COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETA' E LA BORSA - DELIBERAZIONE 20 Luglio 2006 | Edilone.it

COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETA’ E LA BORSA – DELIBERAZIONE 20 Luglio 2006

COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETA' E LA BORSA - DELIBERAZIONE 20 Luglio 2006 - Modificazioni e integrazioni al regolamento di attuazione del decreto legislativo 24 febbraio 1998, n. 58, concernente la disciplina degli emittenti, adottato con delibera n. 11971 del 14 maggio 1999, e successive modifiche e integrazioni. (Deliberazione n. 15510). (GU n. 174 del 28-7-2006 )

COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETA’ E LA BORSA

DELIBERAZIONE 20 Luglio 2006

Modificazioni e integrazioni al regolamento di attuazione del decreto
legislativo 24 febbraio 1998, n. 58, concernente la disciplina degli
emittenti, adottato con delibera n. 11971 del 14 maggio 1999, e
successive modifiche e integrazioni. (Deliberazione n. 15510).

LA COMMISSIONE NAZIONALE
PER LE SOCIETA’ E LA BORSA
Vista la legge 7 giugno 1974, n. 216;
Visto il decreto legislativo 24 febbraio 1998, n. 58, e successive
modificazioni;
Visto l’art. 11, comma 2, lettera b), della legge 28 dicembre 2005,
n. 262;
Vista la direttiva 2003/71/CE del Parlamento europeo e del
Consiglio del 4 novembre 2003, relativa al prospetto da pubblicare
per l’offerta pubblica o l’ammissione alla negoziazione di strumenti
finanziari;
Visto il regolamento 809/2004/CE della commissione del 29 aprile
2004, recante modalita’ di esecuzione della direttiva 2003/71/CE del
Parlamento europeo e del Consiglio per quanto riguarda le
informazioni contenute nei prospetti, il modello dei prospetti,
l’inclusione delle informazioni mediante riferimento, la
pubblicazione dei prospetti e la diffusione di messaggi pubblicitari;
Vista la delibera n. 11971 del 14 maggio 1999, con la quale e’
stato adottato il regolamento concernente la disciplina degli
emittenti, in attuazione del decreto legislativo n. 58 del 1998, come
modificato con delibere n. 12475 del 6 aprile 2000, n. 13086 del
18 aprile 2001, n. 13106 del 3 maggio 2001, n. 13130 del 22 maggio
2001, n. 13605 del 5 giugno 2002, n. 13616 del 12 giugno 2002, n.
13924 del 4 febbraio 2003, n. 14002 del 27 marzo 2003, n. 14372 del
23 dicembre 2003, n. 14692 dell’11 agosto 2004, n. 14743 del
13 ottobre 2004, n. 14990 del 14 aprile 2005 e n. 15232 del
29 novembre 2005;
Ritenuta l’opportunita’ di modificare le disposizioni contenute nel
regolamento sugli emittenti per adeguarle alla disciplina prevista
dalla citata legge 28 dicembre 2005, n. 262;
Considerate le osservazioni formulate dagli enti ed organismi
consultati ai fini della predisposizione della presente normativa;
Delibera:
I. Il regolamento di attuazione del decreto legislativo 24 febbraio
1998, n. 58, concernente la disciplina degli emittenti, approvato con
delibera n. 11971 del 14 maggio 1999 e modificato con delibere n.
12475 del 6 aprile 2000, n. 13086 del 18 aprile 2001, n. 13106 del
3 maggio 2001, n. 13130 del 22 maggio 2001, n. 13605 del 5 giugno
2002, n. 13616 del 12 giugno 2002, n. 13924 del 4 febbraio 2003, n.
14002 del 27 marzo 2003, n. 14372 del 23 dicembre 2003, n. 14692
dell’11 agosto 2004, n. 14743 del 13 ottobre 2004, n. 14990 del
14 aprile 2005 e n. 15232 del 29 novembre 2005, e’ modificato ed
integrato come segue:
bullet Nell’art. 33:
– al comma 1, dopo la lettera j), sono inserite le seguenti
lettere:
«k) aventi ad oggetto strumenti finanziari diversi dai titoli
di capitale emessi in modo continuo o ripetuto da banche, che abbiano
le seguenti caratteristiche:
i) non siano subordinati, convertibili o scambiabili;
ii) non conferiscano il diritto di sottoscrivere o acquisire
altri tipi di strumenti finanziari e non siano collegati ad uno
strumento derivato;
iii) diano veste materiale al ricevimento di depositi
rimborsabili;
iv) siano coperti da un sistema di garanzia dei depositi a
norma degli articoli da 96 a 96-quater del decreto legislativo
1° settembre 1993, n. 385, relativa ai sistemi di garanzia dei
depositi;
l) aventi ad oggetto strumenti del mercato monetario emessi da
banche con una scadenza inferiore ai dodici mesi»;
– dopo il comma 3, e’ inserito il seguente comma 4:
«4. Nel caso di sollecitazioni aventi ad oggetto strumenti
finanziari diversi dai titoli di capitale emessi in modo continuo o
ripetuto da banche, che abbiano le seguenti caratteristiche:
(i) il corrispettivo totale dell’offerta, calcolato per un
periodo di dodici mesi, sia inferiore a euro 50.000.000;
(ii) non siano subordinati, convertibili o scambiabili;
(iii) non conferiscano il diritto di sottoscrivere o acquisire
altri tipi di strumenti finanziari e non siano collegati ad uno
strumento derivato;
e’ pubblicato ai sensi dell’art. 8, comma 1, un prospetto
semplificato redatto conformemente allo schema di cui all’Allegato
1M; non e’ richiesta la pubblicazione dell’avviso di cui al comma 2
del medesimo articolo; tale prospetto semplificato non e’
preventivamente approvato dalla Consob».
bullet L’art. 19, comma 1, e’ sostituito dal seguente:
«Gli annunci pubblicitari aventi ad oggetto OICR, fondi pensione
aperti e strumenti finanziari diversi da titoli di capitale emessi in
modo continuo o ripetuto da banche possono essere diffusi dal giorno
successivo a quello della loro trasmissione alla Consob.»;
bullet Nell’art. 6-bis, comma 1, le parole «enti creditizi» sono
sostituite dalla parola «banche»;
bullet Nell’art. 9-bis, comma 3, le parole «enti creditizi» sono
sostituite dalla parola «banche»;
bullet Dopo l’Allegato 1L, e’ inserito l’Allegato 1M (Allegato n.
1).
II. La presente delibera e’ pubblicata nel Bollettino della Consob
e nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.
Roma, 20 luglio 2006
Il presidente: Cardia

