AUTORITA' PER L'ENERGIA ELETTRICA E IL GAS | Edilone.it

AUTORITA’ PER L’ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

AUTORITA' PER L'ENERGIA ELETTRICA E IL GAS - DELIBERAZIONE 19 febbraio 2004: Disposizioni in materia di cessione dell'energia elettrica destinata al mercato vincolato. (Deliberazione n. 18/04). (GU n. 64 del 17-3-2004)

AUTORITA’ PER L’ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

DELIBERAZIONE 19 febbraio 2004

Disposizioni in materia di cessione dell’energia elettrica destinata
al mercato vincolato. (Deliberazione n. 18/04).

L’AUTORITA’ PER L’ENERGIA ELETTRICA E IL GAS
Nella riunione del 19 febbraio 2004;
Visti:
la legge 14 novembre 1995, n. 481;
il decreto legislativo 16 marzo 1999, n. 79/1999 (di seguito:
decreto legislativo n. 79/1999);
il decreto del Ministro delle attivita’ produttive 19 dicembre
2003 recante assunzione della titolarita’ delle funzioni di garante
della fornitura dei clienti vincolati da parte della societa’
Acquirente unico S.p.a. ai sensi dell’art. 4, comma 8, del decreto
legislativo 16 marzo 1999, n. 79, e direttive alla medesima societa’
(di seguito: decreto ministeriale 19 dicembre 2003);
il decreto del Ministro delle attivita’ produttive 29 gennaio
2004 recante modalita’ per la vendita sul mercato, per l’anno 2004,
dell’energia elettrica di cui all’art. 3, comma 12 del decreto
legislativo n. 79/1999, da parte del Gestore della rete di
trasmissione nazionale S.p.a. (di seguito: decreto ministeriale
29 gennaio 2004);
Visti:
l’allegato A alla deliberazione dell’Autorita’ per l’energia
elettrica e il gas (di seguito: l’Autorita) 1° aprile 2003, n. 27/03,
come modificata e integrata (di seguito: deliberazione n. 27/03);
l’allegato A alla deliberazione dell’Autorita’ 26 giugno 2003, n.
67/03, come modificata e integrata (di seguito: deliberazione n.
67/03);
la deliberazione dell’Autorita’ 29 settembre 2003, n. 111/03;
l’allegato A alla deliberazione dell’Autorita’ 18 dicembre 2003,
n. 157/03;
la deliberazione dell’Autorita’ 23 dicembre 2003, n. 163/03, come
modificata e integrata;
la deliberazione dell’Autorita’ 30 gennaio 2004, n. 05/04 (di
seguito: deliberazione n. 5/04);
la deliberazione dell’Autorita’ 30 gennaio 2004, n. 07/04 (di
seguito: deliberazione n. 7/04);
la deliberazione dell’Autorita’ 6 febbraio 2004, n. 13/04;
la deliberazione dell’Autorita’ 19 febbraio 2004, n. 17/04;
Visti gli indirizzi del Ministro delle attivita’ produttive alle
societa’ Gestore della rete di trasmissione nazionale S.p.a.,
(Gestore del mercato elettrico S.p.a. e Acquirente unico S.p.a. (di
seguito: Acquirente unico) del 30 gennaio 2004, ricevuti
dall’Autorita’ in data 3 febbraio 2004, prot. Autorita’ n. 3159 del
3 febbraio 2004 (di seguito: indirizzi ministeriali 30 gennaio 2004);
Considerato che:
il decreto ministeriale 19 dicembre 2003 stabilisce che
l’Acquirente unico assuma le proprie funzioni con decorrenza dal
1° gennaio 2004 e che contestualmente la societa’ Enel S.p.a. cessi
di svolgere le funzioni vicarie di cui all’art. 4, comma 8, del
decreto legislativo n. 79/1999; e che tale previsione trova
eccezione, sino al 1° febbraio 2004, nell’acquisto di energia
elettrica nell’ambito del sistema transitorio di offerte di vendita
di energia elettrica di cui alla deliberazione n. 67/03 (di seguito:
STOVE) e nelle conseguenti cessioni alle imprese distributrici, per
le quali attivita’ l’Acquirente unico si avvale della societa’ Enel
S.p.a.;
con la deliberazione n. 7/04 e’ stato prorogato, fino alla data di
entrata in operativita’ del dispacciamento di merito economico, il
funzionamento dello STOVE e sono state altresi’ introdotte
modificazioni alle deliberazioni n. 27/03 e n. 67/03, al fine di
rendere coerenti le disposizioni di cui alle predette deliberazioni
con le disposizioni di cui alla deliberazione n. 05/04;
gli indirizzi ministeriali 30 gennaio 2004 prevedono che, nel
periodo compreso tra il 1° febbraio 2004 e la data di avvio del
Sistema Italia 2004, l’Acquirente unico continui ad avvalersi della
societa’ Enel S.p.a. al fine di assicurare la fornitura dell’energia
elettrica destinata al mercato vincolato;
il decreto ministeriale 29 gennaio 2004 prevede che l’Acquirente
unico partecipi alle procedure di assegnazione di capacita’
produttiva stabilite dal medesimo decreto;
l’art. 5, comma 5.3, della deliberazione n. 5/04, prevede che,
per il periodo compreso tra il 1° febbraio 2004 e la data di entrata
in operativita’ del dispacciamento di merito economico e, comunque
non successivamente al 31 marzo 2004, le imprese distributrici
versino all’Acquirente unico un corrispettivo pari a 0,01 centesimi
di euro/kWh applicato all’energia elettrica destinata al mercato
vincolato; e che tale corrispettivo e’ versato ai fini della
copertura di una quota dei costi sostenuti dall’Acquirente unico per
la remunerazione del servizio di dispacciamento;
Ritenuto che sia opportuno:
al fine di stabilire disposizioni coerenti con gli indirizzi
ministeriali 30 gennaio 2004, laddove si prevede che l’Acquirente
unico si avvalga della societa’ Enel S.p.a. al fine di assicurare la
fornitura dell’energia elettrica destinata al mercato vincolato,
disciplinare, fino all’entrata in operativita’ del dispacciamento di
merito economico, le modalita’ di cessione da parte dell’Acquirente
unico alla societa’ Enel S.p.a. dell’energia elettrica acquistata
attraverso le procedure di assegnazione di cui al decreto
ministeriale 29 gennaio 2004 e dell’energia elettrica importata ai
sensi dell’art. 9, comma 9.2, della deliberazione n. 157/03;
prevedere che l’Acquirente unico versi alla societa’ Gestore
della rete di trasmissione nazionale S.p.a. il gettito rinveniente
dall’applicazione del corrispettivo di cui al sopra richiamato art.
5, comma 5.3, della deliberazione n. 5/03 a copertura parziale degli
oneri di dispacciamento del mercato vincolato;
Delibera
di approvare il seguente provvedimento:
Art. 1.
Modificazioni all’allegato A alla deliberazione
dell’Autorita’ per l’energia elettrica
e il gas 1° aprile 2003, n. 27/03.
1.1 L’allegato A alla deliberazione dell’Autorita’ per l’energia
elettrica e il gas 1° aprile 2003, n. 27/03, e’ modificato come
segue:
a) all’art. 7, dopo il comma 7.14, e’ inserito il comma:
«7.14.1 Il Gestore della rete e’ autorizzato a trattenere, a
titolo di acconto sui versamenti ad esso dovuti ai sensi dell’art.
70, comma 70.1, del testo integrato, ilgettito generato
dall’imposizione della componente UC5 di cui all’art. 7, commi 7.1,
lettera c) e 7.3, lettera c).»;
b) all’art. 12, dopo il comma 12.1, sono aggiunti i seguenti
commi:
«12.1.1 La societa’ Acquirente unico S.p.a. versa al Gestore
della rete il gettito rinveniente dall’applicazione dell’art. 5,
comma 5.3, della deliberazione n. 5/04.
12.1.2 il Gestore della rete versa alla cassa il gettito
rinveniente dall’applicazione dell’art. 9, comma 9.18, che viene
destinato al finanziamento del conto oneri per certificati verdi.».

