CENTRO NAZIONALE PER L'INFORMATICA NELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE | Edilone.it

CENTRO NAZIONALE PER L’INFORMATICA NELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

CENTRO NAZIONALE PER L'INFORMATICA NELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE - COMUNICATO: Avviso per la selezione di progetti di e-learning (GU n. 160 del 12-7-2005)

CENTRO NAZIONALE PER L’INFORMATICA NELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

COMUNICATO

Avviso per la selezione di progetti di e-learning

Visto il decreto legislativo 12 febbraio 1993, n. 39 e successive
modificazioni ed integrazioni;
Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 14
febbraio 2002 pubblicato nella Gazzetta Ufficiale 21 marzo 2002, n.
68, recante: « Utilizzazione di quota dei proventi derivanti dalle
licenze UMTS per il piano e-Government», che disciplina le procedure
e le modalita’ per l’utilizzo dei fondi assegnati al finanziamento
del piano d’azione di e-Government;
Visto l’art. 1 del decreto del Ministro per l’innovazione e le
tecnologie 2 marzo 2004 che – nel quadro del Piano di azione di
e-Government di cui al citato decreto del Presidente del Consiglio
dei Ministri 14 febbraio 2002 – ha assegnato al CNIPA la competenza a
dare attuazione a cinque progetti strategici nel settore informatico,
per un finanziamento complessivo di Euro 118.500.000,00;
Considerato che tra i suddetti cinque progetti figura anche quello
destinato alla «formazione e assistenza per gli enti locali (Scuola
virtuale della P.A.)», con un finanziamento pari a Euro 4.500.000,00;
Vista la deliberazione 4 novembre 2004, con la quale il collegio
del CNIPA – nell’ambito dell’importo complessivo Euro 4.500.000,00 a
disposizione del progetto «Scuola virtuale della P.A.» – ha assegnato
la somma di Euro 2.000.000,00 al finanziamento di progetti di
e-learning per enti locali;
Considerato che il rafforzamento e l’introduzione di nuove
metodologie per lo sviluppo delle competenze professionali sono
riconosciuti, anche a livello europeo, come importanti elementi di
sviluppo del processo di digitalizzazione delle istituzioni e del
conseguente ammodernamento delle stesse;
Considerato, inoltre, che le amministrazioni, nel promuovere
l’utilizzo dell’e-learning, devono rivolgere particolare attenzione
al coinvolgimento di dirigenti e funzionari responsabili di servizi,
quali principali promotori, all’interno delle proprie aree,
dell’utilizzo di tali metodologie per lo sviluppo delle competenze
necessarie per l’innovazione dell’istituzione di appartenenza;
Considerato, infine, che con la selezione dei progetti, di cui al
presente avviso si intende favorire la creazione di un repository di
materiali didattici fruibili in rete, che costituiranno un patrimonio
condivisibile da diffondere e mettere a disposizione di tutte le
amministrazioni;
Ritenuto pertanto opportuno disciplinare gli obiettivi, le
modalita’ ed i termini per la presentazione di progetti di e-learning
concernenti tematiche attinenti alla formazione, mediante attivita’,
metodologie e modalita’ operative coerenti con la direttiva 6 agosto
2004 – emanata dal Ministro per l’innovazione e le tecnologie di
concerto con il Ministro per la funzione pubblica in materia di
progetti formativi in modalita’ e-learning nelle pubbliche
amministrazioni – pubblicata nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana del 29 settembre 2004, n. 229;
E m a n a
il seguente avviso:
Art. 1.
Obiettivi
1. Nell’ambito dell’attuazione del piano di e-Government, il
presente avviso ha lo scopo di individuare e cofinanziare progetti,
proposti dalle regioni e dalle province autonome di Trento e Bolzano
(di seguito indicati «enti proponenti»), finalizzati alla promozione
dell’utilizzo delle metodologie e delle tecnologie di e-learning per
la formazione dei propri dipendenti e di quelli degli enti locali
presenti sul proprio territorio.
2. Il Centro nazionale per l’informatica nella pubblica
amministrazione – CNIPA cofinanziera’ i progetti individuati, fino
all’importo complessivo di Euro 2.000.000,00.

