COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA - DELIBERAZIONE 20 dicembre 2004: Programma triennale Dipartimento per i trasporti terrestri e per i sistemi informativi e statistici 2004-2006 | Edilone.it

COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA – DELIBERAZIONE 20 dicembre 2004: Programma triennale Dipartimento per i trasporti terrestri e per i sistemi informativi e statistici 2004-2006

COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA - DELIBERAZIONE 20 dicembre 2004: Programma triennale Dipartimento per i trasporti terrestri e per i sistemi informativi e statistici 2004-2006 - Verifica di compatibilita' con i documenti programmatori vigenti (articolo 14, legge 11 febbraio 1994, n. 109, e successive modificazioni ed integrazioni). (Determinazione n. 76/2004). (GU n. 59 del 12-3-2005)

COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA

DELIBERAZIONE 20 dicembre 2004

Programma triennale Dipartimento per i trasporti terrestri e per i
sistemi informativi e statistici 2004-2006 – Verifica di
compatibilita’ con i documenti programmatori vigenti (articolo 14,
legge 11 febbraio 1994, n. 109, e successive modificazioni ed
integrazioni). (Determinazione n. 76/2004).

IL COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA
Vista la legge 11 febbraio 1994, n. 109, e successive modifiche ed
integrazioni, intitolata «Legge quadro in materia di lavori
pubblici», che, all’art. 14, pone a carico dei soggetti indicati
all’art. 2, comma 2, della stessa legge, con esclusione degli enti ed
amministrazioni locali e loro associazioni e consorzi, l’obbligo di
trasmettere a questo Comitato i programmi triennali dei lavori e gli
aggiornamenti annuali per la verifica della loro compatibilita’ con i
documenti programmatori vigenti;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 21 dicembre 1999,
n. 554, recante il regolamento di attuazione della citata legge
quadro in materia di lavori pubblici;
Visto il decreto del Ministro dei lavori pubblici 21 giugno 2000,
recante modalita’ e schemi-tipo per la redazione dei programmi
triennali, degli aggiornamenti annuali e dell’elenco annuale dei
lavori, e visto il decreto del Ministro dei lavori pubblici 4 agosto
2000, recante interpretazione autentica del decreto inizialmente
adottato;
Visto l’art. 7, comma 1, della legge 1° agosto 2002, n. 166, che ha
modificato l’art. 14, comma 1, della citata legge n. 109, limitando
gli obblighi di programmazione ai lavori di singolo importo superiore
a 100.000 euro;
Vista la delibera 29 settembre 2003, n. 73 (Gazzetta Ufficiale n.
280/2003), con la quale questo Comitato ha formulato parere di
compatibilita’, ex citato articolo 14 della legge n. 109/1994, sul
programma triennale 2003-2005 predisposto dal Ministero delle
infrastrutture e dei trasporti – Dipartimento per i trasporti
terrestri e per i sistemi informativi e statistici;
Vista la nota n. 1182/400 del 23 aprile 2004 con la quale il
suddetto Dipartimento ha trasmesso a questo Comitato il Programma
triennale 2004-2006;
Ritenuto, in linea generale, che i documenti programmatori di
riferimento per la verifica di compatibilita’ prevista dall’art. 14
della legge n. 109/1994 siano da individuare nei documenti di
programmazione economico-finanziaria, nelle disposizioni per la
formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato e nelle
leggi pluriennali di spesa, nonche’ negli eventuali programmi
comunitari e nazionali relativi allo specifico settore;
Rilevato che il Documento di programmazione economico-finanziaria
2004-2007 ribadisce la rilevanza del ricorso alla finanza di progetto
per la realizzazione di opere pubbliche, gia’ affermata nei
precedenti documenti programmatori, e stabilisce, in via generale,
che una quota delle risorse ordinarie per investimenti venga
destinata al Mezzogiorno, al fine di conferire carattere di effettiva
aggiuntivita’ agli appositi stanziamenti, nazionali e comunitari,
riservati a tale macro-area;
Rilevato che non esistono specifici documenti programmatori ne’
specifiche indicazioni per il settore all’esame;
Prende atto:
che il Programma triennale 2004-2006 del Ministero delle
infrastrutture e dei trasporti – Dipartimento per i trasporti
terrestri e per i sistemi informativi e statistici costituisce
l’aggiornamento del Programma 2003-2005 e, come raccomandato nella
delibera citata in premessa, e’ corredato da una relazione
sull’attuazione del predetto precedente Programma, nella quale si
evidenzia che:
e’ stato autorizzato l’espletamento delle procedure per
l’affidamento di tutte le manutenzioni straordinarie previste per
