Comunicazione tra autorimesse e locali di installazione di impianti termici alimentati a gas metano di portata nominale non superiore a 35 kW | Edilone.it

Comunicazione tra autorimesse e locali di installazione di impianti termici alimentati a gas metano di portata nominale non superiore a 35 kW

Comunicazione tra autorimesse e locali di installazione di impianti termici alimentati a gas metano di portata nominale non superiore a 35 kW - Chiarimenti
Lettera Circolare

Sono pervenuti nel tempo da alcuni Comandi Provinciali dei
Vigili del Fuoco e di recente dal C.I.G. – Comitato Italiano Gas –
alcuni quesiti inerenti l’ammissibilità di comunicazione tra
autorimesse e locali di installazione di impianti termici alimentati a
gas metano di portata nominale non superiore a 35 kW.Al riguardo, su
conforme parere del Comitamto Centrale Tecnico Scientifico per la
prevenzione incendi, di cui all’art. 10 del D.P.R. 29 luglio 1982, n.
577, si chiarisce che, in virtù del disposto del punto 3.5.2 del D.M.
1 febbraio 1986, tutte le autorimesse fino a 40 autovetture e non
oltre il secondo interrato (compresi quindi singoli box e le
autorimesse fino a 9 posti auto), possono comunicare direttamente con
i citati locali, purché la comunicazione sia protetta da porte aventi
caratteristiche di resistenza al fuoco RE 120.I Comandi Provinciali
dei Vigili del Fuoco sono pregati di dare informativa del presente
chiarimento alle Unità ed Aziende Sanitarie Locali operanti nel
territorio, ed alle quali compete la vigilanza sugli impianti termici
in oggetto indicati, così come chiarito dal Ministero dell’Industria,
del Commercio e dell’Artigianato con nota n. 162039 del 26 marzo 1987,
allegata alla lettera-circolare di questa Direzione n. 6812/4183 sott.
10 del 23 aprile 1987.

Comunicazione tra autorimesse e locali di installazione di impianti termici alimentati a gas metano di portata nominale non superiore a 35 kW

Edilone.it