Osnago, Paderno d’Adda, Perego,
Robbiate, Rovagnate, Santa Maria Hoe’,
Sirone, Sirtori, Verderio
Inferiore, Verderio Superiore;
Mantova:
gelate dal 9 gennaio 2002 al 24 febbraio 2002 –
provvidenze di cui
all’art. 3, comma 2, lettere b), c), d), nel
territorio dei comuni di
Acquanegra sul Chiese, Asola, Bozzolo,
Canneto sull’Oglio,
Casalromano, Castiglione delle Stiviere,
Cavriana, Mantova,
Monzambano, Ponti sul Mincio, Rivarolo Mantovano;
Milano: gelate dal
19 gennaio 2002 al 28 febbraio 2002 –
provvidenze di cui all’art. 3,
comma 2, lettere c), d), nel
territorio dei comuni di Agrate Brianza,
Bernate Ticino, Besana in
Brianza, Biassono, Boffalora Sopra Ticino,
Burago di Molgora,
Bussero, Caponago, Carate Brianza, Carugate,
Cavenago di Brianza,
Cerro Maggiore, Cesate, Correzzana, Cuggiono,
Garbagnate Milanese,
Lazzate, Macherio, Magnago, Milano, Monza, Novate
Milanese, Ornago,
Parabiago, Pessano con Bornago, Rho, Robecchetto con
Induno, Solaro,
Veduggio con Colzano, Vimercate;
Pavia: gelate dal 2
gennaio 2002 al 22 febbraio 2002 –
provvidenze di cui all’art. 3,
comma 2, lettere b), c), d), nel
territorio dei comuni di Arena Po,
Santa Giuletta, Stradella,
Vigevano, Voghera, Zavattarello;
Varese:
gelate dal 15 gennaio 2002 al 25 febbraio 2002 –
provvidenze di cui
all’art. 3, comma 2, lettere c), d), nel
territorio dei comuni di
Angera, Besozzo, Bodio Lomnago,
Brissago-Valtravaglia, Busto Arsizio,
Cadegliano-Viconago, Caravate,
Casciago, Cassano Magnago, Cassano
Valcuvia, Castelseprio,
Castelveccana, Cittiglio, Cocquio-Trevisago,
Comabbio, Cremenaga,
Fagnano Olona, Gallarate, Golasecca, Gorla
Maggiore, Gorla Minore,
Gornate-Olona, Induno Olona, Jerago con Orago,
Laveno-Mombello,
Luino, Marnate, Mornago, Olgiate Olona, Ranco, Sesto
Calende,
Solbiate Arno, Solbiate Olona, Somma Lombardo, Taino,
Tradate,
Uboldo, Varese, Vedano Olona, Vergiate, Viggiu’;
Il presente
decreto sara’ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica
italiana.
Roma, 13 giugno 2002
Il Ministro: Alemanno

Decreto 13/06/2002

Edilone.it