AUTORITA' PER L'ENERGIA ELETTRICA E IL GAS | Edilone.it

AUTORITA’ PER L’ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

AUTORITA' PER L'ENERGIA ELETTRICA E IL GAS - DELIBERAZIONE 1 luglio 2003: Approvazione della richiesta di modifiche alla opzione tariffaria UB1 presentata dalla societa' Enel Distribuzione S.p.a. (Deliberazione n. 82/03). (GU n. 170 del 24-7-2003)

AUTORITA’ PER L’ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

DELIBERAZIONE 1 luglio 2003

Approvazione della richiesta di modifiche alla opzione tariffaria UB1
presentata dalla societa’ Enel Distribuzione S.p.a. (Deliberazione n.
82/03).

L’AUTORITA’ PER L’ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

Nella riunione del 1° luglio 2003;
Premesso che:
l’Autorita’ per l’energia elettrica e il gas (di seguito:
l’Autorita), con la deliberazione 18 ottobre 2001, n. 228/01,
pubblicata nel Supplemento ordinario n. 277 alla Gazzetta Ufficiale –
Serie generale – n. 297 del 22 dicembre 2001, come successivamente
aggiornata e modificata (di seguito: deliberazione n. 228/01), ha
approvato il testo integrato delle disposizioni dell’Autorita’ per
l’energia elettrica e il gas per l’erogazione dei servizi di
trasporto, di misura e di vendita dell’energia elettrica (di seguito:
Testo integrato);
il comma 4.7 del Testo integrato dispone che la sospensione
dell’offerta di opzioni, ovvero la loro modificazione nel corso
dell’anno sono consentite secondo le modalita’ previste nei commi da
4.1 a 4.6 del medesimo testo integrato;
Visti:
la legge 14 novembre 1995, n. 481;
il decreto legislativo 16 marzo 1999, n. 79 e successive
modifiche e integrazioni;
il decreto del Presidente della Repubblica 9 maggio 2001, n. 244;
la legge 5 marzo 2001, n. 57;
il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 31 ottobre
2002 recante criteri integrativi per la definizione delle tariffe
dell’elettricita’ e del gas da parte dell’autorita’, pubblicato nella
Gazzetta Ufficiale – Serie generale – n. 278 del 27 novembre 2002;
Viste:
la deliberazione n. 228/01;
il Testo integrato;
la deliberazione dell’Autorita’ 18 settembre 2002, n. 169/02,
recante modifica dei moduli per la proposta delle opzioni tariffarie
base, speciali e ulteriori, di cui all’allegato n. 1 del Testo
integrato;
la deliberazione dell’Autorita’ 19 dicembre 2002, n. 211/02,
pubblicata nella Gazzetta Ufficiale – Serie generale – n. 9 del
13 gennaio 2003 (di seguito: deliberazione n. 211/02);
la deliberazione dell’autorita’ 13 marzo 2003, n. 20/03,
pubblicata nella Gazzetta Ufficiale – Serie generale – n. 71 del
26 marzo 2003;
Viste:
la comunicazione dell’Enel distribuzione S.p.a. del 9 maggio
2003, prot. DD/P2003006534 (di seguito: comunicazione 9 maggio 2003);
la comunicazione dell’Autorita’ del 14 maggio 2003,
prot. PB/M03/1340/ao;
la comunicazione dell’Autorita’ del 10 giugno 2003,
prot. PB/M03/1642/ao;
la comunicazione dell’Enel distribuzione S.p.a. del 20 giugno
2003, prot. DD/P2003008573;
la comunicazione dell’Autorita’ del 27 giugno 2003,
prot. PB/M03/1891/ao;
la comunicazione dell’Autorita’ del 27 giugno 2003,
prot. PB/M03/1890/ao.
Considerato che:
con la deliberazione n. 211/02 l’Autorita’ ha approvato l’opzione
tariffaria ulteriore di vendita, identificata con il codice UB1,
presentata dalla societa’ Enel distribuzione S.p.a. per
l’applicazione nell’anno 2003 (di seguito: opzione tariffaria UB1);
la societa’ Enel distribuzione S.p.a., con la comunicazione
9 maggio 2003 ha richiesto la modifica dell’opzione tariffaria UB1,
di cui al precedente alinea;
Considerato che:
l’opzione tariffaria UB1 e’ di tipo biorario;
l’applicazione di opzioni tariffarie di tipo biorario richiede
l’installazione di misuratori in grado di rilevare i prelievi in modo
distinto per ciascuna fascia oraria (di seguito: misuratori biorari);
che la societa’ Enel Distribuzione S.p.a. prevede di poter
soddisfare solo il 70% delle nuove richieste di applicazione
dell’opzione tariffaria UB1, in ragione della carenza di misuratori
biorari;
in conseguenza di cio’ la societa’ Enel distribuzione S.p.a.
propone una modifica dell’opzione tariffaria UB1, prevedendo in
particolare, nei casi di indisponibilita’ di misuratori biorari,
l’applicazione di prezzi mediati tra ore piene e ore vuote
separatamente tra periodo invernale ed estivo;
Considerato che:
con decorrenza 29 aprile 2003 hanno la qualifica di cliente
idoneo tutti i clienti finali i cui prelievi nell’anno solare 2002
siano risultati superiori a 0,1 GWh;
