COMMISSIONE DI VIGILANZA SUI FONDI PENSIONE | Edilone.it

COMMISSIONE DI VIGILANZA SUI FONDI PENSIONE

COMMISSIONE DI VIGILANZA SUI FONDI PENSIONE - DELIBERAZIONE 4 dicembre 2003: Integrazione al «Regolamento sulle procedure per l'autorizzazione all'esercizio dell'attivita' dei fondi pensione» adottato con deliberazione del 22 maggio 2001. (GU n. 291 del 16-12-2003)

COMMISSIONE DI VIGILANZA SUI FONDI PENSIONE

DELIBERAZIONE 4 dicembre 2003

Integrazione al «Regolamento sulle procedure per l’autorizzazione
all’esercizio dell’attivita’ dei fondi pensione» adottato con
deliberazione del 22 maggio 2001.

LA COMMISSIONE DI VIGILANZA
SUI FONDI PENSIONE

Visto il decreto legislativo 21 aprile 1993, n. 124, e successive
modifiche ed integrazioni (di seguito «decreto n. 124/1993»), con il
quale sono disciplinate le forme pensionistiche complementari ed e’
stata istituita la Commissione di vigilanza sui fondi pensione (di
seguito «COVIP»), dotata di personalita’ giuridica di diritto
pubblico;
Visti gli articoli 4, comma 3, e 9, comma 3, del decreto n.
124/1993, che attribuiscono alla COVIP la competenza ad autorizzare
l’esercizio dell’attivita’ dei fondi pensione, nonche’ il compito di
regolamentare le modalita’ di presentazione dell’istanza di
autorizzazione, i documenti da allegare alla stessa e i termini per
il rilascio dell’autorizzazione;
Visto il «Regolamento sulle procedure per l’autorizzazione
all’esercizio dell’attivita’ dei fondi pensione», adottato dalla
COVIP con deliberazione del 22 maggio 2001;
Ritenuto opportuno integrare il predetto Regolamento con specifico
riguardo alla documentazione da allegare all’istanza di
autorizzazione all’esercizio dell’attivita’ per i fondi pensione
aperti di cui all’art. 9 del decreto n. 124/1993, includendo tra i
documenti da allegare anche una relazione che illustri il programma
di attivita’ del fondo;
Delibera:
Il regolamento sulle procedure per l’autorizzazione all’esercizio
dell’attivita’ dei fondi pensione, adottato con deliberazione del
22 maggio 2001, e’ integrato come segue: all’art. 9, comma 2, dopo la
lettera f) e’ aggiunta la seguente:
«g) una relazione che illustri il programma di attivita’ del
fondo, eventualmente anche con indicazione della tipologia di
adesioni verso le quali si intende maggiormente orientare l’attivita’
medesima e, con specifico riguardo alle ipotesi di adesioni su base
contrattuale collettiva di cui all’art. 9, comma 2, del decreto n.
124/1993, dei meccanismi e degli strumenti di informativa e
partecipazione che si intendono promuovere».
Roma, 4 dicembre 2003
Il presidente: Francario

COMMISSIONE DI VIGILANZA SUI FONDI PENSIONE

Edilone.it