Art. 2.
Ambito di intervento dei progetti
1. Il presente avviso riguarda la progettazione, lo sviluppo, la
realizzazione, il monitoraggio, la valutazione (controllo) di
iniziative progettuali attinenti ad attivita’ formative.
2. Le attivita’ formative dovranno essere rivolte ai dirigenti ed
ai funzionari responsabili di servizio degli enti proponenti e degli
enti locali presenti sul proprio territorio.
3. I progetti presentati dovranno sviluppare uno o piu’ dei
seguenti temi:
a) management e utilizzazione dei sistemi informativi (EUCIP);
b) gestione dei flussi documentali e nuove modalita’ di lavoro;
c) project finance: come progettare l’innovazione utilizzando
finanziamenti per le pubbliche amministrazioni;
d) sicurezza e privacy delle informazioni e dei dati nei sistemi
informativi;
e) acquisizione di beni e forniture di servizi (adempimenti
connessi alla predisposizione di bandi e alla realizzazione di gare
per progetti di innovazione tecnologica).
4. Le proposte progettuali dovranno essere conformi a quanto
previsto:
dalla direttiva 6 agosto 2004 del Ministro per l’innovazione e le
tecnologie e del Ministro per la funzione pubblica, recante:
«Progetti formativi in modalita’ e-learning nelle pubbliche
amministrazioni”», indicata nelle premesse;
dalle linee guida per i progetti formativi in modalita’
e-learning nelle pubbliche amministrazioni;
dal Vademecum per la realizzazione di progetti formativi in
modalita’ e-learning nelle pubbliche amministrazioni.
5. I progetti dovranno, inoltre, essere coerenti con i piani
formativi degli enti proponenti.
6. Il completamento dei progetti cofinanziati dovra’ avvenire entro
18 mesi dalla data di perfezionamento della convenzione di cui al
successivo art. 5.

Art. 3.
Soggetti ammessi
1. I soggetti beneficiari del cofinanziamento ed aventi titolo a
presentare i progetti come sopra individuati sono le regioni e le
province autonome di Trento e Bolzano.
2. I destinatari di ciascun progetto di e-learning saranno i
dirigenti ed i funzionari responsabili di un servizio degli enti
proponenti e, in misura non inferiore al 50%, dei rispettivi enti
locali: province, comuni, unioni di comuni, comunita’ montane,
comunita’ isolane e di arcipelago.
3. Gli enti locali individuati al comma precedente dovranno
sottoscrivere un accordo con l’ente proponente il progetto. Tale
accordo, stipulato tramite protocollo d’intesa, dovra’ essere
allegato ai documenti di progetto per la partecipazione al
cofinanziamento di cui al presente avviso.

Art. 4.
Ammissibilita’ dei progetti
1. I progetti sono ritenuti ammissibili se:
a) presentati da uno dei soggetti indicati al precedente art. 3,
comma 1;
b) compilati sull’apposita modulistica elettronica predisposta
dal CNIPA e resa disponibile agli indirizzi indicati al successivo
art. 10;
c) presentati entro, e non oltre, la data di scadenza indicata
all’art. 6, comma 3, secondo le modalita’ specificate nella «Guida
alla presentazione dei progetti».

Art. 5.
Cofinanziamenti
1. Il cofinanziamento assegnato ai singoli progetti di cui al
presente avviso non potra’ superare il 40% del costo totale degli
stessi, con un tetto massimo di Euro 400.000,00; resta a carico dei
soggetti proponenti la copertura della quota residua.
2. Nel caso in cui un progetto benefici di ulteriori finanziamenti,
il cofinanziamento erogato dal CNIPA, sommato agli altri, sara’ di
entita’ tale da non determinare un finanziamento totale, per ogni
progetto, superiore ai costi stimati di ciascun progetto medesimo.
3. I rapporti tra il CNIPA e gli enti assegnatari dei
cofinanziamenti sono regolati da apposita convenzione, il cui schema
sara’ reso disponibile agli indirizzi di cui al successivo art. 10.
4. Il cofinanziamento sara’ erogato in quattro tranche cosi’
individuate:
il 20%, successivamente alla stipula della convenzione con il
CNIPA di cui al comma precedente ed alla formalizzazione
dell’aggregazione di cui all’art. 3, comma 3;
il 30%, successivamente alla positiva valutazione, da parte di un
Comitato tecnico nominato dal CNIPA, della progettazione esecutiva
dell’intervento formativo e alla produzione di tutti i materiali
didattici previsti dal progetto;
un ulteriore 30% successivamente alla positiva valutazione, da
parte del suddetto Comitato, dei risultati della fruizione da parte
di almeno il 50% dei destinatari del progetto;
il restante 20%, successivamente alla conclusione del progetto ed
alla positiva valutazione, effettuata dal suddetto Comitato tecnico,
del raggiungimento degli obiettivi previsti dal progetto medesimo.

Art. 6.
Presentazione dei progetti
1. La trasmissione delle proposte di progetto e la documentazione
attestante la formalizzazione dell’aggregazione dovranno avvenire
esclusivamente in formato elettronico, secondo le modalita’ indicate
nell’allegato «Guida alla presentazione dei progetti», disponibile
agli indirizzi indicati al successivo art. 10.
2. I progetti dovranno essere firmati digitalmente dal legale
rappresentante dell’ente proponente, o da un suo delegato, secondo le
modalita’ indicate nell’allegato «Guida alla presentazione dei
progetti”».
3. Le proposte di progetto dovranno pervenire all’indirizzo di
posta elettronica elearning@cnipa.it entro, e non oltre, 90 giorni
dalla data di pubblicazione del presente avviso nella Gazzetta
Ufficiale della Repubblica italiana.

[Continua nel file zip allegato]

CENTRO NAZIONALE PER L’INFORMATICA NELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

Edilone.it