AUTORITA' PER L'ENERGIA ELETTRICA E IL GAS | Edilone.it

AUTORITA’ PER L’ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

AUTORITA' PER L'ENERGIA ELETTRICA E IL GAS - DELIBERAZIONE 23 dicembre 2002: Integrazione delle disposizioni in materia di riconoscimento di diritti di accesso a titolo prioritario alla capacita' di trasporto sulla rete elettrica di interconnessione con l'estero. (Deliberazione n. 230/02). (GU n. 13 del 17-1-2003)

AUTORITA’ PER L’ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

DELIBERAZIONE 23 dicembre 2002

Integrazione delle disposizioni in materia di riconoscimento di
diritti di accesso a titolo prioritario alla capacita’ di trasporto
sulla rete elettrica di interconnessione con l’estero. (Deliberazione
n. 230/02).

L’AUTORITA’ PER L’ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

Nella riunione del 23 dicembre 2002,
Premesso che:
con deliberazione 1 agosto 2002, n. 151/02, pubblicata nella
Gazzetta Ufficiale – serie generale n. 196 del 22 agosto 2002 (di
seguito: deliberazione n. 151/02), l’Autorita’ per l’energia
elettrica e il gas (di seguito: l’Autorita) ha disciplinato il
riconoscimento di diritti di accesso a titolo prioritario alla
capacita’ di trasporto sulla rete elettrica di interconnessione con
l’estero, ai sensi dell’art. 10, comma 2, del decreto legislativo
16 marzo 1999, n. 79 (di seguito: decreto legislativo n. 79/1999), a
seguito della realizzazione di nuove infrastrutture di rete;
Visti:
la legge 14 novembre 1995, n. 481;
la direttiva n. 96/92/CE del Parlamento europeo e del Consiglio
recante norme comuni per il mercato interno per l’energia elettrica;
il decreto legislativo n. 79/1999;
Viste:
la deliberazione dell’Autorita’ 30 aprile 2001, n. 95/01, recante
condizioni per l’erogazione del pubblico servizio di dispacciamento
dell’energia elettrica sul territorio nazionale ai sensi dell’art. 3,
comma 3, del decreto legislativo 16 marzo 1999, n. 79, pubblicata
nella Gazzetta Ufficiale – serie generale – n. 148 del 28 giugno 2001
(di seguito: deliberazione n. 95/01);
la deliberazione dell’Autorita’ 26 marzo 2002, n. 50/02,
pubblicata nella Gazzetta Ufficiale – serie generale – n. 84 del 10
aprile 2002 (di seguito: deliberazione n. 50/02);
la deliberazione n. 151/02;
la deliberazione dell’Autorita’ 9 ottobre 2002, n. 175/02 (di
seguito: deliberazione n. 175/02);
la deliberazione 21 novembre 2002, n. 190/02;
Considerato che:
l’art. 3, commi 3 e 6, quarto alinea, del decreto legislativo n.
79/1999, delinea il regime ordinario di accesso ed uso della rete di
trasmissione nazionale, vietando, in particolare, che siano
riconosciuti ai proprietari di porzioni della stessa o a coloro che
ne abbiano la disponibilita’, diritti di esclusiva o di priorita’ o
condizioni di maggior favore di alcun tipo nel suo utilizzo;
in deroga a tali disposizioni, l’art. 10, comma 2, del decreto
legislativo n. 79/1999 attribuisce all’Autorita’ il potere di
individuare, con propri provvedimenti, modalita’ e condizioni delle
importazioni di energia elettrica nel caso che risultino
insufficienti le capacita’ di trasporto disponibili;
tali provvedimenti, e da ultimo la deliberazione n. 190/02, hanno
costantemente previsto l’adozione di procedure concorsuali per
l’assegnazione della capacita’ di trasporto per l’importazione di
energia elettrica a mezzo della rete di trasmissione nazionale;
la deliberazione n. 151/02 riconosce diritti di accesso a titolo
prioritario alla capacita’ di trasporto sulla rete elettrica di
interconnessione con l’estero, ai sensi dell’art. 10, comma 2, del
decreto legislativo n. 79/1999, ai soggetti che realizzano nuove
infrastrutture di rete al fine di:
a) ridurre la situazione di scarsita’ della capacita’ di
trasporto per l’importazione di energia elettrica;
b) incrementare il grado di concorrenza nelle attivita’ di
produzione, importazione, esportazione, acquisto e vendita
dell’energia elettrica sul territorio nazionale;
c) consentire la diversificazione tipologica e geografica delle
fonti di approvvigionamento;
il riconoscimento di cui al precedente alinea prefigura, per il
periodo di assegnazione di tale diritto, un regime di accesso ed uso
della rete di trasmissione nazionale con caratteri di specialita’
anche rispetto al regime di assegnazione della capacita’ di trasporto
per l’importazione di energia elettrica a mezzo della rete di
trasmissione nazionale;
l’art. 5, comma 5.1, della deliberazione n. 151/02, stabilisce
che il Gestore della rete pubblichi nel proprio sito internet, entro
sessanta giorni dalla data di entrata in vigore della medesima
deliberazione, dopo averne data comunicazione all’Autorita’, un bando
conforme alle disposizioni contenute nel provvedimento stesso (di
seguito: il bando); e che, entro il medesimo termine, il Gestore
della rete pubblichi nel proprio sito internet un documento
contenente la specificazione degli ulteriori elementi ritenuti
necessari per la valutazione tecnica degli interventi di sviluppo
