D.P.R. 13/02/81, n. 341: punti 11, 11 bis, e 11 ter dell'art. 4 del R.D. 12 maggio 1927, n. 824 | Edilone.it

D.P.R. 13/02/81, n. 341: punti 11, 11 bis, e 11 ter dell’art. 4 del R.D. 12 maggio 1927, n. 824

D.P.R. 13/02/81, n. 341: punti 11, 11 bis, e 11 ter dell'art. 4 del R.D. 12 maggio 1927, n. 824 - Delucidazioni e chiarimenti sul carico idrostatico
Circolare Ministeriale

A seguito di richieste di chiarimento da parte di alcune
categorie interessate, si ritiene opportuno fornire i seguenti
elementi informativi in merito alla pratica applicazione dei punti in
oggetto, sui quali il Comitato tecnico "Specifiche tecniche per
apparecchi a pressione" nella seduta del 27 settembre 1990 ha
espresso parere favorevole.Punto 11, 11bis e 11 terTenuto conto che
l’art. 1 del decreto ministeriale 21 novembre 1972 specifica che nella
progettazione devono essere considerate come condizioni distinte le
pressioni (interna ed esterna) e, tra le altre, il carico idrostatico,
si fa presente che la pressione dovuta al carico idrostatico non va
considerata come facente parte della pressione effettiva di
funzionamento.A tale pressione effettiva di funzionamento bisogna far
riferimento per la taratura ed il dimensionamento dei dispositivi di
sicurezza per lo scarico di vapore o di gas.Il valore massimo di 0,5
kg/cm2 non può essere sostituito con 0,5 bar perchè
l’unità di misura è espressamente prevista nel D.P.R. in
oggetto.

D.P.R. 13/02/81, n. 341: punti 11, 11 bis, e 11 ter dell’art. 4 del R.D. 12 maggio 1927, n. 824

Edilone.it