per il servizio di vendita ai clienti del mercato vincolato il
Testo integrato prevede l’applicazione di una tariffa composta dalla
componente tariffaria CCA e dalle componenti UC1, UC4 e UC5;
la componente tariffaria CCA, al netto della componente VE, ai
sensi dell’art. 20 del Testo integrato e’ fissata pari:
a) al prodotto tra il parametro gamma ed il parametro PG per i
clienti finali non dotati di misuratori atti a rilevare l’energia
elettrica per ciascuna delle fasce orarie F1, F2, F3 ed F4;
b) al prodotto tra il parametro lambda , i cui valori sono
fissati nella tabella 7 di cui all’allegato n. 2, ed il parametro
PGT, per clienti finali dotati di misuratori atti a rilevare
l’energia elettrica per ciascuna delle fasce orarie Fl, F2, F3 ed F4;
la maggior parte dei clienti divenuti idonei a decorrere dal
29 aprile 2003 non dispongono di misuratori atti a rilevare l’energia
elettrica per ciascuna delle fasce orarie F1, F2, F3 ed F4; e che, di
conseguenza, la componente tariffaria CCA e’ loro applicata secondo
quanto riportato alla lettera a) del precedente alinea;
il parametro gamma esprime su base annua lo scostamento,
rispetto alla media, del costo di acquisto dell’energia elettrica
sostenuto per soddisfare la domanda aggregata relativa a ciascuna
tipologia di contratto di cui al comma 2.2, tenuto conto delle
perdite di energia elettrica sulle reti con obbligo di connessione di
terzi;
i prezzi previsti dalla societa’ Enel distribuzione S.p.a. per i
clienti che scelgono l’opzione tariffaria UB1, in caso di
indisponibilita’ dei misuratori nel periodo estivo, risultano
inferiori rispetto al prodotto tra il parametro PG e il parametro
gamma relativo alla tipologia di utenza altri usi in bassa tensione;
Ritenuto che:
la proposta di modifica dell’opzione tariffaria UB1 presentata
dalla societa’ Enel distribuzione S.p.a. in generale possa costituire
un beneficio per i clienti non idonei;
la proposta di modifica di cui al precedente alinea, in relazione
alle offerte commerciali della societa’ Enel distribuzione S.p.a.
possa ritardare lo sviluppo della concorrenza nell’attivita’ di
vendita dell’energia elettrica;
le modalita’ applicative proposte in caso di indisponibilita’ di
misuratori biorari nel periodo estivo possano trovare applicazione
esclusivamente ai clienti non idonei;
Ritenuto infine che tali modalita’ applicative debbano avere
carattere transitorio.
Delibera:
Art. 1.
Definizioni
1.1 Ai fini della presente deliberazione si applicano le
definizioni contenute nell’art. 1 dell’allegato A alla deliberazione
dell’Autorita’ per l’energia elettrica e il gas 18 ottobre 2001 n.
228/0l, pubblicata nel Supplemento ordinario n. 277 alla Gazzetta
Ufficiale – Serie generale – n. 297, del 22 dicembre 2001 e
successive modificazioni, integrate come segue:
a) Testo integrato e’ il Testo integrato delle disposizioni
dell’Autorita’ per l’energia elettrica e il gas per l’erogazione dei
servizi di trasporto, di misura e di vendita dell’energia elettrica
approvato con deliberazione dell’Autorita’ n. 228/01 e successive
modificazioni;
b) deliberazione n. 211/02 e’ la deliberazione dell’Autorita’ per
l’energia elettrica e il gas 19 dicembre 2002, n. 211/02, pubblicata
nella Gazzetta Ufficiale – Serie generale – n. 9 del 13 gennaio 2003
(di seguito: deliberazione n. 211/02);
c) opzioni tariffarie ulteriori per il servizio di vendita sono
le opzioni tariffarie ulteriori per il servizio di vendita
dell’energia elettrica ai clienti del mercato vincolato con contratti
diversi da quelli per l’utenza domestica in bassa tensione, di cui al
comma 21.1 del Testo integrato;

Art. 2.
Verifica della proposta di modifica dell’opzione tariffaria ulteriore
per il servizio di vendita UB1 presentata dalla societa’ Enel
distribuzione S.p.a.
2.1. Sono approvate le modifiche all’opzione tariffaria ulteriore
per il servizio di vendita, presentata dalla societa’ Enel
distribuzione S.p.a., approvata dall’Autorita’ con la deliberazione
n. 211/02 e identificata con il codice UB1.
2.2. L’opzione tariffaria UB1, con le modifiche approvate con il
presente provvedimento, puo’ essere offerta esclusivamente ai clienti
non idonei.

Art. 3.
Disposizioni finali
3.1. La presente deliberazione, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale
della Repubblica italiana e nel sito internet dell’Autorita’
(www.autorita.energia.it), entra in vigore alla data della
pubblicazione.
Milano, 1° luglio 2003
Il presidente: Ranci

AUTORITA’ PER L’ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

Edilone.it