diretto (di seguito: il documento di specifiche tecniche);
ai fini della stesura del bando, il Gestore della rete, con
lettera in data 24 settembre 2002, prot. n. AD/P/ 2002000205 (prot.
Autorita’ n. 19948 del 25 settembre 2002), ha richiesto all’Autorita’
chiarimenti e precisazioni in merito a taluni profili tecnici delle
disposizioni della deliberazione n. 151/02, nonche’ l’integrazione
della medesima deliberazione per quanto attiene la previsione di un
corrispettivo dovuto al Gestore della rete per l’esame delle
richieste di accesso a titolo prioritario e la previsione di un
sistema di garanzie finanziarie a tutela del medesimo Gestore nei
casi in cui l’intervento di sviluppo diretto non venga completato per
cause imputabili al soggetto richiedente;
con deliberazione n. 175/02, l’Autorita’ ha prorogato i termini
di cui all’art. 5, commi 5.1 e 5.2, della deliberazione n. 151/02 al
30 novembre 2002 per dar modo al Gestore della rete di acquisire gli
elementi necessari al fine della stesura del bando e del documento di
specifiche tecniche;
Ritenuto che:
sia opportuno integrare le disposizioni della deliberazione n.
151/02, confermando l’attribuzione del diritto di accesso prioritario
al soggetto che realizza, esercisce e mantiene in efficienza una
infrastruttura di rete oggetto di intervento di sviluppo diretto:
precisando la formulazione di talune norme tecniche; prevedendo un
corrispettivo dovuto al Gestore della rete per l’esame delle
richieste di accesso a titolo prioritario ed un sistema di garanzie
finanziarie a tutela del medesimo Gestore nei casi in cui
l’intervento di sviluppo diretto non venga completato per cause
imputabili al soggetto richiedente;
sia necessario, in conseguenza di quanto indicato al precedente
alinea, prevedere la proroga dei termini di cui alla deliberazione n.
175/02 per la stesura del bando e del documento di specifiche
tecniche;
Delibera:
Art. 1.
Integrazione della deliberazione dell’Autorita’ per l’energia
elettrica e il gas 1 agosto 2002, n. 151/02
1.1. La deliberazione dell’Autorita’ per l’energia elettrica e il
gas 1 agosto 2002, n. 151/02, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale –
serie generale – n. 196 del 22 agosto 2002, e’ integrata come segue:
a) all’art. 1 e’ aggiunta la seguente definizione:
“i. sito di collegamento alla rete di trasmissione nazionale e’
una stazione elettrica esistente della rete di trasmissione nazionale
alla data di presentazione della domanda per la realizzazione di
interventi di sviluppo diretto, alla quale si collega
l’infrastruttura di rete oggetto dell’intervento di sviluppo
diretto.”;
b) all’art. 1, comma 1.1, la lettera e) e’ sostituita con la
seguente:
“e) intervento di sviluppo diretto e’ un intervento di sviluppo
della rete di trasmissione nazionale per la costruzione di nuove
infrastrutture la cui realizzazione, esercizio e manutenzione sono
assegnati dal Gestore della rete ad un soggetto terzo, cui e’
riconosciuto l’accesso a titolo prioritario ai sensi del presente
provvedimento;”;
c) all’art. 4, sono apportate le seguenti integrazioni:
i. al comma 4.1, lettera b), le parole “siti di connessione”
sono sostituite dalle parole “siti di collegamento”;
ii. al comma 4.2, alle parole “funzionamento del sistema
elettrico” sono aggiunte le parole “ovvero non siano conformi ai
criteri contenuti nel bando di cui all’art. 5, comma 1.”;
iii. al comma 4.3, lettera a), sono aggiunte le seguenti
parole: “sulla base della suddivisione della rete rilevante in zone
vigente all’atto della presentazione della richiesta. Il Gestore
della rete formula detta identificazione a seguito della revisione
della suddivisione della rete rilevante in zone ai sensi dell’art. 8,
comma 8.1, della deliberazione n. 95/01;”;
iv. al comma 4.3, lettera b), sono aggiunte le seguenti parole:
“prendendo come riferimento la consistenza della rete di trasmissione
nazionale esistente alla data della presentazione della richiesta,
eventualmente modificata sulla base dell’insieme degli elementi di
rete previsti nel piano triennale di sviluppo di cui all’art. 9 della
concessione di trasmissione e di dispacciamento alla medesima data di
presentazione della richiesta;”;
v. e’ aggiunto il seguente comma 4.3.1: “Qualora il sito di
collegamento alla rete di trasmissione nazionale indicato nella
richiesta comporti la modifica della suddivisione della rete
rilevante in zone vigente all’atto della presentazione della
richiesta, il Gestore della rete comunica al soggetto richiedente
l’opportunita’ di indicare il sito di collegamento alla rete di
trasmissione nazionale alternativo rispetto a quello proposto in
precedenza. In mancanza di comunicazione, da parte del soggetto
richiedente, contenente l’indicazione di detto sito alternativo il
Gestore della rete determina la capacita’ di trasporto per …

[Continua nel file zip allegato]

AUTORITA’ PER L’ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

Edilone.it