l’anno 2003 e si e’ proceduto all’aggiudicazione dei lavori per oltre
l’80% delle gare autorizzate;
gli impedimenti all’integrale conclusione delle procedure
autorizzate sono stati individuati principalmente nel sovraccarico
lavorativo di alcuni uffici periferici, competenti per parte dei
procedimenti, e nei lunghi tempi necessari per l’accertamento
dell’inesistenza delle cause di esclusione dalle gare previste
dall’art. 75 del decreto del Presidente della Repubblica n. 554/1999;
non e’ stato possibile avviare le procedure per le nuove
costruzioni e gli ampliamenti, in quanto nel corso del 2003 non sono
state ottenute tutte le autorizzazioni ed i pareri propedeutici alla
realizzazione delle opere;
e’ stata effettuata una ricognizione presso gli uffici
periferici per rilevare eventuali diverse priorita’ relative agli
interventi programmati per il 2004 ed il 2005 al fine di inserire i
conseguenti adeguamenti nel programma per il triennio 2004-2006;
che il Programma in oggetto e’ riferito a tre tipologie
d’interventi: nuova costruzione di uffici provinciali dotati di
stazione di controllo autoveicoli per effettuare la revisione dei
veicoli secondo la normativa vigente ed interventi di manutenzione
straordinaria e di ampliamento delle strutture esistenti intesi a
migliorare la qualita’ e la fruibilita’ delle strutture e/o degli
impianti esistenti
che il Programma, nel quadro di sintesi, rappresenta
genericamente per le tre citate tipologie d’interventi un fabbisogno
complessivo di 39,88 milioni di euro, ma articola i 18 interventi di
cui prevede la realizzazione nel triennio sulla base delle
disponibilita’ di 29,30 milioni di euro, configurando un grado di
soddisfazione – rispetto al suddetto fabbisogno complessivo – pari ad
oltre il 70% ed in particolare assicurando copertura al 100% degli
interventi di ampliamento, all’86% delle manutenzioni straordinarie
ed al 65% delle nuove costruzioni;
che il Programma stesso individua – in linea con quanto previsto
dall’art. 14, commi 2 e 3, della legge n. 109/1994 – le priorita’
degli interventi, ivi compresa la «priorita’ assoluta», che il
richiamato decreto del Ministro dei lavori pubblici 21 giugno 2000
definisce come «complessiva» e che e’ desunta dall’incrocio tra le
priorita’ «di categoria» e le «ulteriori priorita»;
che in particolare gli interventi interessano soprattutto gli
uffici periferici, con una quota destinata al Mezzogiorno di 19,12
milioni di euro, pari ad oltre il 60% del totale;
che la copertura finanziaria degli investimenti riportati nel
Programma e’ assicurata dagli stanziamenti ordinari di bilancio
dell’Amministrazione di settore, nonche’ dalle proiezioni degli
stessi per gli anni successivi e da residui di stanziamento;
che il Programma, limitato – come esposto – ad interventi sul
patrimonio edilizio esistente e/o alla realizzazione di nuovi uffici
provinciali per lo svolgimento di operazioni tecniche ed
amministrative istituzionalmente di competenza dell’Amministrazione,
non prevede forme di coinvolgimento di capitali privati;
che l’elenco annuale 2004 comprende 11 interventi per un importo
di 14,23 milioni di euro;
che non sono rilevabili elementi di incompatibilita’ con le linee
generali di politica governativa di cui ai documenti programmatori
vigenti;
Delibera
in relazione a quanto sopra, di esprimere – ai sensi dell’art. 14,
comma 11, della legge n. 109/1994 e successive modifiche ed
integrazioni – parere di compatibilita’ del Programma triennale in
oggetto con i documenti programmatori vigenti, fermo restando che la
parte di Programma concernente le annualita’ successive al 2004
trovera’ attuazione nei limiti degli stanziamenti di bilancio;
Raccomanda al Ministro delle infrastrutture e dei trasporti:
di trasmettere tempestivamente a questo Comitato l’aggiornamento
del Programma valido per il triennio 2005-2007, corredato da una
relazione che, oltre a riassumere le caratteristiche essenziali del
Programma di cui alla presente delibera, ne illustri lo stato di
attuazione e ne evidenzi eventuali criticita’;
di valutare la possibilita’ di ricorso a forme di coinvolgimento
del capitale privato per il finanziamento dei lavori di cui al
suddetto Programma, compatibilmente con la natura dei lavori stessi.
Roma, 20 dicembre 2004
Il presidente delegato: Siniscalco

Il segretario del CIPE: Baldassarri

COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA – DELIBERAZIONE 20 dicembre 2004: Programma triennale Dipartimento per i trasporti terrestri e per i sistemi informativi e statistici 2004-2006

Edilone.it