Art. 2.
Modificazioni all’allegato A alla deliberazione
dell’Autorita’ per l’energia elettrica
e il gas 26 giugno 2003, n. 67/03.
2.1 L’allegato A alla deliberazione dell’Autorita’ per l’energia
elettrica e il gas 26 giugno 2003, n. 67/03, e’ modificato come
segue:
a) all’art. 1 e’ aggiunta la seguente definizione:
«deliberazione n. 13/04 e’ la deliberazione dell’Autorita’
6 febbraio 2004, n. 13/04;»;
b) all’art. 10, comma 10.4, lettera b), le parole «al mercato
vincolato» sono sostituite dalle parole «alla societa’ Acquirente
unico S.p.a.»;
c) prima dell’art. 10, comma 10.4.2, e’ inserito il seguente
comma:
«10.4.1 Fino alla entrata in operativita’ del dispacciamento di
merito economico la societa’ Acquirente unico S.p.a. cede alla
societa’ Enel S.p.a. l’energia elettrica acquistata ai sensi
dell’art. 3, comma 3.1, lettera a), e art. 10, comma 10.2, della
deliberazione n. 13/04 e l’energia elettrica importata ai sensi
dell’art. 9, comma 9.2, della deliberazione n. 157/03. La societa’
Enel S.p.a. versa, al termine di ciascun mese, alla societa’
Acquirente unico S.p.a. un corrispettivo pari al prezzo di cui
all’art. 5, comma 5.2, della deliberazione n. 05/04 applicato alla
predetta energia elettrica. Per l’energia elettrica acquistata ai
sensi dei commi 3.1, lettera a), e 10.2 della deliberazione n. 13/04,
il pagamento del predetto corrispettivo avviene entro il
ventisettesimo giorno del primo mese successivo a quello a cui si
riferisce la predetta energia elettrica. Per l’energia elettrica
importata ai sensi dell’art. 9, comma 9.2, della deliberazione n.
157/03, il pagamento di una somma pari al 90% del predetto
corrispettivo avviene entro il trentesimo giorno del primo mese
successivo a quello a cui si riferisce la predetta energia elettrica;
il pagamento della somma rimanente avviene entro il trentesimo giorno
del secondo mese successivo.»;
d) all’art. 20, dopo il comma 20.3, e’ aggiunto il seguente
comma:
«20.3.1 Fino alla entrata in operativita’ del dispacciamento di
merito economico, la societa’ Acquirente unico S.p.a. si avvale della
societa’ Enel S.p.a. per l’acquisto di energia elettrica nello
STOVE.».

Art. 3.
Modificazioni alla deliberazione dell’Autorita’
per l’energia elettrica
e il gas 30 gennaio 2004, n. 5/04
3.1 Dopo l’art. 5, comma 5.9, della deliberazione dell’Autorita’
per l’energia elettrica e il gas 30 gennaio 2004, n. 5/04, e’
aggiunto il seguente comma:
«5.10 Per il periodo compreso tra il 1° febbraio 2004 e la data di
ent…

[Continua nel file zip allegato]

AUTORITA’ PER L’ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

Edilone.it