Allegato 1
ALLEGATO 1M
Schema di prospetto informativo per le emissioni
di obbligazioni bancarie previste dall’art. 33, comma IV
Schema di Prospetto informativo redatto ai sensi della disciplina
in materia di sollecitazione all’investimento (da consegnare al
sottoscrittore che ne faccia richiesta).
COPERTINA
Indicare la denominazione sociale nonche’ il ruolo ricoperto dai
soggetti che in qualita’ di emittente, offerente, responsabile del
collocamento, ecc. intervengono nell’operazione.
Inserire la seguente indicazione: «Prospetto informativo per le
emissioni di obbligazioni bancarie c.d. Plain Vanilla»
Inserire la seguente indicazione: «Offerta di ….»
Riportare quanto di seguito indicato:
«Il presente prospetto non e’ sottoposto all’approvazione della
Consob».
I – INFORMAZIONI SULLA BANCA EMITTENTE
1. Persone responsabili
Ogni persona responsabile delle informazioni fornite nel
prospetto e, eventualmente, di talune parti di esso. In quest’ultimo
caso, indicare dette parti. Nel caso di persone fisiche, inclusi i
membri degli organi di amministrazione, di direzione o di vigilanza
dell’emittente, fornire il nome e la qualifica della persona; nel
caso di persone giuridiche, fornire la denominazione e la sede.
Dichiarazione delle persone responsabili del prospetto attestante
che, avendo esse adottato tutta la ragionevole diligenza a tale
scopo, le informazioni contenute nel prospetto sono, per quanto a
loro conoscenza, conformi ai fatti e non presentano omissioni tali da
alterarne il senso. Eventuale dichiarazione delle persone
responsabili di talune parti del prospetto attestante che le
informazioni contenute nella parte del prospetto di cui sono
responsabili sono, per quanto a loro conoscenza, conformi.
2. Denominazione e forma giuridica.
3. Sede legale e sede amministrativa.
4. Numero di iscrizione all’albo delle banche tenuto dalla
Banca d’Italia.
5. Gruppo bancario di appartenenza e relativo numero di
iscrizione all’albo dei gruppi bancari tenuto dalla Banca d’Italia.
6. Patrimonio di vigilanza, Tier One Capital Ratio, Total
Capital ratio, sofferenze lorde/impieghi, sofferenze nette/impieghi,
partite anomale/impieghi, riferiti agli ultimi due bilanci ovvero
all’ultima semestrale – se pubblicata – e all’ultimo bilancio.
Indicazione dei rischi piu’ importanti in essere relativamente
all’emittente, se rilevanti sotto il profilo della solvibilita’ o del
suo sensibile deterioramento. Eventuale quantificazione
dell’ammontare massimo del rischio in essere e dell’eventuale
appostazione di accantonamenti in bilancio.
7. Eventuale rating, riferito al periodo precedente
l’emissione, con indicazione del soggetto che lo ha rilasciato.
8. Eventuali conflitti di interesse attinenti il collocamento
dei titoli.
II – INFORMAZIONI SULLE CARATTERISTICHE DELL’EMISSIONE
1. Persone responsabili
1.1. Ogni persona responsabile delle informazioni fornite nel
prospetto e, eventualmente, di talune parti di esso. In questo ultimo
caso, indicare dette parti. Nel caso di persone fisiche, inclusi i
membri degli organi di amministrazione, di direzione o di vigilanza
dell’emittente, fornire il nome e la qualifica della persona; nel
caso di persone giuridiche, fornire la denominazione e la sede.
1.2. Dichiarazione delle persone responsabili del prospetto
attestante che, avendo esse adottato tutta la ragionevole diligenza a
tale scopo, le informazioni contenute nel prospetto sono, per quanto
a loro conoscenza, conformi ai fatti e non presentano omissioni tali
da alterarne il senso. Eventuale dichiarazione delle persone
responsabili di talune parti del prospetto attestante che le
informazioni contenute nella parte del prospetto di cui sono
responsabili sono, per quanto a loro conoscenza, conformi ai fatti e
non presentano omissioni tali da alterarne il senso.
2. Fa…

[Continua nel file zip allegato]

COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETA’ E LA BORSA – DELIBERAZIONE 20 Luglio 2006

Edilone.it