COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA | Edilone.it

COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA

COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA - DELIBERAZIONE 19 dicembre 2003: Sistema per l'attribuzione del codice unico di progetto di investimento pubblico (CUP). (Deliberazione n. 126/2003). (GU n. 66 del 19-3-2004)

COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA

DELIBERAZIONE 19 dicembre 2003

Sistema per l’attribuzione del codice unico di progetto di
investimento pubblico (CUP). (Deliberazione n. 126/2003).

IL COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA
Visto l’art. 1, commi 1 e 5, della legge 17 maggio 1999, n. 144,
che prevede, fra l’altro, l’istituzione, presso questo Comitato, di
un Sistema di monitoraggio degli investimenti pubblici (MIP), basato
su una banca dati comune a tutte le amministrazioni;
Visto l’art. 11, commi 1 e 2, della legge 16 gennaio 2003, n. 3, il
quale prevede che, a decorrere dal 1° gennaio 2003, ai fini del
suddetto monitoraggio, ogni progetto d’investimento pubblico, nuovo o
in corso di attuazione, sia dotato di un «Codice unico di progetto»
(CUP), demandando a questo Comitato il compito di disciplinarne
modalita’ e procedure attuative;
Visto l’art. 28 della legge 27 dicembre 2002, n. 289, (finanziaria
2003) che, al comma 3, al fine di garantire la rispondenza dei conti
pubblici alle condizioni dell’art. 104 del Trattato istitutivo della
Comunita’ europea e delle norme conseguenti, stabilisce, fra l’altro,
che tutti i pagamenti delle amministrazioni pubbliche siano
codificati con criteri uniformi su tutto il territorio nazionale, e,
al comma 5, prevede, fra l’altro, che il Ministro dell’economia e
delle finanze, sentita la Conferenza unificata Stato-Regioni,
stabilisca con propri decreti la codificazione, le modalita’ ed i
tempi per l’attuazione delle disposizioni di cui al comma 3;
Vista la propria delibera 6 agosto 1999, n. 134, che, fra l’altro,
ha istituito, presso questo Comitato, un Gruppo di coordinamento per
le attivita’ connesse alla predisposizione del Sistema di
monitoraggio degli investimenti pubblici (MIP);
Vista la propria delibera 15 febbraio 2000, n. 12 (Gazzetta
Ufficiale n. 91/2000), con la quale, e’ stata prevista
l’individuazione di tutti gli investimenti pubblici attraverso un
codice identificativo unico e sono stati costituiti due gruppi di
lavoro per l’attivazione del Codice unico di progetto (CUP) e per le
attivita’ propedeutiche all’avvio del Sistema di monitoraggio degli
investimenti pubblici (MIP);
Vista la propria delibera 21 dicembre 2000, n. 144 (Gazzetta
Ufficiale n. 64/2001), con la quale si e’ dato avvio, in linea con il
documento approvato dalla Conferenza Stato-Regioni il 9 novembre
2000, alla procedura di assegnazione automatica del Codice unico di
progetto (CUP), prevedendo che detto codice – basato sui dati
caratteristici del singolo progetto – sia assegnato con apposita
procedura, operante in ambito CIPE, partendo dall’immissione guidata
di alcune informazioni di base;
Vista la propria delibera 27 dicembre 2002, n. 143, con la quale si
e’ definito e regolamentato il CUP;
Tenuto conto della necessita’ di rafforzare il processo di
cooperazione operativa tra amministrazioni pubbliche ai fini di una
sempre maggiore diffusione del CUP;
Ritenuto pertanto opportuno integrare quanto previsto al punto 1.4
della citata delibera n. 143;
Su proposta del Ministro dell’economia e delle finanze;
Delibera:
Il punto 1.4 della delibera n. 143, richiamata in premessa e’ cosi’
integrato:
1.4.4. – Tutti i progetti d’investimento, all’atto della
richiesta di mutui con oneri di ammortamento a totale o parziale
carico dello Stato, devono essere dotati del CUP.
Qualora detto codice non sia stato richiesto ed evidenziato nella
documentazione presentata agli istituti ed enti che erogano mutui,
questi possono provvedere direttamente alla generazione dello stesso
dandone tempestiva comunicazione, anche in via telematica, al
soggetto stesso ed alla struttura di supporto CUP di cui al
successivo punto 1.7.1.
Il soggetto, che resta ai sensi del precedente punto 1.4.1.
responsabile della validita’ dei dati del progetto per il quale e’
stato generato il CUP, deve entro 15 giorni dalla comunicazione
dell’istituto o ente, provvedere alla loro eventuale modifica
interagendo direttamente con la struttura di supporto CUP di cui
sopra.
Il CUP attribuito dall’istituto o ente erogatore del mutuo, si
intende comunque confermato, qualora il soggetto responsabile del
progetto, entro il predetto termine di 15 giorni, non comunichi
variazioni.
Roma, 19 dicembre 2003
Il Presidente delegato Tremonti
Il segretario del CIPE Baldassarri
Registrato alla Corte dei conti il 2 marzo 2004
Ufficio di controllo sui Ministeri economico-finanziari, registro n.
1 Economia e finanze, foglio n. 275

COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA

Edilone.it