COMMISSIONE DI VIGILANZA SUI FONDI PENSIONE - DELIBERAZIONE 23 marzo 2012 | Edilone.it

COMMISSIONE DI VIGILANZA SUI FONDI PENSIONE – DELIBERAZIONE 23 marzo 2012

COMMISSIONE DI VIGILANZA SUI FONDI PENSIONE - DELIBERAZIONE 23 marzo 2012 - Determinazione della misura, dei termini e delle modalita' di versamento del contributo dovuto alla COVIP da parte delle forme pensionistiche complementari nell'anno 2012, ai sensi dell'articolo 1, comma 65 della legge 23 dicembre 2005, n. 266. (12A03769) - (GU n. 79 del 3-4-2012 )

COMMISSIONE DI VIGILANZA SUI FONDI PENSIONE

DELIBERAZIONE 23 marzo 2012

Determinazione della misura, dei termini e delle modalita’ di
versamento del contributo dovuto alla COVIP da parte delle forme
pensionistiche complementari nell’anno 2012, ai sensi dell’articolo
1, comma 65 della legge 23 dicembre 2005, n. 266. (12A03769)

LA COMMISSIONE DI VIGILANZA SUI FONDI PENSIONE

Visto l’art. 18, comma 2 del decreto legislativo 5 dicembre 2005,
n. 252 (di seguito: decreto n. 252 del 2005) che dispone che la
Commissione di vigilanza sui fondi pensione (di seguito: COVIP) e’
istituita con lo scopo di perseguire la trasparenza e la correttezza
dei comportamenti e la sana e prudente gestione delle forme
pensionistiche complementari, avendo riguardo alla tutela degli
iscritti e dei beneficiari e al buon funzionamento del sistema di
previdenza complementare;
Vista la legge 8 agosto 1995, n. 335, recante la riforma del
sistema pensionistico obbligatorio e complementare (di seguito: legge
n. 335 del 1995) e in particolare l’art.13, comma 2, che prevede che
la COVIP sia finanziata mediante un apposito stanziamento di bilancio
nello stato di previsione del Ministero del lavoro e della previdenza
sociale;
Visto l’art. 13, comma 3, della legge n. 335 del 1995, come
modificato dall’art. 1, comma 68, della legge 23 dicembre 2005 n.
266, che stabilisce l’integrazione del finanziamento pubblico della
COVIP mediante il versamento annuale da parte dei fondi pensione di
una quota non superiore allo 0,5 per mille dei flussi annuali dei
contributi incassati;
Visto l’art. 59, comma 39, della legge 27 dicembre 1997, n. 449 (di
seguito: legge n. 449 del 1997) che incrementa il finanziamento in
favore della COVIP previsto dall’art.13, comma 2, della legge n. 335
del 1995;
Vista la legge 23 dicembre 2005 n. 266 (di seguito: legge n. 266
del 2005) e, in particolare, l’art. 1, comma 65, che prevede che a
decorrere dall’anno 2007, le spese di funzionamento della COVIP sono
finanziate dal mercato di competenza, per la parte non coperta dal
finanziamento a carico del bilancio dello Stato, e che l’entita’
della contribuzione, i termini e le modalita’ di versamento sono
determinate dalla COVIP con propria deliberazione, sottoposta ad
approvazione del Presidente del Consiglio dei Ministri con proprio
decreto;
Considerato l’ammontare complessivo del finanziamento pubblico
previsto dall’art. 13, comma 2, della legge n. 335 del 1995,
dall’art. 59, comma 39, dalla legge n. 449 del 1997 e dall’art. 16,
comma 2, lett. b) del decreto n. 252 del 2005;
Visto l’art. 2, comma 241 della legge 23 dicembre 2009, n. 191 che
stabilisce che la COVIP e’ tenuta, per gli anni 2010, 2011 e 2012, a
trasferire all’Autorita’ di cui alla legge 12 giugno 1990, n. 146 la
somma di un milione di euro per ciascun anno a valere sulle entrate
di cui all’art. 13 della legge n. 335 del 1995 e all’art. 59, comma
39 della legge n. 449 del 1997;
Ritenuto che, in relazione al proprio fabbisogno finanziario per il
2012, all’ammontare del finanziamento pubblico, alla stima
dell’importo delle contribuzioni incassate dai fondi pensione
nell’anno 2011, nonche’ alla contribuzione dovuta all’Autorita’ di
cui alla legge n. 146 del 1990, il versamento a carico delle forme
pensionistiche complementari debba essere fissato nella misura dello
0,5 per mille dei flussi annuali dei contributi incassati a qualunque
titolo dalle forme pensionistiche complementari stesse;
Ritenuto che il contributo annuale dovuto per il 2012 debba essere
calcolato in base ai contributi incassati dalle forme pensionistiche
complementari nell’anno 2011;
Vista la deliberazione di questa Commissione del 26 gennaio 2012
con cui e’ stato approvato lo schema del presente provvedimento;
Vista la nota del 1° febbraio 2012 con la quale tale schema e’
stato trasmesso al Presidente del Consiglio dei Ministri e al
Ministro dell’economia e delle finanze;
Visto il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri dell’8
marzo 2012 di approvazione della citata deliberazione COVIP del 26
gennaio 2012;

