COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA - DELIBERAZIONE 28 marzo 2002: Fondo ex art. 19 del decreto legislativo n. 96/1993, assegnazioni per l'anno 2002 | Edilone.it

COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA – DELIBERAZIONE 28 marzo 2002: Fondo ex art. 19 del decreto legislativo n. 96/1993, assegnazioni per l’anno 2002

COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA - DELIBERAZIONE 28 marzo 2002: Fondo ex art. 19 del decreto legislativo n. 96/1993, assegnazioni per l'anno 2002 (Completamenti legge n. 64/1986). (Deliberazione n. 22/2002). (GU n. 184 del 7-8-2002)

COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA

DELIBERAZIONE 28 marzo 2002

Fondo ex art. 19 del decreto legislativo n. 96/1993, assegnazioni per
l’anno 2002 (Completamenti legge n. 64/1986). (Deliberazione n.
22/2002).

Il COMITATO INTERMINISTERIALE
PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA

Vista la legge 10 marzo 1986, n. 64, recante la “Disciplina
organica dell’intervento straordinario nel Mezzogiorno”;
Visto il decreto-legge 22 ottobre 1992, n. 415, convertito, con
modificazioni, nella legge 19 dicembre 1992, n. 488, con il quale
viene, fra l’altro, disposta la soppressione del Dipartimento per gli
interventi straordinari nel Mezzogiorno e dell’Agenzia per la
promozione dello sviluppo del Mezzogiorno;
Visto il decreto legislativo 3 aprile 1993, n. 96, recante
disposizioni per il trasferimento delle competenze dei soppressi
organismi dell’intervento straordinario e del relativo personale ed
in particolare l’art. 19, comma 5, che istituisce un Fondo per il
finanziamento degli interventi ordinari nelle aree depresse del
territorio nazionale;
Visto il decreto-legge 8 febbraio 1995, n. 32, convertito nella
legge 7 aprile 1995, n. 104, ed in particolare l’art. 3 che
sostituisce il predetto comma 5;
Visto il decreto-legge 23 giugno 1995, n. 244, convertito nella
legge 8 agosto 1995, n. 341;
Vista la legge 28 dicembre 2001, n. 448 (legge finanziaria 2002);
Vista la legge 28 dicembre 2001, n. 449 di approvazione del
bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2002 e del
bilancio pluriennale per il triennio 2002-2004;
Viste le delibere adottate da questo Comitato a partire dall’anno
1994, con le quali sono state disposte assegnazioni finanziarie per
assicurare la prosecuzione ed il completamento delle iniziative
avviate a carico della legge n. 64/1986;
Vista la richiesta del Dipartimento del Tesoro n. 784273 dell’8
febbraio 2002, per complessivi 15.994.183 euro, concernente
l’erogazione dei contributi sull’emissione dei prestiti
obbligazionari ex art. 10 della legge n. 64/1986 pari a 12.571.285
euro, ed il rimborso alla Cassa depositi e prestiti delle rate
annuali degli interessi consolidati derivanti dalle anticipazioni da
essa effettuate nel finanziamento delle iniziative avviate in vigenza
dell’intervento straordinario nel Mezzogiorno, pari a 3.422.898 euro;
Vista la nota del Ministero del lavoro e delle politiche sociali n.
926 del 13 marzo 2002, concernente le esigenze finanziarie relative
agli oneri residui da rimborsare all’INPS per sgravi contributivi in
agricoltura, inizialmente a carico del soppresso Servizio per i
contributi agricoli unificati (SCAU);
Vista la nota del Ministero delle attivita’ produttive n. 911639
del 18 febbraio 2002, nella quale e’ evidenziata la situazione
complessiva concernente le iniziative finanziate ai sensi della legge
n. 64/1986, nonche’ il fabbisogno finanziario residuo per i relativi
completamenti, a fronte del quale viene richiesto, per l’esercizio
2002, un importo di 309.874.000 euro per gli incentivi industriali ed
un importo di 129.114.000 euro per i contratti di programma;
Vista la nota del Ministero delle politiche agricole e forestali n.
1436 del 23 novembre 2001, con la quale viene avanzata richiesta di
reintegro delle risorse, pari a 46.155.542 euro, anticipate per oneri
di contenzioso legati al completamento di opere avviate a carico del
soppresso intervento straordinario, ai quali il Ministero stesso ha
fatto provvisoriamente fronte con le risorse trasferite per il
completamento delle iniziative ex lege n. 64/1986 e considerato che
tale reintegro e’ necessario per la definizione dei rapporti
instaurati tra l’Amministrazione richiedente e gli Enti attuatori
degli interventi;
Tenuto conto altresi’ delle esigenze del Ministero dell’economia e
delle finanze, pari a 516.456.899 euro per il corrente esercizio
2002, connesse al trasferimento alle regioni meridionali – in
attuazione del decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 112, recante
conferimento di funzioni e compiti alle regioni e agli enti locali e
dei successivi decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri –
delle risorse residue occorrenti per il completamentodelle iniziative
comprese nei piani regionali di sviluppo e nell’azione organica 6.3,
di cui ai piani annuali di attuazione ex lege n. 64/1986;
Ritenuto opportuno disporre, alla luce delle esigenze manifestate
dalle predette amministrazioni, un’assegnazione, per l’anno 2002,
pari a complessivi 1.224.177.384 euro, a carico del Fondo ex art. 19
sopra richiamato;
Su proposta del Ministro dell’economia e delle finanze;
Delibera:
A valere sulle disponibilita’ per l’anno 2002 del Fondo ex art.
19 del decreto legislativo 3 aprile 1993, n. 96, sono disposte, per
le finalita’ indicate in premessa, le seguenti assegnazioni per un
importo complessivo di 1.224.177.384 euro:

—-> Vedere TABELLA a Pag. 55 della G.U.

COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA – DELIBERAZIONE 28 marzo 2002: Fondo ex art. 19 del decreto legislativo n. 96/1993, assegnazioni per l’anno 2002

Edilone.it