Delibera

di approvare le seguenti disposizioni in materia di misura, termini e
modalita’ di versamento del contributo dovuto alla COVIP da parte
delle forme pensionistiche complementari nell’anno 2012.
Art. 1

Contributo di vigilanza

1. Ad integrazione del finanziamento della COVIP e’ dovuto per
l’anno 2012, dai soggetti di cui al successivo art. 2, il versamento
di un contributo nella misura dello 0,5 per mille dell’ammontare
complessivo dei contributi incassati a qualsiasi titolo dalle forme
pensionistiche complementari nell’anno 2011.
2. Dalla base di calcolo di cui al comma 1 vanno esclusi i flussi
in entrata derivanti dal trasferimento di posizioni maturate presso
altre forme pensionistiche complementari, nonche’ i contributi non
finalizzati alla costituzione delle posizioni pensionistiche, ma
relativi a prestazioni accessorie quali premi di assicurazione per
invalidita’ o premorienza.
3. Per le forme pensionistiche complementari costituite all’interno
di societa’, qualora il fondo o singole sezioni dello stesso si
configuri quale mera posta contabile nel bilancio della societa’, la
base di calcolo ai sensi del comma 1 dovra’ tenere anche conto degli
accantonamenti effettuati nell’anno al fine di assicurare la
copertura della riserva matematica rappresentativa delle obbligazioni
previdenziali.

Art. 2

Destinatari

1. Al versamento dei contributi di cui all’art. 1 e’ tenuta
ciascuna forma pensionistica complementare che al 31 dicembre 2011
risulti iscritta all’albo di cui all’art. 19, comma 1, del decreto n.
252 del 2005.

Art. 3

Termini e modalita’ di versamento

1. Entro il 31 maggio 2012 ciascuna forma pensionistica
complementare provvede a versare il contributo dovuto.
2. Nel caso di cancellazione dall’albo prima della predetta
scadenza, la forma pensionistica complementare effettua il versamento
prima della cancellazione stessa nella misura stabilita dall’art. 1.
3. Il contributo dovra’ essere versato sul conto corrente bancario
n. IT09B0569603211000006151X44 intestato alla Commissione di
Vigilanza sui Fondi Pensione presso la Banca Popolare di Sondrio,
sede di Roma. La causale da indicare per il versamento e’ la
seguente: “Fondo pensione n. (numero di iscrizione all’albo dei fondi
pensione) – Versamento contributo di vigilanza anno 2012”.
4. A pagamento avvenuto, e comunque entro il 22 giugno 2012, tutte
le forme pensionistiche di cui al precedente art. 2 sono tenute a
trasmettere alla COVIP i dati relativi al contributo in parola
compilando le pagine appositamente dedicate e messe a disposizione in
sezioni riservate presenti sul sito Internet www.covip.it.

Art. 4

Pubblicazione

1. La presente deliberazione sara’ pubblicata nella Gazzetta
Ufficiale della Repubblica italiana, nel Bollettino della COVIP e sul
sito Internet della stessa.
Roma, 23 marzo 2012

Il Presidente: Finocchiaro

Il segretario: Tais

COMMISSIONE DI VIGILANZA SUI FONDI PENSIONE – DELIBERAZIONE 23 marzo 2012

Edilone.it